43A Marcialonga, al via anche Dario Cologna

Domenica 31 gennaio, alle 8.00, prende il via la 43esima Marcialonga, con i suoi tradizionali 70 km. e la sua versione “Ligth” di 45 km. Al nastro di partenza i riflettori sono puntati sulle star del fondo. Dario Cologna, fresca novità della manifestazione, per la prima volta partecipa alla celeberrima ski-marathon trentina. Lo svizzero vanta tre ori olimpici, tre medaglie mondiali, tre trofei in Coppa del Mondo, tre nella specialità Distance e tre vittorie al Tour de Ski. Alle spalle delle atlete “élite”, che per la prima volta partono davanti a tutti, c’è quindi Cologna e i campioni che scrivono la storia dello sci di fondo. A cominciare dal folto gruppo di atleti norvegesi, comprendenti il re della scorsa edizione Tord Asle Gjerdalen, detentore di quattro medaglie mondiali (due di queste ottenute in Val di Fiemme), Simen Østensen, vincitore della Marcialonga 2014, i fratelli Anders e Jørgen Aukland (il primo è vincitore di un oro olimpico a Salt Lake City; il secondo ha trionfato in quattro edizioni della Marcialonga), e ancora Eldar Rønning, autore di un poker di successi ai Mondiali, e Øystein Pettersen, campione olimpico a Vancouver 2010. Presenti gli svedesi Jörgen Brink e Oskar Svärd, entrambi protagonisti in ben tre edizioni della storica ski-marathon scandinava Vasaloppet, Jerry Ahrlin, dominatore per tre volte alla Marcialonga, e il plurimedagliato Johan Olsson. Molto attesi anche il fondista ceco Lukáš Bauer, il ‘nostro’ Giorgio Di Centa, l’atleta ‘di casa’ Loris Frasnelli, ma anche Stanislav Řezáč, conquistatore della trentaduesima Marcialonga, e il russo Evgenij Dementiev, vincitore di due medaglie ai XX Giochi Olimpici invernali di Torino 2006. Presente anche Thomas Bormolini, campione in carica della Combinata Punto3 Craft dello scorso anno, la speciale graduatoria che somma i tempi delle tre competizioni Marcialonga: Skiing del 31 gennaio, Cycling del 12 giugno e Running del 4 settembre. Fra le fondiste élite spiccano le presenze della vincitrice dello scorso gennaio Katerina Smutna, della svizzera Seraina Boner, regina della Marcialonga 2011 e 2013, delle campionesse scandinave Kristin Størmer Steira, Britta Johansson Norgren e Sara Lindborg, della giapponese Masako Ishida, oltre alla fenomenale atleta polacca Justyna Kowalczyk che, tra le altre, può vantare quattro vittorie al Tour de Ski. C’è anche spazio anche per i fuoriclasse di altre discipline, come nel caso delle skirolliste Lisa e Anna Bolzan.

Obiettivi puntati anche sui “senatori” della Marcialonga, ovvero i fondisti presenti a ogni edizione dal 7 febbraio 1971. Lo start riservato a loro è direttamente dietro i migliori atleti e le donne élite che, per la prima volta, partono alla testa del gruppo alle 7.50. Un vistoso pettorale giallo li distingue da tutti. A loro sono dedicati fiumi di applausi e ovazioni.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento