Estate senza cellulare

Anche quest’anno la Comunità Territoriale della Valle di Fiemme organizza le attività estive per bambini e ragazzi. Tre diverse proposte, suddivise per età, secondo una formula ormai consolidata: Estate Baby, per 120 bambini delle scuole dell’infanzia, suddivisi su due turni bisettimanali (al costo di 145 euro) e due turni settimanali (70 euro), con attività di gruppo, scampagnate e giornate in piscina; Estate Ragazzi, per 100 alunni di medie e elementari, su due turni di due settimane ciascuno (180 euro), con un ricco programma che prevede scampagnate, attività all’aperto e attività in compagnia; Estate Sport, settimane a tema (karate, minibasket, zumbakids, calcio e orienteering le attività proposte) aperte a 60 bambini per incrementare il bagaglio motorio (200 euro). Le attività sono organizzate a Cavalese e dintorni: il costo include anche il trasporto.

. Il programma verrà presentato ai genitori interessati nel corso di una serata informativa: giovedì 7 aprile alle 20.30 in Sala Bavarese a Tesero verranno illustrati i dettagli delle varie proposte, alla presenza dei rappresentanti della Comunità Territoriale e della Cooperativa Città Futura, di Progetto 92 e del Centro Benessere Aretè Club. Un’occasione per conoscere chi si occuperà delle attività con bambini e ragazzi e chiarire eventuali dubbi, prima di effettuare le iscrizioni, entro le ore 12 di venerdì 29 aprile (moduli e programma sono disponibili sul sito www.comunitavaldifiemme.tn.it).

Una delle novità è il divieto di utilizzo durante le attività di dispositivi elettronici, come cellulari, tablet o videogiochi, che verranno temporaneamente ritirati dagli educatori e riconsegnati al termine della giornata. Le attività proposte sono state pensate proprio nell’ottica dello stare insieme e del fare insieme. Durante la giornata ognuno potrà trovare spazi di incontro (giochi liberi e strutturati), di azione (laboratori, gite, attività organizzate in collaborazione con le realtà del territorio), ma anche momenti di tranquillità e relax. L’intento è quello di favorire la relazionalità immediata, preservandoli dall’abuso e dall’utilizzo arbitrario di apparecchiature tecnologiche che possono comportare la diffusione on-line di immagini di minori e che sicuramente non sono necessarie per lo svolgimento delle attività estive.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento