35.a edizione dello Skiri Trophy XCountry

35° Skiri Trophy XCountry al via oggi e domani in Val di Fiemme, un vero e proprio mondiale giovanile di sci di fondo che porterà diverse nazioni ed oltre un migliaio di concorrenti sulle nevi del Centro del Fondo di Lago di Tesero. Numerose iniziative di contorno si svolgeranno invece a Castello di Fiemme, fulcro del lavoro dei 23 membri del Gruppo Sportivo Castello, fra cui spiccano i nomi dei tre fondatori: Mario Broll, lo speaker, Sergio Cavada, a curare le premiazioni, e il leggendario Franco Nones, campione olimpico il cui nome è inserito nella Walk of Fame dello sport italiano, con il comitato a consegnare un dvd alle società dello Skiri Trophy raccontando le sue imprese, la nascita dello sci di fondo in Italia si deve proprio a lui ed è importante che anche i più giovani ne siano a conoscenza.

La nipote di Nones, Nicoletta, nel 1985 dominò la categoria Allievi della seconda edizione della manifestazione, ed oggi è la coordinatrice del comitato dello Skiri Trophy XCountry: “Siamo stati letteralmente inondati di iscrizioni negli ultimi giorni, arrivate quasi tutte all’ultimo anche a causa dell’imperversare dell’influenza”. I giovani fondisti saranno attorniati dal divertimento, con le mascotte, Skiri in primis, a regalare ai bambini due giornate da non dimenticare: “Predisporremo eventi di animazione, come il “trucca-bimbi” a Castello di Fiemme perché abbiamo visto che lo scorso anno si sono divertiti parecchio. Poi ci sarà la consueta estrazione a premi, e il partner Kinder+Sport ospite con un villaggio, promuovendo lo sport e l’alimentazione sana”. Quello di “Joy of Moving” è un progetto mondiale che coinvolge 28 paesi e in occasione dello Skiri Trophy fiemmese, regalerà anche a tutti i partecipanti una maglietta, un laccio porta skipass e una sacca porta scarpe: “Movimento fisico, capacità cognitive, integrazione e amicizia sono alcuni dei valori comuni che hanno fatto convergere le strade del Trofeo e di Kinder+Sport”.

Lo Skiri Trophy farà divertire anche i genitori con la speciale classifica denominata Skirilonga, sommando i punteggi di un genitore che parteciperà alla Marcialonga di Fiemme e Fassa della prossima settimana e del figlio impegnato allo Skiri Trophy. L’iniziativa si collega a quella di Skiri in combinata con l’evento Pinocchio sugli Sci di Fondo del 3 e 4 febbraio, unendo la passione trentina per gli sci stretti con quella modenese.

A partire da oggi all’edificio polifunzionale di Castello di Fiemme (9-12 e 15-19) ci sarà la distribuzione pettorali, mentre in serata (ore 20.30) la riunione di giuria.

Domani distribuzione pettorali (giallo fluo il colore scelto quest’anno per evidenziare i numeri) al medesimo orario mattutino (9-12) presso lo Stadio del Fondo di Lago di Tesero, mentre dal primo pomeriggio (ore 14) scatterà la gara in tecnica classica per le categorie baby e cuccioli maschili e femminili. Alle ore 15.30 sfida Revival per i concorrenti del passato, mentre a Castello di Fiemme ci sarà la cerimonia di benvenuto (ore 17.30) a tutte le rappresentative straniere e nazionali. In serata (ore 20.30) al Cinema Teatro Comunale di Tesero toccherà allo show di Andrea in arte Pistillo, artista, attore, mimo e clown performer.

Domenica, sempre in tecnica classica allo Stadio del Fondo di Lago di Tesero (ore 9.30), le categorie ragazzi ed allievi maschili e femminili avranno la responsabilità di percorrere lo stesso manto innevato che pochi giorni fa diede vita alle competizioni di Coppa del Mondo di combinata nordica e del Tour de Ski, giovani un po’ più grandicelli dai quali è spesso uscito “il futuro della disciplina”. Le cerimonie di premiazione e riconoscimento ai Fedelissimi si svolgeranno infine alle ore 15 a Castello di Fiemme, il regno dei piccoli campioni dello sci di fondo.

A premiare i vincitori dello Skiri Trophy XCountry ci sarà poi Marco Selle, responsabile del settore giovanile della nazionale azzurra ed allenatore anche di tanti campioni olimpici. Dal passato al presente, il Gruppo Sportivo Castello vanta lo stesso comune denominatore negli anni: “Il nostro obiettivo è portare tanti ragazzi di nazioni diverse a condividere la passione, il divertimento, l’allegria e il rispetto verso il prossimo”, dichiarazioni confermate da Franco Nones, oro olimpico a Grenoble 1968 nonché prima medaglia olimpica individuale maschile nella storia dello sci di fondo azzurro: “Lo sport, soprattutto in giovane età, deve essere un gioco e una scuola di vita”. Un’idea perfettamente in linea con la filosofia di Kinder+Sport e del G.S .Castello.

Info: www.skiritrophy.com

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento