Orienteering, il grande ritorno

Il passato a volte ritorna. Lo sport orienteering in Val di Fiemme ha avuto una storia articolata, ricca di eventi ma anche di persone che in modi e tempi diversi si sono impegnate. In merito all’attività scolastica, vanno ricordati i primi animatori ufficiali di questo sport in Valle (formati da Vladimir Pacl, il padre fondatore dell’orienteering italiano): gli insegnanti Giancarlo Alessandrini e Giampiero Guerrini, che dal 1975 fino al loro pensionamento, si sono prodigati per far conoscere l’orienteering in modo vivace ed entusiasta e con intenti non agonistici.

Lo scorso 11 aprile, ad Alberè di Tenna (località tra i laghi di Caldonazzo e Levico), sono andati in scena i Campionati Studenteschi Provinciali. Tra gli oltre quattrocento giovani provenienti da numerose scuole del Trentino, vi hanno partecipato anche un folto gruppo di giovani studenti degli Istituti Comprensivi Predazzo-Tesero e Cavalese.

A sorpresa, nella categoria Ragazze, medaglia di bronzo per la giovane Annika Brazzoduro dell’I. C. Predazzo-Tesero. È stata in grado di precedere oltre una sessantina di coetanee.

Nella speciale categoria Open (riservata a giovani con disabilità), medaglie di argento e di bronzo, rispettivamente conquistate da Valeria Dellantonio e da Letizia Rappo, entrambe dell’I.C. Predazzo – Tesero.

Altri piazzamenti di rilievo nella categoria Cadette, con Ilaria Brigadoi dell’I:C. Predazzo – Tesero (8^ posizione) e Margherita Saccon dell’I.C. Cavalese (11a posizione).

Da registrare anche dei successi per altri fiemmesi, frequentanti però l’Istituto Agrario di San Michele all’Adige. Nella categoria Juniores maschile, due giovani di Ziano (entrambi atleti “orientisti” tesserati con l’A.S.D. Cauriol e pure “azzurri” di sci orienteering) hanno conseguito buoni risultati: Michele Deflorian è giunto 4° (a soli 5 secondi dal terzo gradino del podio), 9° posto invece per Francesco Lauton.

Da sottolineare che gran parte dei giovani fiemmesi”, per la prima volta, si sono cimentati in una manifestazione ufficiale di orienteering.

Gli Istituti Comprensivi di Predazzo-Tesero e di Cavalese nei mesi scorsi, hanno previsto delle lezioni teoriche e pratiche, grazie alla disponibilità degli insegnanti di scienze motorie e di due tecnici federali.

A livello scolastico, l’orienteering sta trovando numerosi consensi. Le attività promozionali compiute, anche grazie al sostegno delle amministrazioni comunali (in particolare quelle di Tesero, Panchià e Cavalese) stanno portando buoni frutti.

Ci sono basi ormai solide, per una crescita e maggior diffusione dell’orienteering, con l’intento anche di combattere la sedentarietà diffusa e la solitudine di molti giovani.

Marco Rosa

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento