Suns torna nella Ladinia!

Si chiama “SUNS”, che in friulano significa “suoni”, ed è il festival internazionale della canzone nelle lingue di minoranza. È un evento nato nel 2009 in Friuli per iniziativa di Radio Onde Furlane col sostegno dell’Arlef (Agenzia Regionale per la lingua friulana) con l’obiettivo di promuovere e mettere a confronto le più interessanti e variopinte espressioni musicali delle piccole lingue. Dopo i primi anni SUNS è diventato itinerante, e quest’anno approda nuovamente a Moena – dove si era svolto anche nel 2013 – con un grande concerto che avrà luogo sabato 19 novembre alle ore 20.30 presso il Teatro Navalge.

L’organizzazione ha selezionato per questa edizione otto musicisti o gruppi tra oltre venti candidati provenienti dalle minoranze linguistiche dell’Europa Alpino/Mediterranea presenti nei territori di Italia, Svizzera, Slovenia, Austria, Francia (Corsica e Occitania). A Moena si potranno ascoltare, in un caleidoscopio di generi musicali e di idiomi diversi, le migliori proposte in lingua occitana, romancia, grica, friulana, sarda, francoprovenzale e naturalmente ladina. Ben due sono i rappresentanti della minoranza linguistica “di casa” che hanno passato la selezione: il musicista Marco Mattia e il gruppo “Berdon”.

La macchina organizzativa, già avviata da mesi, è guidata dall’associazione di musica e cultura di Moena “La Grenz” col presidente Enrico Tommasini, affiancati dai promotori friulani col direttore artistico Leo Virgili, e l’evento è realizzato col sostegno finanziario della Provincia di Trento – Servizio minoranze linguistiche – e della Regione Trentino Alto Adige e col supporto del Comun General de Fascia, del Comune di Moena, dell’Azienda di Promozione Turistica, dell’Istitut Cultural Ladin e de La Usc di Ladins.

SUNS Ladinia trasformerà il Teatro Navalge in una colorata “babele” delle lingue meno diffuse; la presentazione è affidata all’attore friulano Michele Polo, che sarà affiancato dalla giovane artista ladina Martina Iori – già vincitrice di Suns nel 2014 – che potrà offrire al pubblico anche qualche esibizione canora.

Durante questo concerto eccezionale, e con ingresso libero, il pubblico potrà sostenere i beniamini locali o i gruppi che considera più meritevoli: le esibizioni saranno valutate da una giuria di esperti che sceglierà i due brani che guadagneranno l’ammissione alla finale SUNS Europe, che sarà il 3 dicembre a Udine, dove si confronteranno i migliori musicisti delle comunità di lingua minoritaria di tutto il continente.

I partecipanti a SUNS Ladinia 2016

Questi gli otto musicisti o gruppi selezionati:

– il compositore sardo “Arrogalla” che presenta “Is” e nelle sue elaborazioni ci farà sentire anche la voce di Andrea Parodi;

– il gruppo occitano del Piemonte “Saber Système” con “La Libertat” che mescola le radici (sapere, ovvero coscienza delle origini) con la modernità del “sound system” elettronico;

– il cantautore della Grecìa Salentina Rocco de Santis che con “Kama” reinterpreta la tradizione cantando i suoi versi poetici in lingua grica;

– il “rapper anomalo” friulano Doro Gjat, che con “Discolce” affronta con un sound interessante il tema dell’immigrazione/emigrazione;

She, York, la proposta raffinata della cantautrice romancia Sarah Clavadetscher che presenta “Solitari”;

– il gruppo occitano/franciprovenzale “Trip” che stravolge l’essenza del ballo tradizionale con “Fan qui la viro”;

– il musicista Marco Mattia di Vigo di Fassa che presenta il brano “Maraveous” (meraviglioso), che dà il titolo al suo primo CD, uscito quest’anno;

– i giovanissimi “Berdon”: 4 liceali della Scuola di Fassa che hanno fondato da poco il gruppo, dimostrando subito talento e grinta. A Suns propongono “La not di Krampus”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento