Occhio alla Russia

Il governo russo consiglia ai propri cittadini di fare le vacanze a casa.
Le sanzioni occidentali, a seguito della guerra civile in Ucraina, hanno prodotto analoga reazione da parte della Russia e questo sta già creando forti difficoltà all’esportazione trentina di prodotti agricoli verso il gigante dell’est. Ma ora la preoccupazione investe anche la prossima stagione turistica invernale e non solo. Alcune aziende valligiane hanno instaurato, negli anni, proficui affari con la Russia, un businnes che potrebbe essere fortemente condizionato dalle vicende ucraine. Inoltre, la valle di Fiemme, ma ancora di più quella di Fassa, hanno visto incrementare, negli ultimi tempi, il turismo russo invernale. Per ora niente è compromesso ma… incrociamo le dita!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento