Al lavoro la commissione per la pianificazione territoriale e per il paesaggio

La nuova Commissione per la pianificazione territoriale e il paesaggio della Comunità Territoriale della Valle di Fiemme è pronta per iniziare a lavorare. È di pochi giorni fa, infatti, la delibera che nomina i membri dell’organo che ha funzioni tecnico-consultive e autorizzative. A presiederla sarà Giovanni Zanon, presidente del Comitato esecutivo della Comunità. La legge prevede poi da tre a cinque elementi scelti fra esperti in materia di pianificazione territoriale e di tutela del paesaggio, di cui uno può essere nominato tra i dipendenti della Comunità e almeno due devono essere iscritti a Ordini o Collegi professionali. Sono state 23 le candidature di professionisti presentate dopo la pubblicazione dell’avviso di apertura della selezione. Il Comitato esecutivo dell’ente, sulla base dei curricula presentati, ha ritenuto di nominare membri della Commissione l’architetto Mario Agostini, scelto per la sua specifica competenza in materia di pianificazione urbanistica e del paesaggio, e il forestale Marcello Mazzucchi, profondo conoscitore del territorio della valle di Fiemme, che, pur non potendo recepire nessun compenso perché già in pensione, si è comunque reso disponibile a svolgere l’incarico a titolo gratuito. Nominato, inoltre, Giuliano Guadagnini, funzionario dipendente della Comunità, esperto urbanista con lunga esperienza come componente delle precedenti commissioni, e quale membro supplente Ezio Varesco, responsabile dell’Ufficio tecnico dell’ente. È parte della Commissione anche Elisabetta Miorelli, architetta designata membro esperto dalla Giunta provinciale, mentre l’architetta Alessia Ruggeri, del Servizio Urbanistica e Tutela del Paesaggio della Provincia, è stata nominata membro supplente. La geometra Daniela Voltolini, dipendente provinciale, è stata messa di disposizione della Comunità in forma gratuita e a tempo parziale con le funzioni di segretaria della Commissione. La neo nominata Commissione lavorerà in base a quanto stabilito dalla legge urbanistica provinciale approvata lo scorso agosto.

 

 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento