Il 9 gennaio, a Predazzo, il sogno di Olivetti

Dopo il pienone registrato per “La Divina Commediola” di Giobbe Covatta, Predazzo propone un nuovo appuntamento della Stagione teatrale 2018/2019, quest’anno organizzata in collaborazione con i Comuni di Tesero e Cavalese. Mercoledì 9 gennaio, alle 21 al cinema teatro comunale, verrà messo in scena “Camillo Olivetti – Alle radici di un sogno”, una produzione dell’Associazione Culturale Muse in collaborazione con Fondazione Teatro Stabile Torino. Laura Curino (sul palco) e Gabriele Vacis (alla regia) hanno ricostruito la vita di Camillo Olivetti, il pioniere, l’inventore, l’anticonformista che ha fondato, a inizio Novecento, la prima fabbrica italiana di macchine da scrivere. Le voci narranti che ne raccontano imprese, affetti e sogni sono affidate alla madre Elvira Sacerdoti e alla moglie Luisa Revel. Un racconto tanto avventuroso quanto reale, pieno di colpi di scena, di lotte, amori ed eroi.

I biglietti d’ingresso (8 euro) sono già disponibili in prevendita presso gli sportelli delle Casse Rurali del Trentino e sul sito www.primiallaprima.it. Se ci saranno ancora posti liberi, gli ingressi potranno essere acquistati anche la sera dello spettacolo alla biglietteria del cinema teatro.

Nella mattinata di giovedì 10 gennaio lo spettacolo verrà riproposto in via esclusiva per gli studenti de “La Rosa Bianca” di Predazzo.

Il terzo e ultimo appuntamento della stagione teatrale predazzana sarà mercoledì 13 febbraio con gli Oblivion e la loro “Bibbia riveduta e scorretta”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento