I Mondiali Junior di Sci Alpino 2019 sono il tema del 4° Simposio Internazionale di scultura lignea

«Grandi eventi e montagna: scolpire i Mondiali Junior Sci Alpino 2019», è il tema della quarta edizione del Simposio Toni Gross. Da lunedì 10 a sabato 15 settembre 2018 sarà interpretato da 12 artisti, che attiveranno nel Comune di Sèn Jan di Fassa un grande laboratorio di scultura all’aperto, per realizzare in cinque giorni la propria opera da un tronco o pannello di cirmolo. Lavoreranno lungo tutta la strada di Meida, dal centro di Pozza fino allo Ski Stadium di Aloch, che nel prossimo mese di febbraio ospiterà le competizioni mondiali giovanili delle discipline tecniche.

Il simposio internazionale di scultura lignea «L’om e la Dolomites» in memoria di Toni Gross è organizzato a Pozza con cadenza biennale dal 2012. L’obiettivo, oltre naturalmente a ricordare la figura dello scultore e alpinista di Pozza che è stato anche insegnante e preside dell’Istituto d’Arte ora Liceo artistico fassano, è quello di offrire alla gente della valle e ai suoi ospiti, in un periodo in cui la stagione estiva volge al termine e per la scuola inizia un nuovo anno scolastico, un evento che unisca la proposta turistica con la promozione dei valori del territorio: la montagna, la cultura e la lingua della popolazione ladina e la valorizzazione dell’arte e della scultura, vocazione storica in Val di Fassa dove da quasi 80 anni esiste una Scuola d’arte.

L’evento è organizzato dalla Scuola Ladina di Fassa – Liceo artistico/Scola d’èrt G. Soraperra, insieme all’Union di Ladins de Fascia, al Comune di Sèn Jan di Fassa e all’Istitut Cultural Ladin “Majon di fascegn” ed è sostenuto dalla Regione Trentino Alto Adige, dall’Azienda di Promozione Turistica di Fassa, dal Consorzio Elettrico di Pozza, dalle ASUC di Pozza e Pera di Fassa e da altri sponsor privati.

La quarta edizione si avvale inoltre della collaborazione del Comitato Organizzatore del Campionati Mondiali Junior Sci Alpino Trentino – Val di Fassa 2019, per portare all’attenzione degli artisti e dei visitatori l’importante evento sportivo, che si svolgerà in valle dl 18 al 27 di febbraio del prossimo anno.

Concluse le realizzazioni, sabato 15 settembre le opere saranno valutate da una giuria tecnica di artisti ed esperti, presieduta dall’architetto Gianni Pettena, che deciderà i vincitori del primo, secondo e terzo premio. Nello stesso giorno anche il pubblico potrà votare l’opera preferita, con l’atto finale rappresentato dalla serata di premiazione, che sarà allietata da interventi di interesse culturale e intrattenimento musicale.

Per coinvolgere maggiormente i ragazzi della Scuola di Fassa, nei giorni del Simposio sarà attivato anche un laboratorio didattico, che permetterà ad alcuni studenti degli ultimi anni, con la preziosa guida dei docenti del Liceo artistico, di fare un’esperienza di scultura in pubblico affiancandosi agli artisti più esperti. Inoltre verrà allestita una mostra con opere realizzate dagli artisti partecipanti al simposio.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento