Lavoro estivo, occorre specializzarsi

Si avvicina la stagione estiva e così inizia il tram-tram della ricerca lavorativa. Fino a qualche anno fa erano gli stessi albergatori o negozianti che chiedevano ai giovani di andare a lavorare per loro. Era quasi automatico trovare un lavoro per la stagione e tutti erano fieri di averlo.

La situazione è evidentemente cambiata, i ragazzi non sono più così ricercati, specialmente se non hanno “esperienza pregressa nella mansione” e sono rari gli offerenti che chiedono almeno “disponibilità e voglia di imparare”. La frenesia di oggi non dà più l’opportunità ai giovani di imparare e fare esperienza, mentre per chi dovrebbe insegnare spesso manca il tempo, per spiegare, correggere e mostrare.

Una volta, finito l’anno scolastico, gli studenti erano destinati al lavoro nei boschi, si andava a misurare le piante. Sole, pioggia, caldo, niente li fermava, perché quei soldi, guadagnati con fatica, servivano per mettere miscela nel vecchio Fifty del papà e per andare a cena con gli amici. Non serviva grande esperienza ma solo buona volontà, altrimenti… a casa! E nessuno voleva farsi spedire a casa.

Abbiamo la fortuna di vivere in una zona dove il lavoro stagionale non manca e le offerte di lavoro sono spesso numerose. Certo, le stagioni lavorative non sono quelle degli anni ’80 – ’90, quando già a giugno arrivavano i turisti e fino a che le scuole non iniziavano, hotel e case erano sempre pieni. Di conseguenza, anche i bisogni dei datori di lavoro erano diversi. Non si poteva fare a meno dei giovani aiutanti.

Le nuove normative scolastiche offrono agli studenti varie esperienze, che spesso però non sono retribuite e le ore richieste sono tante; e così, per chi ha voglia e necessità di lavorare, spesso a mancare è proprio il tempo. Conciliare il tutto non è facile, ma c’è chi con buona volontà, determinazione ed entusiasmo riesce ancora a trovare lavoro, magari mostrando buone capacità, in decisa controtendenza a quello che spesso si va dicendo dei giovani italiani.

Attraverso l’utilizzo dei social molti ragazzi si presentano e si offrono per lavorare, in qualsiasi mansione, sottolineando la grande voglia di imparare. Non si tratta soltanto di valligiani ma anche giovani di fuori provincia o dall’estero cercano lavoro in Fiemme e Fassa. Di grande aiuto sono i gruppi Facebook “Cerco/Offro Lavoro”.

Insomma, qualche occasione c’è ancora, sia per chi offre sia per chi cerca. Molti sono i giovani con tanta voglia di fare, speriamo siano altrettanto numerosi anche quelli che non offrono soltanto lavoro, ma anche tempo ed esperienze di vita utili a crescere e migliorarsi.

Sara Bonelli

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento