Onore al merito

Abbiamo avuto modo di ascoltare una conversazione di Raffaele Zancanella, Presidente della Comunità di Valle di Fiemme. Ospite di Radio Fiemme, Zancanella ragionava sulla fusione tra Comuni e sull’eventuale nascita di un unica municipalità in Fiemme. Il fatto, avrebbe, come diretta e ovvia conseguenza, l’eliminazione della stessa Comunità di Valle e delle sue competenze che, lo stesso Presidente ha evidenziato essere quasi esclusivamente indirizzate verso il “ sociale”. Ed è qui che Raffaele Zancanella ha espresso, con estrema lucidità e senza sottovalutazioni, le sofferenze della nostra Comunità che, ha detto essere molto più vaste e profonde di quanto si possa immaginare. Famiglie disgregate, violenze, gravi difficoltà economiche, mancanza di lavoro. A Tutto questo va ad aggiungersi l’abuso di alcol e droghe, la ludopatia , i disagi psichici e molto altro ancora. Un società, quindi, in grave difficoltà, minata da una galoppante crisi economica che tende ad aggravare ulteriormente le “normali” dinamiche conflittuali in casa e sul lavoro. Ci sarebbe piaciuto, nel recente passato e ci piacerebbe ancor più oggi, che fossero questi gli argomenti maggiormente discussi e le priorità della nostra “politica domestica”. Purtroppo, sentiamo parlare troppo spesso, sia a livello nazionale che locale, di questioni che sono distanti dalla vita delle persone, quando addirittura ininfluenti sul nostro futuro. Delle due l’una: o una buona parte della politica vive in un mondo parallelo, oppure butta la palla in tribuna in attesa che i problemi si risolvano da soli non essendo in grado di affrontarli.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento