C’è qualcuno in casa?

Il dibattito è accesissimo. Dopo l’uccisione del ragazzo albanese, (freddato dal pensionato lombardo che, esasperato da varie intrusioni ladresche nella sua casa, lo ha colpito a morte sulle scale esterne della sua villetta) e le successive demenziali intrusioni televisive del leghista Buonanno, (che si è presentato in TV munito di pistola dichiarando che, da Sindaco, contribuirà con un 30% all’acquisto di armi per l’auto difesa dei suoi concittadini,) nei bar, nelle case ed in ogni dove, non si sente parlare d’altro che non sia il tema della nostra sicurezza. Anche noi, forse in misura minore, abbiamo il problema delle intrusioni in casa, una questione che in altre zone d’Italia è divenuto un vero e proprio flagello. Se ne parla poco, ma i furti nelle abitazioni sono anche un nostro problema. Nelle nostre Valli i ladri agiscono principalmente in determinati periodi dell’anno e in special modo presso le abitazioni periferiche. Le forze dell’ordine tengono un costante monitoraggio della situazione e fanno un lavoro di intelligence utilissimo ma, ( vista la vastità del territorio da controllare e l’alto numero di abitazioni “ isolate” oltre alle innumerevoli seconde case disabitate per buona parte dell’anno) particolarmente impegnativo. E noi cittadini cosa possiamo fare? E le pubbliche amministrazioni cosa fanno? Mi pare di poter dire che il tema della sicurezza non sia all’ordine del giorno dei nostri amministratori e quando lo è viene poco e male comunicato. In molte zone del nostro territorio andrebbe implementata l’illuminazione notturna, le telecamere di sorveglianza potrebbero essere aumentate e segnalate allo scopo di creare deterrenza e inoltre sarebbe certamente utile  venissero promossi alcuni incontri pubblici nei quali fossero affrontati questi temi dando utili informazioni e consigli. Vi è poi l’atteggiamento individuale che dovrebbe essere meno emotivo : bando agli sceriffi e invece una spinta alla promozione per l’acquisto di un buon cane da guardia. A questo punto avremo in caso un nuovo amico fedele e vigile anche se cresceranno i contenziosi con i nemici dei “cani piscioni”, ma questo è un altro tema di attualità che andrebbe ben bene affrontato.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento