La pace, insieme

I giovani dell’orchestra “Pentagrammando la pace insieme” hanno iniziato il 2018 con due concerti in Val di Fiemme. Giovani marchigiani e croati si sono esibiti il 4 gennaio nella Sala Aldo Moro di Bellamonte e il giorno seguente al convento dei padri francescani di Cavalese, con un programma che comprendeva musica proveniente da diverse parti del mondo. Diretti dal maestro Stefano Campolucci, i giovani musicisti, accompagnati dalle voci di David Mazzoni e Laura Andreoni, hanno regalato un vortice di emozioni diverse con al centro un messaggio di solidarietà e di pace, spaziando dalle sonorità dei Paesi arabi a quelle macedoni, canadesi, italiane… Questo progetto è nato da un’idea di padre Armando Pierucci, francescano originario delle Marche, professore al Conservatorio di Pesaro e organista ufficiale della Chiesa del Santo Sepolcro a Gerusalemme per 20 anni. Egli sognava di creare dei legami stabili tra ragazzi provenienti da diverse nazioni, religioni e culture e la musica si è rivelata uno strumento potente: alcuni anni fa ha preso il via “Pentagrammando la pace insieme”, un’esperienza di amicizia e scambio utile alla crescita umana e professionale dei tanti ragazzi che negli anni si sono avvicinati al programma sostenuto dall’associazione Premio Vallesina onlus. «Le esibizioni dell’orchestra da alcuni anni si svolgevano in estate – dichiara il presidente dell’associazione Premio Vallesina onlus Roberto Campelli – ma lo scorso agosto non abbiamo potuto organizzare la tournée. Finalmente abbiamo potuto permettere ai giovani musicisti, guidati dal maestro Campolucci, di vivere una nuova e stimolante esperienza di condivisione e di crescita umana e professionale. Un ringraziamento sentito a quanti hanno permesso di preparare il programma, ai Comuni di Predazzo e di Cavalese, a Incontri Europei Tour Operator, all’Apt Val di Fiemme, alla Garbini Consulting, all’Università per la Pace e all’Albergo Stella Alpina di Bellamonte».

L’assessore comunale al Turismo Giuseppe Facchini aggiunge: “È stato un grande piacere per noi ospitare i giovani musicisti del progetto “Pentagrammando la pace insieme”, che ci hanno regalato brani da tutto il mondo e un bellissimo messaggio di pace e integrazione. Per loro è stata l’occasione di conoscere la nostra valle, godendo del meraviglioso panorama imbiancato di queste settimane. Saremo lieti di ospitarli ancora”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento