Coppa del Mondo di Combinata Nordica dal 12 al 14 gennaio

Il programma sportivo e di contorno è di quelli da non perdere, ma non si dovrà attendere il weekend per assistere alle gesta degli “uomini volanti”, poiché sin da giovedì ci sarà il provisional round di qualifica (ore 10). Venerdì 12 gennaio Individual Gundersen con balzi dal trampolino HS 135 (ore 9.30) e 10 km di fondo (4 x 2.5 km) alle ore 13.30, mentre sabato 13 salto per la Team Sprint in mattinata (ore 10), con la possibilità di gustarsi, fin dalle ore 9, croissant e cappuccini offerti gratuitamente dai volontari trentini a tutti gli spettatori. Alle ore 14 dolce intermezzo con la novità assoluta rappresentata dalla Mini Nordic Combined (i più piccoli coraggiosi potranno provare l’ebrezza del salto dal trampolino piccolo di Fiemme gestisto dalla US Dolomitica e l’associazione Bambi sarà presente con altri giochi e trucca-bimbi), al Centro del Fondo di Lago di Tesero, seguita dall’epilogo della Team Sprint 2 x 7.5 km (5 x 1.5 km) alle ore 15.45, con la tradizionale Winterfest (ore 19.30) che concluderà la giornata al Fiemme Party Tent, tendone delle Feste a Lago di Tesero.

Domenica 14 gennaio si chiuderà in bellezza, tra Jump in the Breakfast ed altra Individual Gundersen, alle ore 10 con il salto e alle ore 13.45 con la frazione sugli sci da fondo di 10 km (4 x 2.5 km).

La FIS ha comunicato che la tappa estone di Coppa del Mondo di combinata nordica prevista ad Otepää questo weekend non verrà disputata, causa problematiche legate alle temperature, pertanto la Val di Fiemme sarà la prossima meta per i combinatisti, una tappa che assume ulteriore importanza poiché è una delle sole quattro che separano gli atleti dai Giochi Olimpici di PyeongChang.

I campi di gara fiemmesi sono magnificamente innevati e non aspettano altro che il disputarsi delle sfide, ricordando che i tecnici hanno deciso che gli atleti potranno saltare dal trampolino grande (Large Hill) in assoluta sicurezza un metro in più rispetto alle precedenti indicazioni (HS135).

In testa alle classifiche di Coppa del Mondo ci sono, come da tempo non si vedevano, due norvegesi: Jan Schmid ed Espen Andersen, con il giapponese Akito Watabe terzo ed il tedesco Johannes Rydzek quarto, solo settimo ed ottavo Fabian Riessle ed Eric Frenzel, ma la stagione olimpica è sempre ricca di incognite e quest’ultimo, cinque volte (consecutive) campione dell’ambita Coppa di Cristallo, pare sempre trovarsi a proprio agio in Trentino. Chi invece è tornato ai livelli che gli competono è l’azzurro Alessandro Pittin, undicesimo in classifica generale e giunto secondo alle spalle di Riessle nell’ultima tappa disputatasi a Ramsau (AUT), risultati che fanno sognare l’Italia ricordando che proprio il “Pittbull” fu il primo atleta azzurro a conquistare una medaglia (bronzo) nella storia della combinata nordica ai Giochi Olimpici, a buon intenditor…

Info: www.fiemmeworldcup.com

Continue reading Coppa del Mondo di Combinata Nordica dal 12 al 14 gennaio

Tour de Ski in Val di Fiemme oggi e domani

Sembrerà un sogno per i fondisti di Coppa del Mondo e addetti ai lavori presentarsi in Val di Fiemme dopo le problematiche di Oberstdorf (GER), le cui condizioni climatiche proibitive hanno impedito lo start della prova sprint del Tour de Ski e reso difficoltosa l’esecuzione della seconda giornata di gare, favorevole al nostro Francesco De Fabiani, sul gradino più basso del podio all’arrivo.

Nella “culla dello sci nordico” le condizioni sono invece ideali per chiudere al meglio il dodicesimo Tour de Ski, la neve è scesa abbondante ed è ora perfettamente posizionata sul manto del Centro del Fondo di Lago di Tesero, il quale domani ospiterà le Mass Start (ore 14.15 donne ed ore 15.45 uomini in tecnica classica). Le gare di domani determineranno i distacchi in vista dell’ultima e decisiva tappa sulla temutissima e massacrante Final Climb dell’Alpe Cermis: 9 km in tecnica libera e punte che sfiorano il 30% di pendenza, calcolando una media del 12%, 420 metri di dislivello e gli ultimi 3.5 km a rendere gli arti inferiori dei fondisti come quelli di un Hulk al massimo della propria arrabbiatura.

Lo svizzero Dario Cologna è il favorito al successo finale assieme al russo Ustiugov, in dubbio per un fastidioso mal di schiena ma certamente partente, anche perché la posta in palio è troppo grande, anche dal punto di vista economico (477.000 euro totali con 46.852 euro al primo classificato).

ll nostro Francesco De Fabiani potrà dire la sua, più che motivato dopo il risultato di ieri in Germania: “Ad Oberstdorf è andata molto bene, era una gara un po’ strana a causa del maltempo, il fatto di partire in gruppo su una pista che non faceva molta selezione ha causato cadute e incertezza fino all’ultimo. Le gambe giravano ed in vista di domani spero di ottenere il massimo, facendo bene anche in classico, centrando il mio obiettivo per questo Tour de Ski. Il favorito è Cologna, Ustiugov è arrabbiato e in cerca di rivalsa, e per quanto mi riguarda domani spero di chiudere nei primi dieci come obiettivo minimo, visto che lo scorso anno sono arrivato quarto. Vedremo come andrà e dal risultato deciderò se partire alla Final Climb, solitamente i polpacci mi dolgono per un mese dopo il Cermis. La mia gara di domani è improntata al risultato finale, sarà molto tirata, la pista mi piace particolarmente soprattutto sulla salita finale. Ci saranno delle belle accelerazioni, ma la mia strategia dipenderà da come si comporteranno gli altri, essendo una pista molto selettiva. Darò il massimo prima di puntare al sogno olimpico. Sono contento che la Val d’Aosta sia diventata la regione ‘regina’ del fondo italiano, credo dipenda dal fatto di essere una regione piccola, la qual cosa permette di lavorare rispetto a regioni più grandi e dispersive per gli atleti. Quando facevo parte della categoria aspiranti facevo circa un raduno ogni due settimane e questo mi ha permesso di rimanere sempre concentrato sull’obiettivo. Le difficoltà in una stagione sono tutte ‘di testa’, diciamo che se il fisico è al top la testa segue, ma se non c’è la condizione iniziano i problemi. L’importante è sempre essere concentrati dando il massimo ed essendo consapevoli delle proprie capacità”.

Le piste fiemmesi non sono mai state così perfette, anche a detta del responsabile Enzo Macor: “Dal Mondiale 2013 in Val di Fiemme le piste non sono mai state così perfette, la neve naturale potrà poi finalmente fare da cartolina. Le difficoltà del percorso sono invece le stesse, e anche per il Cermis è tutto a posto, bellissima anche questa pista, quest’anno siamo fortunati”.

La festa inizia già stasera con il concerto live della Santoni Family Band alle ore 21, domani Kids Event alle ore 10 e pranzo tipico al tendone delle feste alle ore 12, sempre presso il Centro del Fondo di Lago di Tesero. L’inizio delle danze avverrà alle ore 14.15 (donne) e alle ore 15.45 (uomini), prima di festeggiare con Après-Ski Race Dj Set (ore 17), pasta party (ore 19.30) e Fiemme Rock’n Roll (ore 21). Domenica “gustosa” lungo  le postazioni del Tour del Gusto (a partire dalle ore 9.30), assistendo alle mirabili gesta dei faticatori del fondo (ore 11.30 pursuit donne) e alle ore 14.30 con la Final Climb maschile, intervallate da Fiemme Snow Kidz (ore 12), mass start della categoria ragazzi.

Info: www.fiemmeworldcup.com

Continue reading Tour de Ski in Val di Fiemme oggi e domani

Linsey Vonn sulla VolatA

Mentre gli azzurri Christof Innerhofer, Dominik Paris, Peter Fill e Werner Heel hanno iniziato questa mattina gli allenamenti sulla pista La VolatA accolti da una grande folla di fan e appassionati, un’altra bella sorpresa aspetta gli sciatori in vacanza nella Ski Area San Pellegrino.

Da domani, fino a domenica 7 gennaio, la star indiscussa dello sci alpino femminile Lindsey Vonn sarà in azione sulle piste del Passo San Pellegrino insieme alla nazionale italiana maschile. Una nuova sfida, o più semplicemente un altro modo di esplorare i propri limiti, per la bella e fortissima campionessa americana che da molti anni chiede di poter gareggiare con i colleghi uomini, allenandosi regolarmente con loro.

“Venga pure, l’aspettiamo con piacere” ha detto Innerhofer. “Al Passo San Pellegrino ci sono numerose piste dove poter mettere alla prova le proprie doti tecniche e di velocità”.

Nel frattempo prosegue anche l’allenamento delle azzurre, fra le altre Elena Fanchini, Nadia Fanchini, Johanna Schnarf e Verena Stuffer, che resteranno in Val di Fassa fino al 7 gennaio per preparare i prossimi appuntamenti di Coppa del Mondo.

Continue reading Linsey Vonn sulla VolatA

Appassionati di sci di fondo “estremo”affrettatevi!

Kristian Ghedina e Cristian Zorzi hanno già assentito a sfidare il Cermis, due che non sembrano aver ancora voglia di appendere gli sci al chiodo: “Zorro” era in dubbio, a causa della frattura del gomito subita in estate, ma la pista Olimpia III è troppo appetibile per uno come lui: “Tutto a posto, posso cominciare a sciare e sarò sul Cermis il giorno 7’. Una sfida impari sulla carta, con Ghedina abituato ad affrontare le piste all’ingiù e Zorzi all’insù. Estrosi? Entrambi, una caratteristica comune che ha fatto guadagnare a quest’ultimo un oro, un argento e un bronzo olimpico ed un oro e un argento mondiale, mentre il primo si è accaparrato due argenti ed un bronzo mondiale, una sfida particolare che condurrà le due glorie dell’inverno azzurro ad affrontarsi anche se in maniera goliardica. Ghedina mette già le mani avanti, vista la troppa attività fisica svolta da “Zorro”, ancora in forma smagliante: “Non ci sarà gara… Me la giocherò per i primi 100 metri ma poi mi straccerà! Bisognerebbe creare una “formula magica” e metterci a confronto anche in altri campi per rendere la competizione più equilibrata, ma Zorro va forte anche in discesa!”. Una prima volta per Kristian Ghedina alla Final Climb, un habitué per Cristian Zorzi: “Ho affrontato la Final Climb sia da professionista che da amatore, e devo dire che le sensazioni sono simili, soprattutto per quanto riguarda la fatica e il tifo incredibile lungo la pista Olimpia III. Il popolo trentino ti sorregge e sostiene passo dopo passo. Per quanto riguarda la battaglia con “Ghedo” sui primi 100 metri non se la cava affatto male, ma poi esce la tecnica e l’allenamento e gli sono superiore. Lui è della vecchia guardia, uno di quei discesisti che sapevano fare tutto”.

Poco prima della Final Climb del Tour de Ski ci sarà dunque questa gara open di 9 km, stessa pista e stessa distanza su cui si affronteranno le stelle di Coppa del Mondo con start dal Centro del Fondo di Lago di Tesero ed arrivo, appunto, sull’Alpe Cermis, aperta a tutti gli sportivi in possesso dell’attestato medico di idoneità sportiva non agonistica. Amatori in primis – sottolinea il comitato fiemmese, ma hanno già dato il proprio assenso anche l’inventore del Tour de Ski Jürg Capol, l’argento olimpico Peter Schlickenrieder e la coppia nella vita come nello sport composta dalla trentina bronzo olimpico Antonella Confortola e dalla leggenda della corsa in montagna Jonathan Wyatt, con la prima ad essersi aggiudicata la “Rampa con i Campioni” nel 2016 e ad aver prestato i propri sci all’amica Laura Vila Orgue, vincitrice (non a caso) della scorsa edizione.

Sabato al Centro del Fondo di Lago di Tesero ci saranno le Mass Start, mentre la “Rampa con i Campioni” scatterà domenica 7 gennaio alle ore 9.30, prima di chiudere in bellezza alle ore 11.30 con la Final Climb femminile e alle ore 14.30 con quella maschile, la sfida più ambita del calendario fondistico mondiale.

Info: www.fiemmeworldcup.com

Continue reading Appassionati di sci di fondo “estremo”affrettatevi!

La “Buona Novella” di De Andrè a Predazzo

Secondo appuntamento con la “Stagione di Prosa 2017/2018” di Predazzo. Venerdì 5 gennaio, alle 21 al Cinema Teatro, il Coro Polifonico Malatestiano di Fano, con la regia i Carlo Simoni e la voce solista di Elisa Ridolfi, proporrà “La Buona Novella” di Fabrizio De André. L’album del cantautore genovese, composto nel 1970, ispirato ai Vangeli apocrifi, non canta la salvezza spirituale, ma esalta la figura del Cristo-Uomo, in cui riporre una fiduciosa speranza di fratellanza in un mondo più giusto. Il Coro Polifonico Malatestiano di Fano ne ha fatto una produzione teatrale, dove il canto corale dialoga con la voce solista e con la voce recitante, impegnata a ricostruire la vicenda umana e artistica del cantautore, che in quest’opera raggiunge vette altissime di amore per gli umili, gli ultimi, gli straccioni. “Dopo aver riflettuto sulla guerra e l’attivismo femminile con “Gemma”, con questo spettacolo mettiamo l’accento sul tema della giustizia sociale, attraverso l’opera del grande De André. Gli spettatori sono chiamati a riflettere sulla condizione degli ultimi, nella prospettiva di un mondo più equo, attraverso una stimolante contaminazione tra linguaggio musicale e linguaggio teatrale”, sottolinea l’assessore alla Cultura, Giovanni Aderenti.

L’ingresso costa 12 euro. I biglietti possono essere acquistati in prevendita presso gli sportelli delle Casse Rurali del Trentino fino alle ore 15.30 del giorno di programmazione, online sul sito www.primiallaprima.it o direttamente la sera dello spettacolo dalle 20 alle 21 presso la biglietteria del teatro.

 

Continue reading La “Buona Novella” di De Andrè a Predazzo

Skibus gratuito per residenti

Quest’anno il servizio skibus è gratuito per i residenti nei Comuni di Fiemme: lo hanno deciso gli amministratori nella Conferenza dei Sindaci del 21 dicembre, stabilendo che i cittadini potranno richiedere nei rispettivi municipi una tessera nominale che dà diritto all’utilizzo libero dei mezzi per l’intera stagione invernale. Da sottolineare che il servizio è già gratuito e libero per tutti i bambini sotto i 12 anni.

Comunità Territoriale e Comuni credono da tempo nella validità del servizio skibus per la riduzione del traffico nei nostri paesi. Un servizio utile non solo in chiave turistica, ma anche per la mobilità dei residenti. La decisione degli amministratori di prevedere una tessera gratuita per i valligiani è quindi un segnale di attenzione alla sostenibilità e alla mobilità alternativa.

Il servizio skibus per la stagione invernale 2017/2018 è attivo dal 25 dicembre fino al 2 aprile, per un totale di 99 giorni. Ente capofila del progetto è la Comunità Territoriale della Val di Fiemme, che ha conferito all’Apt il ruolo di coordinamento e referente.

Il costo complessivo ammonta a 654.041,78 euro (+ Iva), che includono il servizio skibus, il Nightbus, il trenino di Predazzo, il compenso all’Apt per l’organizzazione, la promozione e la predisposizione di tabelle e orari e 15.000 euro per eventuali raddoppi e potenziamento delle corse nel periodo di maggior afflusso turistico o per un ipotetico prolungamento stagionale del servizio. La spesa sarà coperta per oltre 400.000 euro dall’Apt per conto di operatori, albergatori e società di impianti a fune, mentre il disavanzo (pari a circa 240.000 euro) verrà coperto con le risorse trasferite alla Comunità Territoriale della Val di Fiemme dai Comuni decurtate dal contributo provinciale.

 

 

 

Continue reading Skibus gratuito per residenti

La nazionale USA e quella italiana sulla VolatA

Le Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018 si avvicinano a grandi passi e i campioni dello sport tra neve e ghiaccio hanno poco più di un mese per rifinire la loro preparazione in vista dei giochi che si disputeranno in Corea del Sud dal 9 al 25 febbraio. Ben due nazionali dello sci alpino, Italia e Stati Uniti, hanno scelto il Passo San Pellegrino per allenarsi in vista dei prossimi impegni e della trasferta coreana: dal 3 al 6 gennaio la pista La VolatA sarà infatti il banco di prova degli azzurri della velocità maschile e femminile e di alcune discesiste americane tra cui Giulia Mancuso. La Nazionale Italiana sarà presente, fra gli altri, con Elena e Nadia Fanchini, Johanna Schnarf, Verena Stuffer, Christof Innerhofer, Peter Fill e Dominik Paris che al termine di ogni giornata di allenamento, verso le ore 11:00 circa, saranno a disposizione dei fan e degli appassionati dello sci per foto e autografi vicino al piazzale della funivia Col Margherita.

La VolatA è stata realizzata sul versante più ripido del Col Margherita proprio con l’obiettivo di ospitare gare e allenamenti di calibro internazionale, ma nella Ski Area San Pellegrino ci sono altri 50 km di piste di alto livello per sciare ed emozionarsi a partire dalle piste Col Margherita e Le Caviette che come La VolatA si snodano sulle pendici del Col Margherita, entrambe lunghe circa 3 km e molto panoramiche.

Da non perdere, poi, la pista degli Innamorati che scende dal Col Margherita verso Falcade tra boschi di larici e baite di legno in una ambientazione fiabesca, le piste Plateau e Panoramica in zona Falcade e le piste Monzoni e Nuova Cima Uomo sul versante del Passo San Pellegrino, adatte ad ogni livello di esperienza, oltre ai parchi gioco Kids Paradise e Falcaland dove i bambini possono divertirsi e giocare con la neve mentre mamma e papà si godono qualche ora di spensierato relax.

Tirato a lucido e perfettamente funzionante anche lo snowpark della Ski Area San Pellegrino, SanPe Snowpark, situato in una zona soleggiata e al riparo dal vento vicino alla seggiovia Campigol: un vero gioiello per gli appassionati di freestyle e slopestyle che vogliono mettersi alla prova con acrobazie mozzafiato!

Scopri di più su www.skiareasanpellegrino.it/inverno

Continue reading La nazionale USA e quella italiana sulla VolatA

Arriva Avisio Inverno 2017/18

Attesissimo come sempre, ecco in anteprima e in formato PDF, l’Avisio Inverno 2017/18. 132 pagine piene di notizie utili, curiosità e informazioni per vivere al meglio le valli di Fiemme e Fassa in veste invernale. Il PDF lo trovate come sempre nella colonna qui a destra. Buona lettura!

Continue reading Arriva Avisio Inverno 2017/18

Marcialonga Superstar, Bettini “bisonte”

Paolo Bettini l’aveva detto: “Ho imparato a sciare sulle nevi del Passo San Pellegrino, e la prima ed unica volta che misi gli sci da fondo era il 2003 o 2004, è giunta l’ora di rispolverarli alla Marcialonga…”.

“Paolino”, campione olimpico di ciclismo su strada ai Giochi di Atene 2004 e campione del mondo di specialità nel 2006 e nel 2007, sarà dunque al via della 45.a Marcialonga il prossimo 28 gennaio, per una volta nel ruolo di “bisonte”, accompagnato da un tutor che lo seguirà passo dopo passo nell’evoluzione della propria performance “light” di 45 km.

Alla Marcialonga, meta ambita del calendario Worldloppet, le adesioni si sprecano, è risaputo infatti che la “regina delle granfondo” chiude le proprie iscrizioni con ampio anticipo, e sono circa 7.500 i fondisti che ogni anno si posizionano ai nastri di partenza.

Il 28 gennaio all’appuntamento nelle Valli di Fiemme e Fassa ci saranno nuovamente i fuoriclasse degli sci stretti, pronti ad assicurarsi un titolo da ricordare per tutta la vita e ad ottenere punti importanti nel challenge Visma Ski Classics dedicato alle ski-marathon.

Non mancherà ovviamente chi da tre annate consecutive si aggiudica la Marcialonga: il fondista con gli occhiali da aviatore Tord Asle Gjerdalen, così come la leggenda Anders Aukland, oro olimpico e mondiale nonché bicampione della Marcialonga (2004, 2008), Jerry Ahrlin, altri tre titoli (2007, 2009, 2011), e ancora Jörgen Brink, l’elvetico Toni Livers, negli ultimi anni unica vera ‘alternativa’ agli atleti scandinavi, il ceco Stanislav Řezáč, un titolo nel 2005, e il bravo Stian Hoelgaard, in seconda posizione a pari merito con Andreas Nygaard nel circuito Ski Classics, subito dietro alla rivelazione di testa Torgeir Skare Thygesen.

Ilya Chernusov sarà un osso duro per chiunque, senza dimenticare il nostro dispiegamento di forze, con Bruno Debertolis e Mauro Brigadoi in testa, sempre brillanti alla Marcialonga, e Loris Frasnelli, tutti fondisti trentini che sentono particolarmente la gara di casa. Tuttavia Marcialonga rappresenta una dimora seducente anche per i fenomeni degli sci stretti internazionali, i quali ripetono in coro quanto sia speciale competervi, per la professionalità, la pista e soprattutto il calore della gente che scende in strada anche solo per un grido di sostegno, o semplicemente per far sentire la propria presenza. Tra le donne non potranno mancare la leader di Visma Ski Classics, Britta Johansson Norgren, un successo alla Marcialonga 2016 ed un secondo posto nel 2017, la quale quest’anno punta all’en plein nel circuito, ‘osteggiata’ dalle eterne rivali Katerina Smutna, Kari Vikhagen Gjeitnes, Astrid Øyre Slind, Sara Lindborg e Lina Korsgren.

Per info: www.marcialonga.it

Continue reading Marcialonga Superstar, Bettini “bisonte”

Tour de Ski fra Lago di Tesero e l’Alpe Cermis il 6 e 7 gennaio

Parte l’assalto degli azzurri all’Alpe Cermis, con il team di coach Giuseppe “Sepp” Chenetti a schierarsi con Greta Laurent e Lucia Scardoni fra le donne, protagoniste probabilmente della prima parte del Tour de Ski in partenza il 30 dicembre da Lenzerheide (SUI) ma non della conclusione in Val di Fiemme (TN), mentre competerà fino alla fine Elisa Brocard, atleta di punta della nazionale azzurra femminile per il Tour.

Al maschile la stella Federico Pellegrino e Maicol Rastelli gareggeranno fino alla tappa di Oberstdorf, con invece l’altoatesino Dietmar Noeckler, il valdostano Francesco De Fabiani ed il trentino Giandomenico Salvadori, migliore della spedizione azzurra nell’ultima tappa dobbiachese di Coppa del Mondo, ad arrivare direttamente sulle rampe della pista Olimpia III del Cermis. A completare il team mancano due atleti, uno per categoria, decisi nei test che si svolgeranno nei prossimi giorni.

Stanno inoltre pervenendo al comitato Fiemme Ski World Cup anche le prime iscrizioni dei team stranieri, con la Russia a schierarsi con Alexander Bolshunov, rivelazione di quest’avvio di Coppa, Alexey Chervotkin, Andrey Larkov, Gleb Retivykh, Denis Spitsov, Sergey Ustiugov, campione in carica del Tour de Ski e capace, lo scorso anno, di aggiudicarsi tutte le tappe ad eccezione della Mass Start al Centro del Fondo di Lago di Tesero, e ancora Alexey Vitsenko, Stanislav Volzhentsev, Ivan Yakimush e Yulia Belorukova, Mariya Guschina, Yana Kirpichenko, Anna Nechaevskaya, Polina Kekrasova, Natalia Nepryaeva, Elena Soboleva e Alisa Zhambalova per quanto riguarda le donne.

Tra le fondiste svedesi non si vede invece la leader di Coppa del Mondo Charlotte Kalla, più giovane vincitrice di sempre al Tour de Ski, ci saranno però Anna Haag, Maria Nordstroem, Jennie Oeberg, Evelina Settlin, Linn Soemskar ed Emma Wiken. Tra i maschi Calle Halfvarsson non rinuncerà alla sfida più spettacolare del fondo, così come Jens Burman, Marcus Hellner, Emil Joensson, Daniel Rickardsson ed Oskar Svensson.

In attesa delle sfide fra i campioni del fondo, sabato 6 gennaio con le Mass Start al Centro del Fondo di Lago di Tesero e domenica 7 gennaio con le impennate verso l’Alpe Cermis, giusto due giorni fa in Val di Fiemme è terminato il Cross-Country Training Camp, parte del “FIS Development Programme”, con presenti atleti ed allenatori di ben tredici rappresentative nazionali. Sotto le direttive di Alberto Rigoni, ex allenatore della squadra italiana, si sono svolte lezioni giornaliere incentrate sui miglioramenti della tecnica classica e della tecnica a skating. Passo Lavazè ed il Centro del Fondo di Lago di Tesero le mete predilette, con alcuni workshop e seminari ad arricchire il tutto e concludendo con un “pizza party”, ad aggiungere la sempre fondamentale componente del divertimento a quella della propria passione: “Il training camp è andato a meraviglia, non ci resta che augurare il meglio ad atleti ed allenatori per il proseguo della stagione”, ha affermato Sandro Pertile, direttore sportivo delle discipline nordiche e coordinatore dell’iniziativa.

Info: www.fiemmeworldcup.com

Continue reading Tour de Ski fra Lago di Tesero e l’Alpe Cermis il 6 e 7 gennaio