Racconta di noi, del nostro passato, l’adattamento teatrale di un libro dedicato ad Alfredo Paluselli dall’omonimo nipote. Eremita, poeta, personaggio ricco di carisma, ma anche spigoloso, Alfredo è stato un sognatore che, dall’alto della capanna Segantini a Passo Rolle, ha immaginato molto del futuro della montagna, spesso anticipandone le tendenze. Nei giorni scorsi si sono svolte, al teatro di Tesero, le prove dello spettacolo, che sarà possibile vedere nel mese di Febbraio, nelle nostre sale. Mario Zucca interpreterà Alfredo Paluselli, Mario Vanzo è invece il regista e l’autore del testo teatrale di “Vento da Nord”.

Continue reading La nostra storia

L’eccellenza è a Varena

Tredici anni fa venne istituito il Travellers’ Choice Hotel Award ovvero il premio che TripAdvisor dedica ai migliori hotel del nostro pianeta. I dati vengono raccolti attraverso le valutazioni di milioni di viaggiatori che usano questo strumento per orientarsi nel vasto mondo delle vacanze e della ristorazione. Per il secondo anno consecutivo il prestigioso riconoscimento va all’hotel Alpino di Varena. Diamo ora un po’ di numeri per meglio comprendere le caratteristiche di questo ottimo risultato. Nel mondo, gli hotel premiati sono 8.151 di cui 152 sono italiani. Tra le Regioni del nostro Paese, il Trentino-Alto Adige ottiene il numero maggiore di riconoscimenti, ovvero 27 . E’ tra questi che troviamo l’hotel Alpino di Varena che viene definito un Hotel di ottimo livello con punte di vera e propria eccellenza. Nella classifica dei primi 10 Hotel al mondo sono presenti, prevalentemente, strutture da sogno situate nei paradisi orientali, ma con sorpresa, troviamo il Cavallino Bianco di Ortisei al primo posto assoluto al mondo nella classifica degli hotel dedicati alla famiglia.

Continue reading L’eccellenza è a Varena

Le bellezze di Fiemme

Nei giorni scorsi Alice Zottele, Michele Facchin, Francesca Dagostin e Roberto Daprà hanno pubblicamente comunicato la scelta coraggiosa di impegnarsi in prima persona per i tesori d’arte presenti in valle di Fiemme. Lo hanno fatto nella splendida cornice del palazzo della Magnifica Comunità   a Cavalese, divenuta ora anche la sede del Gruppo FAI Fiemme. Tutto è nato nella primavera del 2013, esattamente il 22, 23 e 24 marzo quando Cavalese aveva partecipato all’evento “Giornate FAI di Primavera” esponendo il meglio dei suoi tesori d’arte: la pieve di Santa Maria Assunta, il convento dei Francescani, la biblioteca Muratori e, ovviamente, il palazzo della Magnifica. L’iniziativa aveva avuto molto successo registrando un numero inatteso di visitatori. Di qui l’idea di formare un gruppo FAI anche in Valle di Fiemme, proposta caldamente sollecitata dalla delegazione di Trento. Tra i futuri progetti del neonato gruppo è prevista la partecipazione alle Giornate FAI di Primavera del 21-22 marzo prossimo. Per l’occasione saranno aperti al pubblico Casa Ress, il Centro d’Arte Contemporanea ed il Palazzo della Magnifica Comunità di Fiemme.

Continue reading Le bellezze di Fiemme

Predazzo in festa

Ciò che resterà negli annali di questa sofferta Marcialonga 2015 è il rinnovato passaggio, dopo l’esperienza dello scorso anno, nel centro di Predazzo. Abbiamo rivisto l’entusiasmo e la partecipazione delle origini della gran fondo di Fiemme e Fassa. Le settimane passate sono state vissute nella spasmodica attesa di una nevicata che permettesse una edizione” normale”. Si è poi deciso per la partenza della gara da Mazzin e la riduzione del tracciato a 57 km. Non sono mancate le polemiche sui costi dell’innevamento artificiale. Alla fine, la folta pattuglia dei fondisti del nord Europa è calata in forze in Fiemme e Fassa ed ha fatto sua, dal punto di vista agonistico, anche questa edizione. Ma, al di la della competizione sportiva, la lezione che emerge da questa edizione della Marcialonga è che la partecipazione del pubblico ed il suo calore è ancora ciò che davvero la rende unica al mondo ed è ciò che va preservato e se possibile amplificato.

Continue reading Predazzo in festa

Ultimissime dalla marcialonga

Domani mattina la Marcialonga di Fiemme e Fassa affronterà un percorso complessivo di 57 km da Mazzin fino a Cavalese e le ultimissime notizie tecniche le racconta Enzo Macor, direttore di pista. “Credo sia stato fatto un lavoro splendido da tutti quanti e la pista è adesso in condizioni ottime. “Da parte dei team abbiamo ricevuto commenti positivi e nessun tipo di lamentela. Anche per quanto riguarda la nuova partenza di Mazzin siamo certi di aver creato le condizioni ideali per ognuno degli oltre 7700 concorrenti e tutto si svolgerà nel migliore dei modi. Ci aspettiamo un grande spettacolo”.

Continue reading Ultimissime dalla marcialonga

Un cattivo esempio

Uno Stato che non rispetta le sentenze della Magistratura crea un cortocircuito nei cittadini. La vicenda alla quale facciamo riferimento è quella relativa alla tragedia del Cermis del 3 febbraio del 1998. Dopo 17 anni, ed a seguito delle sentenza della Corte d’Appello di Trento del 2007 e della Corte di Cassazione del 2013, il comune di Cavalese sta ancora attendendo il risarcimento di un milione di euro per i danni morali e all’immagine di Cavalese conseguenti alla tragedia. Il Ministero della Difesa e quindi lo Stato Italiano, fa orecchie da mercante ed ha costretto il comune di Cavalese, ( è notizia di ieri), ad attivarsi per il pignoramento dei beni dello stesso Ministero. Fino a qui i fatti che lasciano sgomenti e non possono che togliere ulteriore rispetto, credibilità ed autorevolezza alle nostre istituzione nazionali. Ai cittadini viene giustamente richiesto il rispetto delle leggi e delle regole che rendono civile una comunità, ma l’esempio che ci viene dall’alto va in tutt’altra direzione. Un ulteriore grave danno alla credibilità dell’Italia ma anche un notevole danno economico al comune di Cavalese. Avere o non avere un milione di euro può fare, per una piccola comunità, la differenza.

Continue reading Un cattivo esempio

A  Tesero si danza con Ravel, Bach e Brahms

Si intitola «BOLERO» ed è uno spettacolo articolato in tre distinti momenti quello che la Compagnia «Ariston Proballet» di Sanremo, diretta da Sabrina Rinaldi, proporrà sabato 24 gennaio al Teatro Comunale di Tesero. Nella prima parte dello spettacolo, sarà presentata la coreografia Rock the Bach che, come il titolo stesso annuncia, avrà come assoluta protagonista la musica di Bach, con movimenti veloci di linea che vanno alla ricerca della purezza del movimento dinamico, in contrapposizione a movimenti coreografici creati sulle musiche del grande compositore, remixate rock. La serata proseguirà con musica di Brahms per un gioco di coppie ambientato in una balera degli anni Trenta: un pezzo di teatro ironico che strappa il sorriso e al tempo stesso, trasporta lo spettatore in un’atmosfera rarefatta, alternando momenti che passano dal senso di nostalgia, alla gioia, al sentimento d’amore. Per concludere, il Bolero di Maurice Ravel, musica fra la più conosciuta e suonata al mondo. Una danza sensuale, dove il corpo la fa da padrone e si mostra con tutta la sua forza e bellezza esprimendo sentimenti attraverso il suo linguaggio universale. In questa coreografia in stile moderno,  si crea un costante alternarsi di luci e di ombre, di diagonali e sfaccettature che vengono esaltate e concretizzate dal crescendo della musica di Ravel che porta, quasi senza respiro, all’apoteosi finale.

Continue reading A Tesero si danza con Ravel, Bach e Brahms

THE FIREPLACES, da Springsteen a Pinè

Una rassegna dedicata al blues italiano a Baselga di PInè? Strano, ma vero. Ma anche decisamente meritorio, tanto più visti I nomi, decisamente interessanti, che l’organizzazione, capitanata da Lucio Gardin, propone. Da segnare con la biro rossa il concerto di venerdì 30 gennaio. Sul palco di Pinè suoneranno I Fireplaces, il gruppo italiano fondato da Andrea Scarso alias Caterino Washboard Riccardi, chitarrista percussionista e voce. Tra i membri fondatori anche Carlo Marchiori, chitarra acustica, voce e armonica, Marco Quagliato, basso, Francesco Morosin, chitarra e voce, Damiano Xodo, batteria. La formazione si muove in un territorio che spazia tra il folk roots rock e influenze blues, tra tradizione popolare americana e british invasion, in particolare puntando sulla reinterpretazione di brani di Bruce Springsteen, Neil Young, Rolling Stones, Tom Petty, Bob Dylan, Beatles, America, John Fogerty e brani originali scritti da Scarso e Marchiori. Il 31.5.2013 durante il concerto di Padova presso lo stadio Euganeo, Andrea Scarso ha suonato la washboard con BRUCE SPRINGSTEEN durante il brano traditional PAY ME MY MONEY DOWN. Un gran bel biglietto da visita per il concerto di Pinè. Venerdì 30 gennaio, ore 21.00

 

Continue reading THE FIREPLACES, da Springsteen a Pinè

E' ufficiale: Marcialonga di 57 km

Prima il caldo, poi la pioggia, ma la Marcialonga è più forte anche delle bizze dell’inverno e domenica 25 gennaio è pronta ad offrire ai quasi 8000 “bisonti” un percorso di 57 km. La partenza è stata spostata da Moena a Mazzin e la gara scatterà alle ore 9.00, per poi proseguire lungo il tracciato “originario” con il passaggio da Canazei, la ridiscesa della Val di Fassa e l’ultima parte di gara in Val di Fiemme sino al traguardo in centro a Cavalese. La decisione degli organizzatori è maturata dopo che il meteo non ha assistito la Marcialonga nemmeno lo scorso fine settimana. La riduzione del percorso interessa anche la Marcialonga Light che misurerà 33 km e si concluderà a Predazzo, come da programma.

Continue reading E’ ufficiale: Marcialonga di 57 km

Recordman

Beata ignoranza. La mia naturalmente. Ero convinto che la norma che garantisce agli Assessori e ai Consiglieri Provinciali il totale rimborso delle spese di trasporto, da e per il loro luogo di lavoro fosse stata abolita. Le vicende relative ai vitalizi, ma anche le passate polemiche sui compensi dei nostri amministratori, mi avevano tratto in inganno. I rimborsi sono vivi e vegeti e nel caso dei nostri rappresentanti di Valle sono anche tra i più sostanziosi, complice  la nostra distanza dai palazzi del potere. Il quotidiano l’Adige, oggi, ci aiuta, pubblicando i dati ufficiali del 2014.  Al primo posto tra gli Assessori, (addirittura davanti al Presidente Rossi), c’è Mauro Gilmozzi con 12.460,28 euro di rimborsi di viaggio. Ma anche tra i Consiglieri Provinciali, escluso Simoni e Bezzi che sbaragliano tutti, otteniamo ottimi risultati: Piero De Godenz è al terzo posto con 7.492,56 euro. A seguire, Giusepppe Detomas con 6.533,84 euro e Graziano Lozzer con 5.301,00 euro.

Continue reading Recordman