Cavalese va al ballottaggio

Proviamo a fare un ragionamento. Poco prima della chiusura delle liste, Cavalese aveva due candidati alla carica di Sindaco: Silvano Welponer Sindaco uscente e Beppe Portelli che raggruppava il variegato mondo dell’opposizione. I giochi erano aperti e tutto poteva accadere. Poi, a sorpresa, si è fatto avanti Mario Rizzoli, che, a nome del Patt ha presentato le sue liste. A quel punto il quadro è completamente cambiato e si è profilata l’alta probabilità che si andasse al ballottaggio. Negli abboccamenti pre-elettorali Silvano Welponer ha proposto a Rizzoli un apparentamento, ma non vi è stato un seguito positivo. Veniamo all’oggi. Il 24 maggio si va al ballottaggio, (Welponer con il 46,6 del primo turno e Pontrelli con il 30,3). Cosa può accadere? Azzardiamo. Silvano Welponer va da solo al secondo turno immaginando l’incompatibilità tra l’elettorato di Pontrelli e quello di Rizzoli, e cercando di portare verso di se i cittadini nel nome della continuità, oppure vi potrà essere un accordo tra Welponer e Rizzoli (23,2% dei voti) che forse potrebbe non essere necessario, ma che invece potrebbe essere utile per mantenere un buon feeling  con l’Amministrazione Provinciale. E Beppe Pontrelli? Si giocherà tutto cercando di dare voce alla voglia di cambiamento che, a Cavalese si è espressa con l’evidenza dei numeri.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento