Aggiungi un pasto a tavola

Un luogo protetto e sicuro per condividere il momento del pranzo con i coetanei, in autonomia dai genitori e seguiti da educatori: “Aggiungi un pasto a tavola” è il progetto sperimentale che la Comunità territoriale della Val di Fiemme mette in campo per andare incontro a quei genitori che per motivi di lavoro non possono essere presenti al ritorno da scuola del figlio e per le prime ore del pomeriggio, ma anche per tutti i bambini e ragazzi che, non risiedendo a Predazzo e Cavalese, si trovano in difficoltà a seguire le attività pomeridiane scolastiche ed extrascolastiche. In collaborazione con la cooperativa sociale Progetto 92, da oltre vent’anni impegnata in val di Fiemme con i centri diurni, il Servizio Sociale della Comunità di Valle, nell’ambito delle pari opportunità e della conciliazione dei tempi familiari e professionali, propone questa iniziativa aperta a alunni di elementari e medie: “Il servizio prevede il pranzo presso i centri diurni di Predazzo e Cavalese per evitare che i ragazzini si trovino a doverlo gestire in autonomia, magari da soli in un bar. Il pasto diventa così occasione di educazione alimentare, condivisione, socializzazione, mentre i momenti successivi, fino alle 14.30, saranno dedicati al relax e al divertimento”, spiega la responsabile del Servizio Sociale di Fiemme, Manuela Silvestri, che sottolinea l’importanza di questo tipo di iniziative di prevenzione e conciliazione, che esulano dalle situazioni di bisogno sociale ma intervengono su una necessità più volte sollevata dai genitori lavoratori, visto che in valle la scuola non prevede il tempo pieno.

Le famiglie sono invitate a comunicare il loro interesse all’iniziativa e gli eventuali giorni della settimana richiesti entro il 16 settembre, telefonando dalle 8.30 alle 12 al Servizio Sociale (tel. 0462.241391, chiedere di Alessandra Delladio). In base alle richieste, si valuterà con che modalità far partire il servizio e il contributo a carico delle famiglie, che sarà comunque contenuto.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento