L’allarme sicuro, chiama il 112

Gli allarmi di negozi, alberghi, laboratori e perfino quelli delle stalle hanno proprie logiche. Per scegliere coerentemente il miglior antifurto per la casa, è importante comprendere quale genere possa essere più funzionale, in base alle dimensioni dell’abitazione, al numero delle stanze, alla presenza di animali domestici e al tempo in cui la casa non è abitata.

Mai come in questo caso, la qualità del prodotto va pagata. L’antifurto wireless (appena più costoso di quello a filo) vanta un’ottima duttilità che gli permette di adattarsi ad abitazioni anche molto diverse. Opera tramite collegamenti senza filo e i vari elementi comunicano via radio. I prezzi, piuttosto contenuti, concorrono al suo successo.

È consigliabile scegliere i modelli con sistemi anti inceppamento e a doppia frequenza per assicurarsi che il segnale non venga disperso o sopraffatto e per averne garantito il funzionamento anche in caso di black out.

Scegliere di avere anche il supporto GSM significa che l’impianto è in grado di avvisare telefonicamente nel caso accade qualcosa di anomalo in casa, tramite sms, messaggio vocale, mandando una foto o addirittura un video fino a otto numeri telefonici diversi. Uno di questi può essere eventualmente una Centrale Operativa attiva 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno, che può, in caso di intrusione, verificare quanto sta succedendo e inviare immediatamente un segnale alle Guardie Giurate e alle forze dell’ordine.

  1. M. C.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento