E’ stata inventata la neve perenne

Alla presentazione del prototipo del nuovo “cannone” per la produzione della neve, (che si è tenuta oggi allo stadio del fondo di Lago di Tesero), le reazioni dei presenti erano tra lo stupefatto e l’incredulo. Come dargli torto. Il nuovo macchinario permette infatti di produrre neve a oltre 15 gradi sopra lo zero anziché ai meno 3 degli ormai obsoleti cannoni che a tutt’oggi usiamo sulle nostre piste. Il tutto senza l’utilizzo di additivi chimici. In realtà le cose non sono cosi’ semplici poiché per mettere in produzione questa meraviglia è ora necessario trovare i finanziatori. Ma chi sono coloro che hanno realizzato questo miracolo? Il team è composto da Francesco Besana, ingegnere di origine bergamasca e trentino di adozione, Fabiano Maturi, ingegnere e dipendente delle funivie di Pinzolo, Giuseppe Franchini, docente all’Università di Bergamo e Anna Vanzo, laureata in Economia e Commercio e impiegata dell’ApT della Val di Fiemme. Dopo anni di lavoro e di notti insonni il progetto “NeveXN è realtà . La startup co-finanziata dalla Provincia di Trento e dall’Europa ha permesso di realizzare un prodotto che può contribuire allo sviluppo del turismo invernale e non solo. Speriamo sfugga alle pastoie burocratiche e dia la soddisfazione che merita ai suoi ideatori.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento