La Sportiva: una web-series per 90 anni di storia

La Sportiva, azienda leader mondiale nella produzione di calzature ed abbigliamento tecnico per vivere la montagna, spegne quest’anno le novanta candeline: novanta sono infatti gli anni trascorsi dalla sua fondazione nel 1928 per mano del calzolaio Narciso Delladio di Tesero (Valle di Fiemme, Trentino), quasi un secolo di storia che ha visto il piccolo laboratorio artigianale denominato “La Calzoleria Sportiva”, crescere costantemente ed evolvere nel brand globale che è oggi, leader mondiale nel settore outdoor, in particolare nelle nicchie di mercato dell’arrampicata, sci alpinismo, trail running e dell’alta montagna, attraverso una produzione di calzature ed abbigliamento tecnico totalmente studiata e sviluppata tra le montagne del Trentino. Quattro le generazioni della Famiglia Delladio, rappresentata oggi dal CEO Lorenzo Delladio e dalla figlia Giulia, che hanno proseguito la tradizione imprenditoriale famigliare portandola al successo odierno: oltre trecento dipendenti, un fatturato in crescita che supererà nel 2018 i cento milioni di euro e un nuovo stabilimento di 15.000 metri cubi che sarà inaugurato entro la fine dell’anno e porterà in breve al potenziale raddoppio della produzione delle calzature d’arrampicata e d’alta montagna.

Tempo di celebrazioni quindi: dopo il grande evento a Trento dello scorso 23 maggio, la stampa di uno storytelling book di 196 pagine che sarà ordinabile sul sito aziendale a partire dall’autunno e disponibile già a giugno in formato digitale, La Sportiva lancia una web-series dedicata ai propri insuccessi svelando alcune storie e retroscena che si celano dietro alle grandi innovazioni di questi 90 anni. Attraverso le parole dei protagonisti di oggi e di allora tra i quali atleti del calibro di Manolo, Simone Moro, Reinhold Messner ed Adam Ondra, La Sportiva racconta una storia fatta di perseveranza, resilienza, passione e dedizione. E lo fa partendo da singoli episodi come il lancio della celebre serie di scarponi da montagna Trango negli anni novanta e la creazione della segretissima “mescola spagnola” che negli anni 70 era ai piedi di tutti i climber ma veniva in realtà prodotta a Rovereto (TN) a partire dai pneumatici delle auto da corsa.
Ai due episodi portanti della durata di 13 minuti si affiancano inoltre storie brevi incentrate sulla Famiglia Delladio e sul reparto R&D che raccontano in modo diretto e sincero le storie famigliari che consentono di capire a pieno la cultura aziendale, costruita attraverso 90 anni di passione ed innovazione nel mondo dell’alpinismo.

La Web-Series è già disponibile sul canale youtube dell’azienda e vedrà il rilascio dell’ultimo episodio, la “mescola spagnola” appunto, in concomitanza con il Rock Master di Arco il 27 luglio.
Il progetto di storytelling completo di video, immagini e testi tratti dal 90th anniversary book è invece consultabile integralmente ai seguenti link:

ITA: http://anniversario.lasportiva.com/it

ENG: http://anniversario.lasportiva.com/en

 

Buona visione:

https://www.youtube.com/watch?v=dXEPOJXPK3c&list=PLdryj12mbHdIG_bdn7A7oe_BeB6PDHTdn

Continue reading La Sportiva: una web-series per 90 anni di storia

Che weekend selvaggio

Segnatevi le date – dal 27 al 29 luglio prossimi – e l’indirizzo di destinazione, cioè la Val San Nicolò, quella laterale della Val di Fassa appena oltre Pozza di Fassa e Meida.

L’occasione sarà estremamente particolare: arriva infatti per la prima volta in Italia il “The North Face Mountain Festival”, il grande evento promosso e realizzato dal noto brand americano di abbigliamento e attrezzatura sportiva.

Lo definiscono il “più selvaggio e avventuroso weekend dell’anno”. Le Dolomiti, infatti, faranno da sfondo alla terza edizione di questo festival riservato agli appassionati dell’outdoor più selvaggio del pianeta: si avrà la possibilità di arrampicare sulle pareti di roccia, di fare escursioni e percorrere sentieri mozzafiato e imparare cose nuove, sempre legate alla vita aperta – dalle tecniche della fotografia d’avventura fino a come cucinare nella natura.

Questo lungo weekend lascerà i vostri muscoli stanchi, illuminerà il vostro spirito e renderà felici i vostri cuori sportivi. Musicisti e atleti di montagna saranno i protagonisti sul palco del campo base. Tra gli altri, i due celeberrimi scalatori – l’americano Conrad Anker e l’austro nepalese David Lama – racconteranno il loro secondo tentativo di raggiungere la vetta del Lunag Ri a 6907 metri, una delle ultime vette inviolate dell’Himalaya.

Partecipare a questo weekend presuppone l’acquisto di un biglietto, prenotabile sul sito di TNF: al prezzo di 149 € si ha diritto a partecipare a qualunque evento di trail running, hiking o climbing, a tutti i pasti da venerdì sera a domenica mattina, a presenziare alle serate al campo base e a campeggiare in loco, portando la propria tenda.

Enrico Maria Corno

 

 

Continue reading Che weekend selvaggio

53 partecipanti alle settimane linguistiche a Salorno

Vengono riproposte per la quinta volta le settimane linguistiche organizzate dalla Comunità Territoriale della Val di Fiemme e dalla Comunità Comprensoriale Oltradige Bassa Atesina, nell’ambito di un protocollo d’intesa firmato nel 2013. Parteciperanno 53 alunni delle classi prime e seconde medie di Predazzo, Tesero e Cavalese, suddivisi su due turni, dal 9 al 20 luglio e dal 23 luglio al 3 agosto. Il programma prevede, come negli anni scorsi, lezioni in aula al mattino con insegnanti di madrelingua tedesca. Nel pomeriggio i ragazzi trascorreranno qualche ora al lido e al parco di arrampicata, faranno batik e cacce al tesoro, visiteranno la cantina di Termeno e il castello di Salorno, oltre a numerose altre attività di svago.

Nei giorni scorsi a Tesero, nell’auditorium “L. Canal” della Cassa Rurale Val di Fiemme, sono stati presentati ai genitori degli alunni coinvolti i dettagli dell’iniziativa. Presenti gli educatori che li seguiranno, in particolare Micheal Nussbaumer, responsabile dello Jugenddienst Unterland di Egna, con i suoi collaboratori. L’assessore competente Michele Malfer ha portato il saluto dei due presidenti delle Comunità di Valle, Giovanni Zanon per Fiemme e Edmund Lanziner per la Bassa Atesina Oltradige, ribadendo l’obiettivo del progetto: rendere divertente l’apprendimento delle lingue, sfruttando la vicinanza all’Alto Adige e proponendo occasioni di conoscenza reciproca dei due territori. Le insegnanti degli istituti comprensivi coinvolti, Stefania Deflorian e Lidia Delvai, hanno detto di aver notato, in questi cinque anni, l’utilità delle settimane linguistiche a Salorno, che si sono rivelate un modo per dare continuità all’insegnamento del tedesco fuori dall’aula.

Anche quest’anno nell’iniziativa sono stati coinvolti alcuni studenti nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro: accompagneranno i ragazzi a titolo volontario, mettendo in gioco la loro conoscenza della lingua e dando una mano nell’organizzazione delle attività.

Continue reading 53 partecipanti alle settimane linguistiche a Salorno

I Paleontologi d’Italia a Predazzo

Proprio come nell’Ottocento, quando l’albergo Nave d’Oro era luogo di incontro e confronto di importanti geologi, a Predazzo in questi giorni si sono riuniti ricercatori e studiosi di tutta Italia. La XVIII edizione delle Giornate di Paleontologia, organizzata dalla Società Paleontologica Italiana (SPI), è stata, infatti, ospitata dal Muse di Trento, con un’innovativa formula itinerante che ha visto sessioni scientifiche nel capoluogo e a Predazzo, porta delle Dolomiti Unesco, con escursioni sul campo alla Gola del Bletterbach e visita al Museo Geologico delle Dolomiti. Proprio nelle sale del Museo di Predazzo è stata trasferita la biblioteca dell’Associazione Paleontologica Italiana, grazie a un’apposita convenzione firmata con il Muse, che ha ritenuto la sede di Predazzo il luogo ideale per ospitare questo importante archivio, che è stato completamente digitalizzato. Un centinaio gli iscritti alla SPI che hanno partecipato ai lavori del congresso e alle elezioni del nuovo direttivo dell’associazione, guidata negli ultimi tre anni da Lorenzo Rook, dell’Università degli Studi di Firenze. La sindaca Maria Bosin e l’assessore alla cultura Giovanni Aderenti, dopo aver accolto e salutato i paleontologi, hanno ribadito l’importanza di questi eventi: “Quando abbiamo firmato la convenzione con il Muse per il Museo Geologico delle Dolomiti abbiamo voluto porre l’accento sulla necessità di rendere l’attività museale trasversale: è importante coinvolgere le famiglie e invogliare la gente comune a visitare l’allestimento permanente e le mostre temporanee, ma è altresì necessario mantenere alta l’attenzione del mondo scientifico sulle preziose collezioni del museo”. Il responsabile del Museo Geologico Riccardo Tomasoni ribadisce che la volontà del Muse è quella di rafforzare sempre più le occasioni di collaborazione con le università e gli enti di ricerca: “Le Dolomiti sono una vera e propria palestra per geologi e paleontologi. La ricerca, sul campo e sui preziosi reperti della collezione ospitata a Predazzo, va valorizzata e incentivata, solo così manterremo vivo e dinamico il Museo”.

 

Continue reading I Paleontologi d’Italia a Predazzo

Fiemme Senz’Auto 2018

Dimenticare l’auto per un giorno, tanto per ricordare che siamo in montagna, fra meraviglie naturali. Domenica 10 giugno, la manifestazione ciclopedonale restituisce spazi vivibili ai cittadini per liberare la mente e immaginare un futuro sostenibile.

Dalle alle 10 alle 17, adulti e bambini scendono in strada con una festa che guarda alla qualità della vita, all’ambiente e allo sviluppo consapevole del territorio.

La Statale 48 viene chiusa alle auto e aperta a cittadini e turisti, fra giochi, dimostrazioni, spettacoli, corse in compagnia e bici elettriche. La “strada statale” insegna anche a suonare, con una prova di strumenti musicali della Banda di Ziano.

L’evento, a cui si partecipa gratuitamente, offre l’occasione di conoscere e incontrare una miriade di associazioni di volontariato che operano lungo l’Avisio.

In ogni paese si trovano stand gastronomici dove gustare prodotti tipici e piatti per bambini.

L’unica regola è l’utilizzo di soli mezzi eco-compatibili, partendo dai piedi e dalla bicicletta, fino ai roller, al monopattino, alla carrozza trainata da cavalli e a qualsiasi altro mezzo non inquinante.

Domenica 10 giugno è comunque garantita la circolazione sulla strada di Fondovalle, dove sono deviate le linee di Trentino Trasporti. Le bici elettriche si possono noleggiare da Hobby Model Cicli di Tesero che garantisce anche l’assistenza.

Fiemme Senz’Auto, dal 2009, coinvolge undici Comuni della Val di Fiemme, la Comunità Territoriale di Valle, l’Azienda per il Turismo della Val di Fiemme, la Magnifica Comunità di Fiemme e Fiemme Servizi. Sostengono l’evento le Casse Rurali della Val di Fiemme e le Famiglie Cooperative.

INFO: www.visitfiemme.it

 

PROGRAMMA

Cavalese, piazza Italia

Pranzo Alpini di Cavalese: Piazza Italia.

Gruppo Folk El Salvanel: balli folkloristici.

Odo in Musica con DJ Odo

Trucca Bimbi con Just 4Fun.

Cavalese, via Dolomiti, loc. Pian de le Perlaie

Dolce pit-stop con il CML di Varena: frittelle di mele.

 

Tesero, piazza Battisti

Pranzo con gli Alpini di Tesero: canederli “smalzadi”, cappuccio e formaggio.

Pizza House: pizza, pollo e patatine.

Bar Topo: frutta fresca.

Geppo DJ: musica con il DJ di Radio Fiemme104.

Corsa in Compagnia 3a edizione: gli Amici della Corsa in collaborazione con U.S. Cornacci. Sportissimo: prove di skiroll.

Hockey Club Cornacci: animazione e divertimento con mini hockey su strada.

Scuola Sci di Fondo Lago di Tesero: prove di biathlon.

Associazione Bambi: trucca bimbi, laboratori, palloncini, zucchero filato e popcorn ad offerta.

CML Tesero: Giochi gonfiabili per bambini.

Associazione Astrofili: promozione dell’osservatorio astronomico di Tesero.

ADMO, AIDO, ADVSP: promozione e bevande.

Tesero, via Roma (piazzale Hobby Model Cicli)

Hobby Model Cicli: esposizione biciclette elettriche, assistenza tecnica e NOLEGGIO BICI. Agri 2000 Azienda Agricola: spiedini di carne, carne alla piastra e Birra di Fiemme.

 

Panchià, cavalcavia e centro paese

CML Panchià: deliziosi yogurt e tanta musica.

Bar Croce: ristoro e musica dal vivo con il duo Livio & Giuliano.

Coro Rio Bianco: budini “cioccolatosi”.

 

Ziano, via Nazionale & piazza Italia

Hamburger e Wurstel a go go – Suan Cafè.

Prova strumenti musicali a cura della Banda Comunale di Ziano.

 

Predazzo, piazza SS Filippo e Giacomo

Banda Civica di Predazzo: panini con lucanica alla piastra.

Associazione Volontariamo con Saint Jude: frittelle.

Circolo Tennis: Tennis in piazza!

 

Continue reading Fiemme Senz’Auto 2018

Sono arrivate le tabelle dell’Unesco

“Il paese di Predazzo è orgoglioso di essere la porta verso le Dolomiti, il primo Comune – per chi risale le valli dell’Avisio – parte delle Dolomiti Unesco, e ha sempre fatto di tutto per promuovere e valorizzare tale appartenenza, anche in collaborazione con la Fondazione, che si ringrazia”. Una precisazione doverosa della sindaca Maria Bosin, in risposta all’articolo uscito giovedì 7 giugno sulla stampa locale, che accusa le amministrazioni interessate di non aver ancora montato la cartellonistica con il logo Unesco. “Ho ritenuto necessario fare questo chiarimento perché non passi il messaggio che sia bastato un articolo di giornale per fare apparire immediatamente i cartelli”. Bosin spiega: “Nel 2014 abbiamo inviato al Servizio Gestione Strade la prima richiesta per poter mettere i cartelli agli ingressi del paese, senza ricevere nessuna risposta. A gennaio di quest’anno abbiamo inviato una nuova domanda, allegando misure e facsimile della cartellonistica che intendevamo montare, con il relativo posizionamento. Più di un mese dopo ci è giunta una incomprensibile risposta che sollevava ancora perplessità in merito, con la richiesta di dettagli che avevamo già comunicato. Di fronte a tale lentezza, abbiamo deciso di procedere comunque con l’acquisto dei cartelli, tanto che il primo è stato montato, all’altezza della piscina comunale, proprio mercoledì mattina, il giorno prima dell’uscita dell’articolo. Gli altri sono in fase di montaggio”. Bosin ribadisce, poi, il legame di Predazzo con le Dolomiti Unesco, legame testimoniato anche dal Museo Geologico, nato proprio per valorizzare questo bene considerato patrimonio dell’umanità.

La sindaca coglie, infine, l’occasione per puntare l’accento sulla farraginosa macchina amministrativa: “Si parla sempre di semplificazione, ma in realtà siamo ormai soffocati dalla burocrazia. È paradossale che un’amministrazione comunale non abbia nemmeno l’autonomia di poter installare un semplice cartello, peraltro di promozione istituzionale del territorio. È giusto che i cittadini sappiano a quali vincoli gli amministratori locali sono sottoposti. Purtroppo, se il sistema non cambia approccio, comuni e imprese sono destinati all’immobilismo, a scapito dei servizi ai cittadini e della ripresa economica”, conclude Bosin.

 

Continue reading Sono arrivate le tabelle dell’Unesco

Vincenzo Nibali prepara il Tour al S. Pellegrino
Milano Sanremo 2018 - 109th Edition - Milano - Sanremo 294 km - 17/03/2018 - Vincenzo Nibali (ITA - Bahrain - Merida) - photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2018

Anche quest’estate, e più precisamente dal 13 al 24 giugno, Vincenzo Nibali tornerà al Passo San Pellegrino, in Val di Fassa, per preparare uno degli appuntamenti più importanti della sua stagione agonistica 2018: il Tour de France. Una tradizione che prosegue con successo da circa 10 anni, durante i quali il campione siciliano è diventato uno dei pochi corridori nella storia del ciclismo ad avere conquistato tutti e tre i grandi giri: Tour, Giro e Vuelta.

“Sono una decina d’anni che salgo al Passo San Pellegrino per allenarmi e ogni anno penso che non potrei scegliere un posto migliore” conferma Nibali. “Quando arrivo, ci metto poco ad avvertire quella sensazione di pace e tranquillità che da sempre mi restituisce il Passo. Ci sono pochi posti al mondo che mi consentono di allenarmi come voglio io e lassù non ho che l’imbarazzo della scelta sui percorsi e soprattutto c’è tanta salita che, per uno come me, è come l’aria”.

Grazie all’accordo di sponsorizzazione siglato tra il Team Bahrain Merida a l’APT Val di Fassa, con Nibali ci saranno anche i compagni di squadra Franco Pellizotti, Luka Pibernik e Iván García Cortina, oltre al fidato DS Paolo Slongo, grande sostenitore dei ritiri al Passo San Pellegrino, che ormai conosce benissimo, per la possibilità di trascorrere molto tempo a quota 1900 m godendo così dei benefici della permanenza in altura e della vicinanza alle salite più impegnative delle Dolomiti, una vera palestra naturale dove si ha veramente tutto ciò che serve per svolgere sessioni di allenamento efficaci e mirate.

“La preparazione in altura è un momento fondamentale per migliorare il rendimento di un’atleta, soprattutto in estate quando le temperature sono più alte e nasce l’esigenza di continuare a fare carichi di lavoro importanti senza mettere in difficoltà il fisico degli atleti” afferma Slongo. “Il Passo San Pellegrino offre le condizioni ideali per allenarci al meglio, temperatura mite, aria fresca, salite, discese, tratti pianeggianti a fondo valle, e soprattutto un ambiente sereno e familiare a cui si fa presto ad affezionarsi. Quando siamo lassù, tra le bellissime montagne della Val di Fassa, le famiglie ci raggiungono volentieri, i bambini hanno a disposizione tantissime attività per passare le giornate e divertirsi mentre il papà si allena, poi alla sera ci ritroviamo tutti insieme e l’atmosfera “casalinga” che si crea contribuisce senza alcun dubbio al benessere fisico e psicologico dei nostri corridori.”

Continue reading Vincenzo Nibali prepara il Tour al S. Pellegrino

Concerto de “la Coralina di Gnosca”

In occasione della festa patronale di San Vito, sabato 16 giugno presso la Sala comunale di Vigo (Sèn Jan di Fassa) si terrà il concerto “Canti a Maria e Canti dell’anima ” de “La Coralina di Gnosca” (Svizzera). Il coro femminile, attivo già dal 1980, è diretto dal 1990 da una delle fondatrici, Francesca Gianoni.

Durante la serata verrà presentato un repertorio che spazia tra il canto sacro, con brani di Haydn, Brahms, Saint Säens e Massenet, e quello profano, abbinando la polifonia classica a pezzi di carattere più popolare e provenienti da varie regioni del mondo, tra cui spiccano alcune composizioni di Bepi de Marzi.

Il filo conduttore della serata saranno, come annuncia già il titolo, i canti dell’anima, legati sia alla sfera religiosa, personificata dalla Madonna, sia riferiti agli aspetti più intimistici ed emozionali, raggruppati in tematiche fortemente suggestive: i suoni, l’alba, i girotondi cantati, l’inverno, la serenità e le leggende.

Si inseriscono in questo percorso anche due Arie Tedesche di Händel per soprano, flauto e basso continuo che daranno un tocco in più al concerto e, quale omaggio alla tradizione che più conosciamo, verrà presentato anche un brano dedicato alla leggenda di Soreghina.

Dunque un appuntamento sicuramente interessante per conoscere una nuova realtà corale, la formazione femminile, inusuale per la nostra zona e per apprezzare un repertorio vasto ed accattivante.

Si tratta anche di un’ottima apertura per la festa patronale, che culminerà il giorno seguente, alle ore 10.30, con la celebrazione della S. Messa nella Chiesa di Santa Giuliana.

 

 

 

Continue reading Concerto de “la Coralina di Gnosca”

Marcialonga, iscrizioni online, aperte dalle ore 14

La Marcialonga di Fiemme e Fassa (TN) numero 46, recentemente premiata come miglior gara al mondo Visma Ski Classics, è la più amata del pianeta, lo dicono gli stessi fondisti, i quali possono godere dell’occasione unica di passare nel cuore delle spettacolari vallate trentine sentendo, metro dopo metro, il calore e il sostengo dei valligiani e di tutto il pubblico lungo i 70 km del tracciato da Moena a Cavalese.

Oggi, a partire dalle ore 14 e alla cifra di 75 euro solamente con carta di credito, verrà concessa un’opportunità unica ai futuri concorrenti, forse l’ultima, poiché solitamente le partecipazioni aprono e chiudono nello spazio di qualche minuto appena: “Lavoriamo con passione per poter garantire anche nel 2019 un elevato standard organizzativo e un’esperienza positiva per concorrenti e appassionati”, afferma il comitato organizzatore della ski-marathon.

Continue reading Marcialonga, iscrizioni online, aperte dalle ore 14

Energia pulita al Supermercato Poli

Attenzione all’ambiente, sostegno alle associazioni, ascolto dei bisogni del territorio. Su questa base il gruppo Poli combatte lo stereotipo che vuole le aziende private della grande distribuzione interessate esclusivamente al proprio tornaconto. Mauro Poli, responsabile dell’area marketing, lo mette in chiaro: “Dal 2001 siamo tra i pochi del settore a redigere il bilancio sociale. Non siamo presenti fisicamente nei nostri negozi, ma ci siamo a tutti gli effetti come vicinanza e attenzione. Siamo, per esempio, impegnati con iniziative di finanziamento ad associazioni e scuole, oltre che con programmi di sostegno a piccoli produttori agricoli. Senza parlare dell’occupazione, con i nostri 1.700 dipendenti e le relative ricadute sociali ed economiche”.

Il gruppo, che quest’anno festeggia i 70 anni, è presente in Val di Fiemme da 20 anni, prima con l’apertura del negozio di Ziano di Fiemme (che da due anni è passato sotto l’insegna Amort, caratterizzata da prezzi più bassi e confezioni famiglia), poi con la filiale di Predazzo. E proprio il negozio di via Fiamme Gialle è stato da poco oggetto di una consistente rivisitazione: “In accordo con la proprietà del centro commerciale, abbiamo riqualificato l’atrio della struttura, realizzando una sorta di piazzetta centrale, con una veste più attuale e moderna. Il punto vendita è stato ampliato e rinnovato, sia nella proposta commerciale sia dal punto di vista tecnico”, spiega Poli.

In particolare, si è deciso di puntare, come in molti altri negozi del Gruppo, sul risparmio energetico e il rispetto ambientale: “Siamo stati tra i primi a utilizzare le centrali a CO2 per raffreddare i frigoriferi e per riscaldare l’ambiente. Sfruttando un gas naturale, non inquinante, riusciamo ad avere ottime prestazioni energetiche. Questi impianti ad anidride carbonica, inoltre, sfruttano il calore di scarto per la produzione di acqua calda e il riscaldamento. Con la ristrutturazione abbiamo dotato anche il negozio di Predazzo di questa tecnologia, ancora poco utilizzata nel settore perché richiede un consistente investimento economico. Oltre a ciò, ci avvaliamo di illuminazione a led e di sistemi di chiusura dei frigoriferi, piccole attenzioni che dimostrano la nostra attenzione all’ambiente”.

A Predazzo, Poli non punta solo sulla tecnologia, ma anche sui servizi: oltre all’ampliamento dei reparti dedicati al biologico e alle intolleranze alimentari, è stata aperta la pescheria con arrivo quotidiano del pesce, la prima in alta valle, che sta riscuotendo un grande apprezzamento per varietà e qualità. Ma l’attenzione passa anche attraverso l’ascolto dei bisogni della clientela: “Partiamo dal presupposto che non è il cliente che deve adattarsi al negozio, ma il negozio che deve saper rispondere alle esigenze del cliente. Ecco perché siamo stati i primi in valle ad adottare l’orario continuato e l’apertura domenicale. Servizi che vengono apprezzati non solo dai residenti, ma anche dai turisti”. Mauro Poli commenta: “Ogni attore del sistema valle contribuisce, nel suo ambito, a rendere un territorio più attrattivo di un altro. Noi della grande distribuzione non possiamo dimenticare che il turista vuole libertà, anche negli orari per fare la spesa. Rispondere a questa esigenza significa di fatto sostenere il territorio, anche da un punto di vista turistico. Le ultime due stagioni, quella invernale e quella estiva, sono state particolarmente positive e, complice anche un meteo favorevole, ci danno ragione, tanto che il punto vendita di Predazzo è in continua crescita”.

  1. B. C.

 

 

Continue reading Energia pulita al Supermercato Poli