L’orienteering nazionale sarà a Lavazè

A primavera l’orienteering italiano avrà gli occhi puntati sull’altipiano di Lavazè, dove il 19 e il 20 maggio si disputeranno i Campionati Italiani Middle e Staffetta. Armati della mappa dettagliata dei sentieri e delle zone intorno al centro del fondo diLavazè, circa un migliaio di atleti sfideranno i cronometri alla ricerca dei punti di controllo, le cosiddette “lanterne”. L’orienteering è uno sport per chi ama la natura e non disdegna l’avventura, che richiede buone capacità di leggere una cartina topografica e tanta voglia di “sporcarsi le mani”. L’altipiano di Lavazè è una località molto amata dagli orientisti italiani e transalpini, con i suoi boschi di cirmolo, il massiccio del Latemar le montagne dell’Alto Adige a fare da sfondo, si rivela un terreno impegnativo persino per i più allenati. Si prospetta un week end scenografico e ricco di emozioni sia per chi è alla caccia di un titolo italiano, sia per i principianti, che avranno la possibilità di avvicinarsi a questo sport peculiare grazie a percorsi semplificati. Sarà una buona occasione anche per chi non lo avesse mai provato per capire come funziona e divertirsi alla ricerca delle bandiere bianche e rosse nascoste lungo i sentieri. Grazie ai contributi della Provincia Autonoma di Trento, del Bim e dell’amministrazione comunale di Varena la zona è stata recentemente rilevata da un tecnico competente e la cartina di gara sarà aggiornatissima e particolareggiata. Il comitato organizzativo vede collaborare fianco a fianco ben tre società sportive della Val di Fiemme: u.s. Lavazè di Varena, G.s. Castello di Fiemme e u.s. La Rocca Daiano e tanti volontari. L’evento è aperto a tutti (sono attesi anche atleti dalla Svizzera e dall’Austria!). Le iscrizioni verranno aperte a fine aprile e potranno essere fatte tramite il sito dell’orienteering italiano (www.fiso.it), sia dal sito dell’evento (lavazeorienteering2018.strikingly.com).

Stefania Monsorno

Lascia un commento