Il sapore aspro della neve

“Il sapore aspro della neve” è l’ultima fatica letteraria di Angelo Iellici di Moena, più noto come Angel de Larezila. È uomo di montagna, maestro di sci, membro del Soccorso Alpino, rifugista ma con gli anni ha maturato anche la passione per la scrittura.

Carriera iniziata nel 2001 con l’ironico “Maestro di sci … Amore mio” e approdata nel 2012 a “Mi sono perso nel mio bosco, ma non cercatemi”, libro diventato anche una piece teatrale con almeno cinquanta repliche in varie regioni d’Italia.

Ora un romanzo di 459 pagine costato due anni e mezzo di impegno, oltre alla normale attività lavorativa. “Non è un libro autobiografico ma raccoglie elementi anche della mia vita e, a mio avviso, si presta a una traduzione televisiva o cinematografica”, assicura l’autore.

Gilberto Bonani                                                                                       foto: Paolo Scarian

 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento