News

E’ il gioco delle tre carte. Poiché il governo Renzi non è in grado o non vuole mettere in atto la tanto strombazzata riduzione della spesa, ha deciso, (anche per finanziare gli 80 euro), di pagare l’obolo aiutandosi con nuove tasse. Nel tritacarne stanno finendo proprietari di terreni franosi o ancor meglio franati, le società che possiedono seggiovie, ovovie ecc. ecc. Tutto quello che può far quadrare i conti della Nazione e viene considerato depredabile, viene depredato. Si procede senza nessuna visione d’insieme e tutto ciò che capita a tiro viene usato per tirare avanti la “baracca” in attesa di tamponare poi, gli altri buchi di bilancio che si potranno verificare. In quale modo? Attraverso le clausole di salvaguardia o con qualche nuova spericolata invenzione. Non c’è davvero niente da ridere. Se dovesse verificarsi quanto ad oggi appare ineluttabile, per il nostro turismo sarebbe il bacio della morte. Pagare decine di migliaia di euro di IMU all’anno per una seggiovia sarebbe il de profundis per una industria turistica già molto stressata. Se poi, non si riuscisse a fermare la valanga che si è messa in moto, c’è da scommettere che interverranno le Provincie con risorse aggiuntive per salvare gli impiantisti asfittici. Insomma, finiremo di nuovo per pagare noi cittadini. Appunto, sempre il gioco delle tre carte.

Continue reading IMU sugli impianti? Facciamoci del male

Marco Nones, artista trentino che ha aperto a Castello di Fiemme il suo studio d’arte, debutta in Francia proprio in  un castello, Chateau de Ratilly. La sua mostra, inaugurata il 21 marzo, resterà aperta fino al 15 giugno 2015 accanto a quella dell’acquerellista Alessandra Bruno. I critici e i giornalisti parigini presenti al vernissage hanno apprezzato l’unicità delle sue opere. Il castello è dal 1956 un centro d’arte contemporanea capace di ospitare artisti di fama mondiale come Eduard Chillida, Alexandre Calder e Izuru Yamamoto. L’artista Marco Nones, “battezzato” da Philippe Daverio, ha creato un’installazione artistica all’esterno dell’antica fortezza intitolata ‘Raccolta di storie”. Nelle sale interne ha esposto le sue tele dipinte con il ghiaccio e la sua recente collezione di installazioni create con la linfa. Il pubblico ha rivelato interesse e ammirazione per una ricerca che ha spinto l’artista a esplorare nuove materie e nuove tecniche per sondare i misteri della vita.

Continue reading Marco Nones debutta in Francia

Bye bye autostop

Come sono lontani i tempi in cui ci mettevamo a lato di una strada con il pollice alzato in attesa di un passaggio. Oggi, incontrare un autostoppista è un accadimento raro, una di quelle esperienze da raccontare. I motivi della scomparsa di quel gesto sono, per certi versi, misteriosi anche se, possiamo certamente dire, che l’autostop in realtà non è sparito, si è trasformato. Oggi, grazie alla Rete, i passaggi in auto viaggiano attraverso la tecnologia ed anche mediante un vero e proprio cambio di paradigma. Infatti, un sempre maggior numero di cittadini stanno aderendo all’idea che Jeremy Rifkin ha reso popolare in tutto il mondo, ovvero il passaggio dal concetto di proprietà del bene al suo mero accesso.  Chi ha saputo sfruttare al meglio questo cambiamento è certamente Blablacar. Dopo molti tentativi in tutto il mondo è sbarcato nel 2012 anche in Italia ed oggi, anche da noi, sono in molti, principalmente giovani, che ne fanno uso per spostarsi. Una piccola quota di iscrizione alla piattaforma e voilà si apre un mondo che permette di muoversi a basso costo, facendo conoscenze e contribuendo  all’ecosostenibilità del nostro pianeta. Da quando questa piattaforma web, (nata in America nel 2006), si è andata diffondendo nel mondo, molto è cambiato anche nella sua struttura organizzativa e nel frattempo sono nate altre esperienze simili in vari Paesi ma, ancor oggi, Blablacar rimane il sistema di compartecipazione negli spostamenti più diffuso. Per info www.blablacar.com

Continue reading Bye bye autostop

Gross fa sognare e poi delude

Siamo arrivati ormai all’epilogo della coppa del mondo di sci. A Maribel, in Francia, si è corso l’ultimo slalom speciale della stagione. Dopo la prima manche, splendido tempo di Stefano Gross che ha messo tutti in fila e quinto posto di Giuliano Razzoli. Nella seconda manche ottimo tempo di Razzoli che si piazza al secondo posto  mentre Gross è solo sesto.

Continue reading Gross fa sognare e poi delude

Benvenuta primavera

Non ne abbiamo l’esclusiva, ma, in ogni caso, l’inizio della stagione della rinascita, è per noi, abitanti delle valli di montagna, uno spartiacque. Perlomeno da un punto di vista psicologico inizia un viaggio di avvicinamento verso periodi più temperati e ricchi di luce. Una luce che i nostri monti, in parte ci precludono, ma che da ora in avanti possiamo goderci anche grazie anche alle giornate che si stanno via, via, allungando. Tra una settimana, il 29 marzo, entrerà in vigore l’ora legale che aumenterà ulteriormente l’esposizione solare. Ciò ci permetterà di avere “chiaro” ben oltre le 20.00. Ancora qualche scampolo di sci in quota e poi saranno i mesi che risvegliano velocemente la natura, con la voglia di stare all’aperto, di passeggiare, di offrire respiro al nostro corpo che per molto tempo è rimasto imbacuccato in un inverno, non particolarmente rigido, ma pur sempre troppo lungo.

Continue reading Benvenuta primavera

Oggi, Paolo Rossi sarà a disposizione

Sarà Paolo Rossi il protagonista dell’appuntamento di quest’oggi con «FOYER DELLA PROSA», incontro di approfondimento critico sulla programmazione teatrale proposto dal Centro Servizi Culturali S. Chiara in collaborazione con il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento. L’attore, in scena in questi giorni al Teatro Sociale con «L’IMPORTANTE È NON CADERE DAL PALCO», si confronterà con gli spettatori e con gli studenti toccando i temi che sono al centro di questa rappresentazione che lo vede ripercorrere la sua ormai lunga carriera artistica. Sarà l’occasione per ricordarne le tappe più significative che lo hanno portato dalle prime esibizioni nei cabaret, ai successi televisivi di Su la Testa e Scatafascio, ma anche nelle piazze e nei teatri con il suo Circo itinerante, con l’omaggio al Mistero Buffo di Dario Fo e con le originalissime interpretazioni dei testi classici, da Molière a Shakespeare. La partecipazione all’incontro/dibattito, che sarà introdotto e coordinato dal prof. Michele Flaim, è libera e aperta a tutti. L’appuntamento è fissato alle 17,30 presso la Sala Medievale del Teatro Sociale. Lo spettacolo tornerà poi in scena venerdì 20 marzo alle 20.30, sabato 21 alle 21.00 e domenica pomeriggio alle ore 16,00.

Continue reading Oggi, Paolo Rossi sarà a disposizione

Arriva l'eclissi di Sole

Domani dovrebbe essere una giornata serena. Potremo così gustarci una “storica” eclissi di sole. Da noi, il fenomeno inizierà verso le 8 e 30 e raggiungerà il suo culmine un’ora dopo, per poi andare ad esaurirsi intorno alle 10.45. L’oscuramento del sole, in Trentino, sarà solo parziale raggiungendo solo un 50/60%, sufficiente comunque a creare  fascino e magia. Il consiglio è di non fissare l’evento se non provvisti di di protezioni adeguate onde evitare il pericolo di danneggiare gli occhi. La miglior difesa è garantita dagli occhiali da saldatore ed, in ogni caso è opportuno evitare una lunga esposizione ai raggi solari.

Continue reading Arriva l’eclissi di Sole

Con le Coop, ottime convenzioni

Da gennaio Cooperazione Salute  – la Società di Mutuo Soccorso del Movimento cooperativo trentino – ha attivato nuove convenzioni a beneficio dei propri Iscritti. In particolare, sono state riviste le convenzioni con gli Studi odontoiatrici, che applicano un tariffario unico e agevolato con tariffe inferiori fino al 70% rispetto ai prezzi sul mercato. A queste si sono aggiunte nuove convenzioni con Strutture sanitarie, presso le quali gli Iscritti possono beneficiare di tariffe inferiori del 10 – 20% rispetto a quelle normalmente applicate dalle strutture stesse. Delle spese sostenute presso gli Studi e le Strutture convenzionate potrà essere fatta normale richiesta di rimborso, a seconda del Piano sanitario di riferimento per l’Iscritto. Da quest’anno, Cooperazione Salute ha inoltre attivato un Piano di Assistenza per i Soci delle Cooperative di consumo trentine. Il Piano di Assistenza prevede la possibilità di accedere alla rete di strutture sanitarie, parasanitarie, odontoiatriche e socio-sanitarie-assistenziali, convenzionate con Cooperazione Salute, presso le quali beneficiare dei tariffari agevolati e prestabiliti. Il numero di accessi alle strutture della rete è illimitato, per tutta la durata della copertura del Piano di Assistenza – un anno dall’attivazione. Per iscrivere il proprio nucleo familiare a Cooperazione Salute, basterà compilare un modulo comunicazione e versare la quota di iscrizione. A seguire, Cooperazione Salute invierà agli interessati la comunicazione di avvenuta iscrizione e una ricevuta di pagamento. Una volta attivata la copertura, i familiari potranno prenotare le prestazioni presso le strutture convenzionate, specificando di essere Iscritti a Cooperazione Salute; al momento dell’accettazione, è necessario fornire alla struttura il proprio codice fiscale e un documento di riconoscimento in corso di validità. La struttura emetterà regolare ricevuta fiscale, applicando la scontistica concordata, che potrà essere portata in detrazione dall’imponibile IRPEF. Per ulteriori informazioni : WWW.COOPERAZIONESALUTE.IT OPPURE 0462 342715

Continue reading Con le Coop, ottime convenzioni

Un consiglio non richiesto

Qui da noi sono meno sdraiati? Forse. il merito è anche della diffusa attività fisica che caratterizza le nostre comunità, ma le tendenze in atto, le mode, la tecnologia e il futuro nebuloso toccano anche i nostri ragazzi “di montagna”, che spesso portano avanti la loro adolescenza così come raccontato  da Michele Serra, giornalista e scrittore. Gli “ sdraiati” è il suo ultimo libro, dal quale è stato tratto anche un lavoro teatrale che sta girando per l’Italia e che ha come protagonista Claudio Bisio. E’ la storia di un padre e del suo rapporto con il figlio, un libro divertente ma anche toccante. Un consiglio non richiesto, leggetelo. Non abbiamo percentuali sulle vendite, ma solo il piacere di condividere un tema che tocca, ha toccato, toccherà molti.

In cucina il lavello è pieno di piatti sporchi. Macchie di sugo calcinate dal succedersi delle cotture chiazzano i fornelli. Questa è la norma, l’eccezione (che varia, in festosa sequenza) è una padella carbonizzata, o il colapasta monco di un manico, o una pirofila con maccheroni avanzati che produce le sue muffe proprio sul ripiano davanti al frigo: un passo ancora e avrebbe trovato salvezza, ma la tua maestria nell’assecondare l’entropia del mondo sta esattamente in questo minimo, quasi impercettibile scarto tra il “ fatto “ e il “non fatto” . Anche quando basterebbe un nonnulla per chiudere il cerchio, tu lo lasci aperto. Sei un perfezionista della negligenza.

Più di un posacenere, in giro per la casa , rigurgita di cicche . Spero non solo tue. Dalla piccola catasta è tracimata qualche unità ribelle, rotolata sul tavolo o caduta per terra. Scaglie di cenere ornano specialmente il divano, tuo habitat prediletto. Vivi sdraiato. Tranne che in cucina, dove domina il puzzo di rancido, la casa è impregnata del tanfo di sigaretta spenta, e perfino a me, che fumo , pare impossibile classificare quella cappa mortifera come il residuo di un piacere. Il tabagista più irrecuperabile dovrebbe venire qui un paio di volte alla settimana, respirare con quello che gli resta dei polmoni quest’aria combusta e melmosa. Si redimerebbe. 

Continue reading Un consiglio non richiesto

Nulla sarà come prima

Cavalese è in subbuglio. Una quindicina di giorni fa abbiamo scritto in un post, che la discesa in campo di Beppe Pontrelli, quale candidato a Sindaco alle prossime Amministrative di maggio, avrebbe cambiato completamente gli equilibri politico/amministrativi del Comune. Siamo stati facili profeti. L’ultimo Consiglio Comunale di Cavalese si è incartato, poiché le minoranze sono state rimpinguate dall’arrivo di tre consiglieri che hanno cambiato casacca. Dieci a dieci è ora il quadro d’insieme e la possibilità che si arrivi al commissariamento del Comune, anche solo per pochi giorni è davvero molto vicina. E’ l’effetto Pontrelli. Dal canto suo il Sindaco uscente Silvano Welponer, ci ha confidato che intende, al più presto, informare i cittadini sulle conseguenze economiche negative, per i cavalesani, conseguenti a questo impasse. Intanto si preparano le liste e nella squadra di Welponer pare ormai certa la defezione di due pedine importanti quali Finato e Pardatscher che avrebbero deciso di non ricandidarsi. Predazzo, dal canto suo sonnecchia. Ricandida la Sindaca Maria Bosin con la sua squadra. E’ data per superfavorita. Dalle retrovie potrebbe arrivare una lista ispirata da Luca Donazzolo. Se tutto si fermasse qui ci troveremmo con un numero di pretendenti al governo del Paese, mai così esiguo. Non è però il caso di fidarsi, dato che, sia a Predazzo, che in altri paesi di Fiemme e Fassa cova la brace sotto la cenere, si tengono le carte coperte ed è possibile che potremo assistere a qualche inaspettata sorpresa. Non manca ormai molto. Entro poche settimane tutte le liste dovranno presentarsi ai cittadini per il giudizio quinquennale. Le nostre legittime curiosità saranno svelate e l’ultima parola toccherà a tutti noi.

Continue reading Nulla sarà come prima