Ecco "La Sportiva Epic Ski Tour"

L’inventore del Tour de Ski lancia una nuova proposta per lo scialpinismo: “La Sportiva Epic Ski Tour”. Un evento in programma dal 12 al 15 gennaio 2017 sulle nevi del Trentino, nelle Valli di Fiemme e di Fassa, che annuncia piacevoli “stravolgimenti” nel modo di intendere e affrontare lo scialpinismo moderno. L’accostamento è d’obbligo al mitico “Tour de Ski”, che nello sci di fondo da dieci anni ha cambiat il modo di intendere e affrontare lo sci nordico. In effetti il “Tour de Ski” e “La Sportiva Epic Ski Tour” hanno un gene in comune, Jürg Capol, ora direttore di FIS Marketing per lo sci nordico.

Il progetto è semplice: assicurare un grande appuntamento sportivo per gli appassionati dello scialpinismo, dedicato sia ai grandi campioni, sia agli amatori. Il venerdì sera si gareggia in una competizione notturna sul Cermis, su un percorso in parte su pista e in parte fuoripista con 750 metri di dislivello per scaldare i muscoli, sabato 14 sci ai piedi, ma anche in spalla, al Passo San Pellegrino con partenza alla stazione di valle della funivia Col Margherita e salita fino a cima Lastè Pradazzo, a 2580 metri, cui farà seguito una seconda salita fino al Col de le Palue. Domenica 15 gennaio ultima giornata al Passo Pordoi, con salita fino a Forcella Pordoi (2829 m.) e poi discesa lungo la selvaggia Val Lasties e risalita fino al Passo.

“La Sportiva Epic Ski Tour” si svolgerà proprio nel week end successivo alla finale del Tour de Ski, con fulcro il Palafiemme di Cavalese dove saranno allestiti i desk di gara, il “village” e tutte le attività collaterali. Le iscrizioni per l’edizione 2017 sono già aperte dal primo aprile, così come è attivo il sito www.epicskitour.com.

Ecco le parole di Jürg Capol a proposito di questo sua nuova talentuosa proposta: “L’idea è nata durante una telefonata con Kurt, ma seguo lo sviluppo dello scialpinismo già da tanti anni. La zona della Val di Fassa e della Val di Fiemme è il cuore delle Dolomiti e dello scialpinismo, e lo scialpinismo è uno sport invernale in forte crescita e che ultimamente si è avvicinato allo sci di fondo, forse dobbiamo addirittura pensare di integrare in qualche modo le due discipline. La Sportiva Epic Ski Tour vuole essere una gara per la massa, che propone agonismo ma anche divertimento, praticare lo sport è importante ma anche intrecciare nuove amicizie e conoscenze. Per prima cosa vorrei che tante nazioni fossero presenti al via della prima edizione, così sarà una grande festa con tanti amici, poi si vedrà se allargare l’evento ad altri Paesi, per il momento stiamo con i piedi per terra, noi cercheremo comunque di fare il massimo”.

Gli fa eco Kurt Anrather: “Il nostro obbiettivo è quello di proporre una manifestazione davvero per tutti. Vogliamo far divertire la gente comune e non solo proporre cose estreme. Gli appassionati di scialpinismo potranno gustare queste giornate sugli sci anche nel pre e nel post gara, per ritemprarsi dopo lo stress di ogni giorno”.

Lorenzo Delladio, amministratore delegato de La Sportiva, non ha dubbi: “Jürg Capol mi ha proposto la partnership, il mio ok è arrivato dopo appena 5 minuti dal nostro incontro. Ritengo Capol una persona competente, di larghe vedute e soprattutto affidabile. Credo molto in questo evento per la promozione del mio marchio aziendale, ritengo che sia la più grossa gara ideata per la massa, e per di più viene organizzata nella zona in cui gravita la nostra azienda.”

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento