La Ski Area San Pellegrino premia Nibali

Nella foto: Vincenzo Nibali con Mirko Demattè

L’impresa sportiva di Vincenzo Nibali al Giro d’Italia 2016 ha un significato particolare per la Ski Area San Pellegrino che da ben 10 anni è la meta prediletta dei suoi ritiri sulle Dolomiti. Una tradizione che il campione messinese ha rinnovato anche quest’estate: fino al 25 giugno, infatti, farà base al Rifugio Flora Alpina, in località Valfredda, tra Falcade e il Passo San Pellegrino, per rifinire la preparazione in vista dell’assalto al Tour de France.

Nella Ski Area San Pellegrino sa di poter trovare il terreno giusto per allenarsi, respirare aria pura e rilassarsi in un ambiente sereno e familiare. Ormai è “uno di casa” tra queste montagne, dove tutti lo accolgono con affetto e sincera amicizia. “Qui mi trovo bene, non manca niente, è il luogo ideale per preparare una gara esigente come il Tour de France” ha dichiarato Nibali. “E visto che siamo anche scaramantici ci torniamo sempre volentieri, perché proprio su queste salite abbiamo costruito gran parte dei nostri successi.”

È così che, per celebrare la straordinaria vittoria alla corsa rosa, la Ski Area San Pellegrino ha omaggiato Vincenzo Nibali con un’opera di Mirko Demattè, uno degli artisti trentini più promettenti e quotati a livello internazionale. La scultura dal titolo “Evoluzione Ciclistica 2016” contorcendosi su se stessa rappresenta lo sforzo immane e la forza di volontà dell’atleta che, dopo un inizio poco fortunato, negli ultimi giorni di gara è riuscito a compiere una vera e propria impresa.

“Complimenti a Vincenzo Nibali che continua a regalarci grandi emozioni” ha detto il presidente della Ski Area San Pellegrino Mauro Vendruscolo. “Una splendida vittoria che riempie d’orgoglio il nostro territorio luogo prediletto dei suoi allenamenti in altura. È per noi motivo di soddisfazione averlo qui insieme a Paolo Slongo e alla sua squadra nella Ski Area San Pellegrino per il decimo anno consecutivo. La sua presenza ci aiuta in modo determinante nella promozione sia estiva che invernale”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento