Rovereto in forma di jazz

Una “gita” a Rovereto è sempre una buona occasione per cambiare aria. Il Mart, il centro storico con la casa di Fortunato Depero, corso Bettini ed ora anche il rinnovato Teatro Zandonai che sta ospitando, in questa sua nuova stagione, il gotha del jazz internazionale. Martedì prossimo, alle ore 21.00, sul palco del teatro di Rovereto, ci sarà l’occasione di ascoltare Franco D’Andrea accompagnato da un quintetto di grandi musicisti . Si tratta di un gruppo scaturito dall’unione del quartetto storico, attivo ormai da quasi vent’anni, con il più giovane trio, espressione dei recenti interessi e orientamenti del pianista. Nel gruppo sono riuniti musicisti che collaborano da molto tempo con D’Andrea, che conoscono bene la sua musica e le sue originali procedure di creazione, e naturalmente si trovano a proprio agio in tale contesto Il trombonista Mauro Ottolini ha ricevuto nel 2013 il titolo di Musicista italiano dell’anno nel referendum della autorevole rivista Musica Jazz, e tra le sue realizzazioni ci sono pregevoli lavori con i maggiori esponenti della scena internazionale. Il sassofonista e clarinettista Daniele D’Agaro ha operato sulla scena europea con molti eccellenti protagonisti, tra cui Han Bennink, Misha Mengelberg, Louis Moholo, Alex von Schlippenbach. Nel 2007 e 2008 ha vinto il referendum della critica “Top Jazz” quale miglior sassofonista e clarinettista italiano. Il sassofonista Andrea Ayassot, il contrabbassista Aldo Mella e il batterista Zeno De Rossi sono tra i musicisti più apprezzati del panorama odierno in Italia.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento