Guido Brigadoi

Tra un mese l’Oktoberfest a Predazzo

L’Oktoberfest a Predazzo si sta rivelando una delle più rappresentative manifestazioni autunnali del Trentino. Gli appuntamenti con la festa in stile bavarese sono sabato 3, sabato 10 e domenica 11 ottobre 2015. L’Oktoberfest invita a sfoggiare gli abiti della tradizione bavarese e fiemmese. Cappelli in feltro, camicie bavaresi, pantaloni in cuoio e dirndl. L’evento, ideato dall’associazione Taverna Aragosta, in collaborazione con il Comune di Predazzo, si concentra nell’avveniristico Tendone del campo sportivo.

Durante la cena tipica di sabato 3 ottobre, si esibisce la leggendaria Oktoberfest Band Simmisamma direttamente da Monaco di Baviera. La cena di sabato 10 ottobre è allietata, invece dalla band austriaca Die Lauser Wild im Kilt.

Domenica 11 ottobre, Predazzo di sveglia con il suono degli Alphorn, le tipiche trombe svizzere lunghe 4 metri, e con i colpi di cannone del gruppo rievocativo “Noi nella storia di Piné”. Nei bar del paese di possono degustare colazioni bavaresi in attesta della sfilata rievocativa che parte, alle 11, dal centro di Predazzo fino a raggiungere il tendone delle feste. Il corteo raggruppa una quarantina gruppi folcloristici, fra cui gli Schützen austriaci e trentini, e il carro della Birra HB di Monaco di Baviera. La sfilata termina al tendone con una pranzo, aperto a tutti, sulle note delle band folcloristiche. Alle 15, torna a esibirsi la band Die Lauser Wild im Kilt.

INFO: APT VAL DI FIEMME, tel. 0462 241111, info@visitfiemme.it, www.visitfiemme.it

Continue reading Tra un mese l’Oktoberfest a Predazzo

Un evento unico. L’innovazione ai piedi delle Pale di S. Martino

Idee che meritano di essere condivise: questo è TEDx, un contenitore di performances, conferenze ed interventi incentrati su uno specifico tema, diverso in ogni edizione, sul quale personalità di spicco ed artisti si esprimono alternandosi su palchi prestigiosi di tutto il mondo per condividere idee e progetti innovativi con la collettività. Sono più di 5000 gli eventi TED organizzati negli anni, da New York a Sidney a realtà locali più piccole.

Da qualche anno anche la provincia di Trento grazie ad un team di appassionati volontari guidati dalla curatrice Mirta Alberti, organizza il proprio evento TEDx con lo scopo di promuovere l’innovazione sociale attraverso la diffusione di idee ed esperienze positive. L’obiettivo di TEDx Trento è di coinvolgere il territorio ed i principali protagonisti dell’eco-sistema dell’innovazione facilitando l’incontro tra persone e gruppi con competenze diverse per creare nuovi progetti e diffondere cultura.

Innovazione, territorio e creatività sono anche ciò che dal 1928, anno della sua fondazione, contraddistingue La Sportiva, azienda leader mondiale nella produzione di calzature ed abbigliamento tecnico per la montagna che tiene ben salde ancora oggi le proprie radici nel territorio del Trentino e della Val di Fiemme. Da qui la volontà dell’azienda di collaborare con TEDx Trento nell’organizzazione del primo evento (gratuito) TED Open-air, organizzato all’aperto ed in particolare nella splendida ed ispiratrice cornice paesaggistica delle Dolomiti UNESCO.

Domenica 6 settembre dalle 11.00 alle 14.00 presso il Passo Rolle ai piedi del Cimon de la Pala nel gruppo Pale di San Martino, su un palco allestito per l’occasione con maxischermo da 30 metri posizionato proprio a ridosso delle Pale, si alterneranno speakers e performers sul tema dell’ASSOLUTO: tematica che oltre a richiamare il contesto paesaggistico stesso, vuole essere un momento di riflessione su ambiente, crescita, montagna ed innovazione.

Le Dolomiti: un territorio che rappresentano il nostro passato, presente e futuro.
La Sportiva e TEDx Trento il 6 settembre saranno ai piedi del Cimon della Pala di San Martino per dare ancora più valore alla terra a cui l’azienda appartiene e nel quale opera da quasi 90 anni, continuando a produrre idee e prodotti in grado di evolvere i modi di approcciarsi alla montagna, sempre con estremo rispetto per essa e per l’ambiente circostante. Sarà un’edizione assoluta.

In caso di mal tempo l’evento si terrà presso l’Auditorium Intercomunale Primiero. L’auditorium si trova nel centro cittadino di Fiera di Primiero. La struttura dispone di un’unica sala da 700 posti.
La location è accessibile a persone con disabilità.
COME PARTECIPARE ALL’EVENTO:
Per partecipare a TEDxTrento Salon Open Air del 6 settembre è sufficiente registrarsi gratuitamente sul sito tedxtrento.com, stampare il proprio biglietto e presentarsi al Passo Rolle il 6 settembre entro le ore 10.00
Per maggiori informazioni visita il sito:
http://tedxtrento.com/tedxtrento-salon-2015/

 

Continue reading Un evento unico. L’innovazione ai piedi delle Pale di S. Martino

Ritorna la festa del boscaiolo

E’ in arrivo la 51^ edizione quella della Festa del boscaiolo che quest’anno si terrà a Molina di Fiemme, domenica 6 settembre 2015, presso lo stadio di Piazzol. Un evento dedicato all’attività del boscaiolo con un ricco programma di gare che vedrà competere fra loro diverse squadre di boscaioli locali. Ma il programma non prevede solo le competizioni. Ci saranno anche momenti religiosi e culturali, che arricchiranno la giornata in un clima di festa.L’evento principale delle manifestazioni di contorno di questa edizione è rappresentato dall’apertura al pubblico della Segheria di Ziano di Fiemme, prevista per sabato 5 settembre 2015. Tutti i Vicini della Magnifica Comunità, ma anche famigliari, residenti, turisti, potranno accedere allo stabilimento seguendo un percorso guidato che permetterà loro di vedere il funzionamento dell’azienda.

Nel corso del pomeriggio è prevista anche la cerimonia di inaugurazione del nuovo impianto di cogenerazione a biomasse legnose per la produzione di energia elettrica e termica, recentemente installato.

Continue reading Ritorna la festa del boscaiolo

Egna è sempre più vicina

Il progetto delle settimane linguistiche a Egna verrà riproposto anche il prossimo anno: il nuovo comitato esecutivo della Comunità Territoriale della Val di Fiemme ha, infatti, raccolto il testimone della ex Giunta Zancanella, impegnandosi con le famiglie a portare avanti l’iniziativa. Dopo una prima edizione in forma ridotta, quest’estate hanno partecipato al progetto 60 studenti di Fiemme, suddivisi su due turni. L’obiettivo dell’iniziativa è il miglioramento della conoscenza della lingua tedesca e la conoscenza di un territorio prossimo geograficamente ma spesso considerato lontano culturalmente. Genitori e ragazzi presenti ad un incontro di verifica del progetto si sono detti soddisfatti dell’iniziativa, che è stato finanziata dalle due Comunità, dalla Regione e in parte dalle famiglie. Radici e ali è quanto di più importante possiamo trasmettere ai nostri figli e questo progetto racchiude in sé entrambi gli aspetti: la storia per conoscere da dove si viene, una lingua straniera per aprirsi al mondo. Per questo riteniamo che sia importante proseguire sulla strada di collaborazione e amicizia intrapresa con la Comunità Comprensoriale Oltradige Bassa Atesina: porteremo avanti questa iniziativa, implementandola e migliorandola, cogliendo suggerimenti e consigli da parte dei genitori, dei ragazzi e degli educatori che hanno partecipato a quest’edizione. Questo tipo di progetti non dà risultati immediati. Eppure sono proprio queste le iniziative più importanti per un territorio, quelle che guardano non solo al presente ma anche al futuro, quelle che non si limitano all’emergenza del momento ma puntano a gettare fondamenta solide.

                         

Continue reading Egna è sempre più vicina

Paolo Rumiz in val S. Nicolò

Domenica 30 agosto, alle ore 17.30, nella splendida baita “Lino Bottega” in Val San Nicolò, il giornalista e scrittore triestino Paolo Rumiz, fresco vincitore del premio “Città di Alassio” presenterà il suo ultimo libro “Come cavalli che dormono in piedi” edito da Feltrinelli. Un’occasione unica per il pubblico dell’autore, per camminare in una della valli laterali della Val di Fassa e ascoltare dalla viva voce di Rumiz, la presentazione dei contenuti e del viaggio nella storia che il libro porta con sé.

A seguire Paolo Rumiz, sarà protagonista, come narratore, dell’evento che abbina musica e narrazione: “La Gran Vera- Concerto e memorie sul fronte” nel quale le quattro bande della Val di Fassa si esibiranno in località Jonta in val San Nicolò, a partire dalle 20.30.

 

Continue reading Paolo Rumiz in val S. Nicolò

E’ principalmente una questione di buon senso

Razionalizzare l’esistente, evitando così lo spreco di risorse non è un concetto ideologico ma, banalmente, il modo corretto di utilizzare le disponibilità pubbliche, cioè di tutti noi. Nell’agenda della politica trentina ora si discute delle scuole così come ieri lo si è fatto con la sanità e l’altro ieri ragionando invece dell’accorpamento dei comuni. Su quest’ultimo tema stiamo velocemente arrivando alle decisioni operative mentre per quel che riguarda la sanità si combatte con Roma per preservare le specificità trentine. La scuola ( è la sua stagione), è nell’occhio del ciclone ed i partiti trentini si dividono sul piano 2016/17, piano che prevede accorpamenti e soppressione di scuole “poco produttive”. Negli anni, ben prima della crisi partita nel 2008, qualcuno, completamente inascoltato, aveva portato all’attenzione della politica nostrana, la necessità di riorganizzare territorio e servizi. Allora si parlava di evitare doppioni e sperperi. Oggi il tema è diventato quello di recuperare risorse per controbilanciare i minori gettiti che arrivano dal governo centrale oppure i maggiori esborsi che noi dobbiamo dare al governo di Roma. Ora dovremo fare di necessità virtù e, rimanendo nell’ambito della vulgata popolare, meglio tardi che mai. Dato per scontato ( speriamo! ), che non si riprenda a costruire nuovi campi di calcio ed affini, ci auguriamo che sia proprio il buon senso ad indicare la rotta da seguire e che le lobby e gli interessi elettroralistici non dettino l’agenda della spending review. Queste sfide, davvero niente male per la nostra classe politica, sono in mano principalmente ai nostri amministratori. Ci auguriamo che sappiano far quadrare il cerchio e che le legittime necessità dei cittadini siano governate, prima di tutto, dal buon senso.

Continue reading E’ principalmente una questione di buon senso

Sellaronda da campioni

La Sellaronda Trail Running, in programma sabato 12 settembre con partenza e arrivo a Canazei, oltre ad essere valida come quarta delle cinque prove delle Skyrunner® Italy Series e tappa conclusiva del circuito Salomon Trail Tour Italia, in questi giorni ha ricevuto comunicazione da parte della direzione del prestigioso Ultra-Trail du Mont-Blanc® che la competizione sui passi dolomitici è ritenuta valida come manifestazione di qualificazione ed assegnerà 1 punto per la graduatoria di ammissione degli atleti.

Prosegue dunque il contro alla rovescia per la competizione, che prevede l’ultimo step agevolato in fatto di iscrizioni domenica 30 agosto, con la quota fissata in 50 euro. Dal giorno successivo chi vorrà essere in gara dovrà versare la cifra di 70 euro, utilizzando le procedure on line collegandosi al sito ufficiale dell’evento www.sellarondatrailrunning.com.

Rimanendo in tema iscrizioni ad oggi le adesioni sono oltre 170 in rappresentanza di 9 nazioni, ma come sempre per conoscere i nomi degli atleti di prima fascia bisognerà attendere i giorni precedenti, ma vista la validità tricolore gli organizzatori si attendono runners di livello. Sicura la presenza dei leader del circuito Salomon Trail Tour Italia, che si concluderà proprio con la gara fassana. Dopo la quarta delle cinque tappe in calendario in campo maschile è al comando il genovese Davide Ansaldo con 250.040 punti, seguito dall’altoatesino Alexander Rabensteiner con 192.200 punti, quindi Florian Zanotti, Marco Franzini e Peter Kienzl. Nella graduatoria provvisoria femminile primeggia la bresciana Moira Guerini con 165.737 punti, seguita dalla cuneese Martina Chialvo con 137.700 e dalla savonese Virginia Oliveri (127.950 punti), quindi Marta Poretti, Alessia Maria Filippa e Martina Bricarello.

La Sellaronda Trail Running 2015 si presenta con alcune novità interessanti. La prima riguarda il percorso di gara, allungato di un paio di chilometri nell’ultima salita da Arabba a Porta Vescovo, transitando nei pressi del rifugio Padon, scelta che consente al nuovo tracciato, che si svilupperà come da tradizione attorno al Gruppo del Sella, principalmente su strade forestali e sentieri, di avere uno sviluppo totale di 59,050 chilometri, con un dislivello di 3378 metri. Una leggera modifica è stata apportata anche al tempo massimo di percorrenza, prolungato di un’ora rispetto allo scorso anno e fissato pertanto in 12 ore, con cancelli previsti a Selva, Corvara, Arabba e all’arrivo, ricordando anche lo “Sprint Felix” di Selva Val Gardena, un traguardo volante posto al 17° chilometro di gara che premierà il primo concorrente che transiterà sia al maschile che al femminile.

Il programma prevede l’apertura dell’ufficio gare alle 16 di venerdì 11 settembre presso la sala consigliare del Comune di Canazei, quindi il briefing tecnico alle 18.30, al quale seguirà il pasta party per tutti gli atleti presenti. Domenica apertura ufficio gare alle 4 del mattino, mentre lo start è stato anticipato di mezzora, con il via alle 5.30 da piazza Marconi a Canazei. Un momento davvero suggestivo, che sarà allietato nella prima parte di gara sino al Passo Sella da una serie di fiaccole che delimiteranno il tracciato di gara. L’arrivo dei primi concorrenti è per le 11.30, quindi pranzo, docce presso il centro Dolaondes e premiazioni alle 18 con consegna dei gadget a tutti gli arrivati nei tempi massimi.

Continue reading Sellaronda da campioni

Una brutta sorpresa

La nuova scuola di Masi di Cavalese potrebbe chiudere i battenti entro un anno. La struttura costata cinque milioni di euro sarebbe destinata ad essere esclusa dai parametri che la Provincia intende utilizzare per razionalizzare i costi dell’istruzione trentina e la clamorosa decisione dovrebbe avvenire già per l’anno scolastico 2016/17. Il piano provinciale prevede una serie di chiusure ed alcuni accorpamenti. Per quanto ci riguarda direttamente vi sarebbero dei cambiamenti per le scuole delle Ville, il trasferimento a Tersero degli alunni delle elementari e per l’appunto il trasloco dei ragazzi da Masi a Cavalese. Se così sarà la struttura verrà utilizzata come centro polifunzionale per gli abitanti della frazione di Cavalese.

Continue reading Una brutta sorpresa

A tu per tu con la montagna

Dopo il suo viaggio a Yosemite nel ’79 Roberto Bassi scopre una nuova dimensione dell’arrampicata: non più cime da conquistare, ma difficoltà estreme da superare con i movimenti del corpo, senza alcun aiuto esterno. Si sviluppa così il free climbing anche in Europa. Zanzara e Labbradoro raccoglie le testimonianze degli amici più vicini di Roberto Bassi, che ne tracciano la storia come persona, come arrampicatore, il suo ruolo determinante nello sviluppo del free climbing e i cambiamenti della cultura della montagna negli ultimi decenni. In caso di maltempo il film non verrà proiettato.   

Continue reading A tu per tu con la montagna

Turismo, molto buoni i primi dati ufficiali in Fiemme

Luglio è stato un mese generoso. I turisti in Val di Fiemme sono aumentati rispetto allo scorso anno, ma anche rispetto al 2013, quando la Val di Fiemme aveva registrato la migliore estate della sua storia. Il primo bilancio dell’estate 2015, dell’Azienda per il Turismo della Val di Fiemme, conferma così un trend di crescita. Ma le statistiche dei pernottamenti nelle strutture alberghiere della Val di Fiemme rivelano anche nuove tendenze.

Nel luglio 2015 gli arrivi sono cresciuti del 19% rispetto al 2014, raggiungendo il numero di 22.897. Rispetto all’estate 2013 la crescita è del 15,4%. Nel luglio 2015 le presenze sono aumentate del 9,9%, rispetto al 2014, e del 3,5%, rispetto al 2013.

Nello specifico, si è registrato un +21,5% di arrivi italiani e un +8,4% di arrivi stranieri. Le presenze degli ospiti italiani sono aumentate del 9%, mentre quelle degli stranieri del 17,2%. Il soggiorno medio degli italiani è diminuito, passando da 6,7 giorni nel 2014 a 6 giorni nel 2015. Il soggiorno medio degli stranieri, invece, è cresciuto passando da 3,9 giorni nel 2014 a 4,3 giorni nel 2015.

Osservando i dati dei mesi di giugno e luglio 2015, possiamo affermare che oggi un ospite su quattro è straniero, mentre nel 2013 era uno su cinque.

Gli stranieri registrano, fra giugno e luglio, il 23,5% degli arrivi totali e il 18,4% delle presenze. Fra i Paesi più affezionati alla Val di Fiemme, citiamo nell’ordine di interesse, la Germania, l’Olanda, la Norvegia, l’Austria, la Svizzera, la Polonia e la Repubblica Ceca.

Un altro successo è dovuto all’indice di apprezzamento della Trentino & FiemmE-Motion Guest Card che si rivela la card di servizi più utilizzata del Trentino. Dal 14 giugno al 15 agosto 2015, hanno usato la card della Val di Fiemme 45mila turisti, usufruendo di almeno due servizi a testa. La Trentino & FiemmE-Motion Guest Card è anche al primo posto in Trentino per l’utilizzo degli impianti di risalita. Hanno infatti usufruito di seggiovie e telecabine l’85% dei possessori della Card. Sono molto apprezzati anche gli altri servizi inclusi, come le visite ai musei e ai castelli del Trentino, le attività nella natura e la mobilità pubblica. Fino al primo agosto, 21mila turisti hanno viaggiato sugli autobus di Trentino Trasporti con la Card della Val di Fiemme. Altri 10mila hanno viaggiato sulle navette elettriche, sul trenino e sugli autobus dedicati.

In totale, in Val di Fiemme sono state distribuite il 24% di tutte le Guest Card del Trentino, totalizzando il più alto numero di emissioni. Segue la Val di Sole, con il 20% di Guest Card emesse.

Oltre al numero di emissioni, la Val di Fiemme conta anche il più alto numero degli accessi ai servizi. Il 40% degli utilizzi di tutte le Guest Card del Trentino sono eseguiti da turisti della Val di Fiemme. Un successo, considerando che in Val di Fiemme la card si paga 2 euro a notte, un prezzo superiore rispetto alle altre realtà trentine. “Questo significa – commenta Bruno Felicetti, direttore dell’Apt Val di Fiemme – che, quando si offrono in cambio servizi concreti e appetibili, si raccolgono ottimi risultati. Il turista si rende conto che la Card gli permette di risparmiare ed è riconoscente per i servizi ricevuti. Ne segue, quindi, un fertile e gradito passaparola”.

 

 

 

 

Continue reading Turismo, molto buoni i primi dati ufficiali in Fiemme