“Per il Mio Bene” compie 10 anni !

Che cos’è la violenza contro le donne? Come si manifesta? Negli ultimi anni, anche a causa dei numerosi fatti di cronaca, ognuno di noi ha avuto modo di entrare in contatto con questo fenomeno e capire che esso ha molte sfaccettature: fisica, sessuale, verbale, psicologica, economica. E’ una realtà che può spaventare, perché nella maggior parte dei casi risiede nel luogo dove tutti dovremmo sentirci più protetti: la nostra casa. Sono ormai trascorsi dieci anni da quando La Voce delle Donne, Cooperativa Oltre e associazione IO, anticipando l’emersione di un fenomeno che si è rivelato molto ampio, decisero di mettere in campo le proprie risorse, attraverso il progetto “Per il mio bene”. Un progetto che ha percorso due canali distinti ma interconnessi: da un lato l’informazione e la sensibilizzazione sul fenomeno e sulle sue dimensioni, dall’altro la conoscenza e il lavoro su se stessi. Il tutto senza creare opposizione tra uomini e donne, carnefici e vittime, ma portando la popolazione a riflettere insieme, per trovare nuove strade di comprensione e rispetto. Il femminicidio, come viene chiamato oggi il fenomeno è stata affrontato da vari punti di vista, utilizzando tutti gli strumenti a disposizione: accanto a conferenze e seminari, sono stati utilizzati come veicolo di sensibilizzazione il teatro, la letteratura, l’arte, il cinema, la musica, la poesia. Al tempo stesso, sono state affrontate alcune tematiche che sono molto importanti all’interno di un percorso volto anche alla prevenzione. Essere sicuri di sé, avere autostima, sapersi proteggere, riuscire a realizzarsi, sono concetti strettamente legati al proprio star bene. Per questo particolari energie sono state dedicate a creare percorsi sull’autostima, sull’importanza della socializzazione femminile, sulle differenze di genere, il potenziamento della percezione di sé e della consapevolezza del proprio corpo, la comunicazione verbale e non verbale. Sempre in tema di prevenzione, sono stati avviati vari percorsi di educazione alle differenze di genere rivolti ai bambini e ai ragazzi. Il rispetto reciproco nei diversi ambiti di vita (lavoro, famiglia, vita sociale, ecc.) è stato in questo caso l’argomento proposto, che è stato affrontato con metodologie didattiche adatte all’età, quali giochi cooperativi, attività teatrali, letture animate, giochi di conoscenza, esercizi di scrittura creativa, attività grafiche. Per il 2015, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, è stato organizzato un evento, che si terrà il prossimo 28 novembre alle ore 17 presso il Centro Arte Contemporanea a Cavalese, che vedrà nuovamente all’opera varie forme di espressione artistica. I partecipanti saranno guidati attraverso le sale del centro arte in un percorso tra musica, poesia e immagini, che culminerà con la visione del cortometraggio “L’odore delle ossa” dell’artista Roberta Segata, che ha gentilmente concesso l’utilizzo dello stesso per questa giornata. Infine, i partecipanti potranno utilizzare loro stessi gli strumenti dell’arte per lasciare un proprio pensiero. L’ingresso è libero, vi aspettiamo numerosi per dare un segnale forte e dire NO alla violenza.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento