Manarin, ritorno al futuro

È tutto pronto per la riapertura ufficiale, fissata per sabato 15 ottobre. La discoteca di Fiemme torna a chiamarsi Manarin, dopo aver trascorso 18 anni con il nome Mardok. Il locale è stato rinnovato, a partire dai colori, dalle luci laser e da alcuni spazi dove è possibile consumare cene su prenotazione. Ora il Manarin Disco Dinner è pronto a cambiare musica. Ma come? L’idea dei proprietari storici Piero e Gary Delladio, padre e figlio, è quella di proiettarsi nel futuro attingendo il meglio dal passato. Si riaffacciano infatti alla consolle due vecchie conoscenze del locale di Cavalese, il deejay Andrea Torres e il vocalist Chicco Montini. Un coppia rodata e vincente che è capace di attrarre giovani di tutte le età per professionalità, gusto musicale e simpatia.

Il Manarin Disco Dinner, quindi, non si affida solo alle innovative tecnologie acustiche, laser e Led capaci di trasformare l’atmosfera della sala e trascinare il pubblico in onirici viaggi virtuali. Il locale punta molto su uno staff artistico affiatato e capace di innescare un’immediata empatia. In questo progetto c’è tutta l’emozione di un inizio. La si legge sui volti di Andrea Torres (all’anagrafe Andrea Molina Torrico) e Chicco Montini (Mirco Sturaro). Due professionisti di Cavalese che hanno lavorato in locali affermati del Trentino Alto Adige e del Nord Italia e in importanti deejay set, anche al fianco di noti deejay italiani ed esteri.
In questi ultimi anni la discoteca di Cavalese era affollata soprattutto da giovanissimi intorno ai 15-16 anni, quindi la nuova gestione artistica ha come primo obiettivo quello di portare in pista giovani di tutte le età, anche dai 25 anni in su. “Il nostro sogno – confida Chicco Montini – è quello di stimolare le persone a divertirsi in mezzo agli altri. Vorremmo che tornasse a tutti la voglia di uscire di casa”. Andrea Torres aggiunge: “Ce la metteremo tutta, creando serate a tema e allestimenti scenografici intriganti, ma anche invitando deejay di fama nazionale e internazionale o collaborando con discoteche regionali. Non saremo da soli, per fortuna possiamo contare su uno staff pieno di energia che ringraziamo fin d’ora”. Il team infatti è composto da altri tre deejay, Ale Zaccaria, Annis Zeni, Paolo Varesco e da Fulvio Bertoluzza “Voice”.

Ogni venerdì sera, già a partire da novembre, sarà dedicato a un tema diverso. Uno di questi sarà il Siva’s, una serata ispirata al locale anni ’70-’80 che divertiva i giovani nel piano sotterraneo del Teatro di Cavalese. Una volta al mese il sabato sera porterà il marchio di fabbrica Reverse. Il divertimento decolla in via Dossi il venerdì e il sabato, mentre durante le feste natalizie le serate raddoppieranno. La discoteca offrirà la possibilità di prenotare i tavoli in zona privée. Se sarà un successo, non lo si capirà solo dai numeri. “Il vero successo è incontrare volti felici in paese la mattina successiva e ricordare insieme le risate”, conclude Chicco Montini, con l’espressione di chi sta già pregustando il piacere del giorno dopo.

Beatrice Calamari

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento