Immagine

Arriva l'eclissi di Sole

Domani dovrebbe essere una giornata serena. Potremo così gustarci una “storica” eclissi di sole. Da noi, il fenomeno inizierà verso le 8 e 30 e raggiungerà il suo culmine un’ora dopo, per poi andare ad esaurirsi intorno alle 10.45. L’oscuramento del sole, in Trentino, sarà solo parziale raggiungendo solo un 50/60%, sufficiente comunque a creare  fascino e magia. Il consiglio è di non fissare l’evento se non provvisti di di protezioni adeguate onde evitare il pericolo di danneggiare gli occhi. La miglior difesa è garantita dagli occhiali da saldatore ed, in ogni caso è opportuno evitare una lunga esposizione ai raggi solari.

Continue reading Arriva l’eclissi di Sole

Con le Coop, ottime convenzioni

Da gennaio Cooperazione Salute  – la Società di Mutuo Soccorso del Movimento cooperativo trentino – ha attivato nuove convenzioni a beneficio dei propri Iscritti. In particolare, sono state riviste le convenzioni con gli Studi odontoiatrici, che applicano un tariffario unico e agevolato con tariffe inferiori fino al 70% rispetto ai prezzi sul mercato. A queste si sono aggiunte nuove convenzioni con Strutture sanitarie, presso le quali gli Iscritti possono beneficiare di tariffe inferiori del 10 – 20% rispetto a quelle normalmente applicate dalle strutture stesse. Delle spese sostenute presso gli Studi e le Strutture convenzionate potrà essere fatta normale richiesta di rimborso, a seconda del Piano sanitario di riferimento per l’Iscritto. Da quest’anno, Cooperazione Salute ha inoltre attivato un Piano di Assistenza per i Soci delle Cooperative di consumo trentine. Il Piano di Assistenza prevede la possibilità di accedere alla rete di strutture sanitarie, parasanitarie, odontoiatriche e socio-sanitarie-assistenziali, convenzionate con Cooperazione Salute, presso le quali beneficiare dei tariffari agevolati e prestabiliti. Il numero di accessi alle strutture della rete è illimitato, per tutta la durata della copertura del Piano di Assistenza – un anno dall’attivazione. Per iscrivere il proprio nucleo familiare a Cooperazione Salute, basterà compilare un modulo comunicazione e versare la quota di iscrizione. A seguire, Cooperazione Salute invierà agli interessati la comunicazione di avvenuta iscrizione e una ricevuta di pagamento. Una volta attivata la copertura, i familiari potranno prenotare le prestazioni presso le strutture convenzionate, specificando di essere Iscritti a Cooperazione Salute; al momento dell’accettazione, è necessario fornire alla struttura il proprio codice fiscale e un documento di riconoscimento in corso di validità. La struttura emetterà regolare ricevuta fiscale, applicando la scontistica concordata, che potrà essere portata in detrazione dall’imponibile IRPEF. Per ulteriori informazioni : WWW.COOPERAZIONESALUTE.IT OPPURE 0462 342715

Continue reading Con le Coop, ottime convenzioni

Un consiglio non richiesto

Qui da noi sono meno sdraiati? Forse. il merito è anche della diffusa attività fisica che caratterizza le nostre comunità, ma le tendenze in atto, le mode, la tecnologia e il futuro nebuloso toccano anche i nostri ragazzi “di montagna”, che spesso portano avanti la loro adolescenza così come raccontato  da Michele Serra, giornalista e scrittore. Gli “ sdraiati” è il suo ultimo libro, dal quale è stato tratto anche un lavoro teatrale che sta girando per l’Italia e che ha come protagonista Claudio Bisio. E’ la storia di un padre e del suo rapporto con il figlio, un libro divertente ma anche toccante. Un consiglio non richiesto, leggetelo. Non abbiamo percentuali sulle vendite, ma solo il piacere di condividere un tema che tocca, ha toccato, toccherà molti.

In cucina il lavello è pieno di piatti sporchi. Macchie di sugo calcinate dal succedersi delle cotture chiazzano i fornelli. Questa è la norma, l’eccezione (che varia, in festosa sequenza) è una padella carbonizzata, o il colapasta monco di un manico, o una pirofila con maccheroni avanzati che produce le sue muffe proprio sul ripiano davanti al frigo: un passo ancora e avrebbe trovato salvezza, ma la tua maestria nell’assecondare l’entropia del mondo sta esattamente in questo minimo, quasi impercettibile scarto tra il “ fatto “ e il “non fatto” . Anche quando basterebbe un nonnulla per chiudere il cerchio, tu lo lasci aperto. Sei un perfezionista della negligenza.

Più di un posacenere, in giro per la casa , rigurgita di cicche . Spero non solo tue. Dalla piccola catasta è tracimata qualche unità ribelle, rotolata sul tavolo o caduta per terra. Scaglie di cenere ornano specialmente il divano, tuo habitat prediletto. Vivi sdraiato. Tranne che in cucina, dove domina il puzzo di rancido, la casa è impregnata del tanfo di sigaretta spenta, e perfino a me, che fumo , pare impossibile classificare quella cappa mortifera come il residuo di un piacere. Il tabagista più irrecuperabile dovrebbe venire qui un paio di volte alla settimana, respirare con quello che gli resta dei polmoni quest’aria combusta e melmosa. Si redimerebbe. 

Continue reading Un consiglio non richiesto

Nulla sarà come prima

Cavalese è in subbuglio. Una quindicina di giorni fa abbiamo scritto in un post, che la discesa in campo di Beppe Pontrelli, quale candidato a Sindaco alle prossime Amministrative di maggio, avrebbe cambiato completamente gli equilibri politico/amministrativi del Comune. Siamo stati facili profeti. L’ultimo Consiglio Comunale di Cavalese si è incartato, poiché le minoranze sono state rimpinguate dall’arrivo di tre consiglieri che hanno cambiato casacca. Dieci a dieci è ora il quadro d’insieme e la possibilità che si arrivi al commissariamento del Comune, anche solo per pochi giorni è davvero molto vicina. E’ l’effetto Pontrelli. Dal canto suo il Sindaco uscente Silvano Welponer, ci ha confidato che intende, al più presto, informare i cittadini sulle conseguenze economiche negative, per i cavalesani, conseguenti a questo impasse. Intanto si preparano le liste e nella squadra di Welponer pare ormai certa la defezione di due pedine importanti quali Finato e Pardatscher che avrebbero deciso di non ricandidarsi. Predazzo, dal canto suo sonnecchia. Ricandida la Sindaca Maria Bosin con la sua squadra. E’ data per superfavorita. Dalle retrovie potrebbe arrivare una lista ispirata da Luca Donazzolo. Se tutto si fermasse qui ci troveremmo con un numero di pretendenti al governo del Paese, mai così esiguo. Non è però il caso di fidarsi, dato che, sia a Predazzo, che in altri paesi di Fiemme e Fassa cova la brace sotto la cenere, si tengono le carte coperte ed è possibile che potremo assistere a qualche inaspettata sorpresa. Non manca ormai molto. Entro poche settimane tutte le liste dovranno presentarsi ai cittadini per il giudizio quinquennale. Le nostre legittime curiosità saranno svelate e l’ultima parola toccherà a tutti noi.

Continue reading Nulla sarà come prima

PSX_20150313_111433_resized

Vista la splendida giornata, Lucio ha deciso di prendere l’elicottero e di andare a sciare al Cermis .E’atterrato, con noncuranza, nel parcheggio degli impianti di Cavalese tra una automobile e l’altra. Il fatto, oltremodo curioso è accaduto alle 11.40 ed ha destato l’interesse e la curiosità dei turisti e di coloro che hanno assistito alle evoluzioni dello “sciatore volante”. Qualcuno ha allertato i carabinieri che hanno contestato l’atterraggio senza idonei permessi. A questo punto l’improvvido sciatore ha rimesso gli sci nell’elicottero ed è volato via dichiarando che sarebbe andato a godersi la giornata sulla neve in un’altra stazione sciistica.PSX_20150313_111433_resized

Continue reading Sciare oh oh

Il fattore C

Ci capita sempre più spesso di sentir usare questo termine. Lo usano i media che, così facendo, cercano di evitare volgarità indicando la fortuna che spesso accompagna gesta un po’ sconsiderate. A volte noi lo usiamo per le persone che attirano su di sé la buona sorte. A volte ancora diventa un modo per sminuire le capacità di coloro che raggiungono importanti risultati senza averne, secondo noi, vero merito. Lo si utilizza nella politica ma anche nella vita comune. Ma, se anche noi ci fermiamo, anche solo un attimo a pensarci, ci rendiamo che lo abbiamo anche noi, eccome. Lo abbiamo come comunità, lo abbiamo grazie alla splendida natura che ci circonda, lo abbiamo anche a seguito delle protezioni che la nostra società ha creato decennio dopo decennio. Alcuni di questi “privilegi” sono il lascito dei nostri lungimiranti antenati, altri appartengono a fortunate circostanze. Senza entrare nel merito e quindi evitando accuratamente valutazioni politiche, possiamo certamente dire che viviamo in un luogo splendido e con ottimi servizi. Avremmo potuto nascere in luoghi molto meno ospitali e scarsi di opportunità. Se non vivessimo in un Eden non avremmo certamente un industria turistica, se pur acciaccata e se usciamo dalle nostre Valli ed andiamo verso il sud del nostro Paese, ci rendiamo conto di quanta fortuna abbiamo. Fortuna e merito, certo, che non è ne scontato sia per sempre e che dipende anche da noi e dalle nostre scelte quotidiane. Per quanto riguarda specificatamente il fattore C, non possiamo che ringraziare la buona sorte e augurarci di preservare il C, a lungo.

Continue reading Il fattore C

A Predazzo i Queen, quelli veri

Due regine si aggirano per l’Europa: una racconta le gesta ormai mitiche di Freddy Mercury & Co, l’altra macina ripetuti sold out grazie ad un ottimo chitarrista e alla voce del cantante Adam Lambert. I Queen ci raccontano contemporaneamente due storie. La prima con il film “Queen Rock Montreal” del 1981 che, assieme al live in Budapest, si contende la palma per la migliore video/performance della storia del gruppo inglese. La seconda attraverso una ottima tribute band,( forse la migliore oggi in circolazione), che approfitta di un brand inossidabile per rinverdire i fasti del passato e fare soldi a palate. Quando Freddy Mercury registrò il film in Canada nell’81, Adam Lambert stava appena nascendo. Di certo, questo talentuoso interprete, uscito da American idol, non ha contribuito in alcun modo al mito costruito passo, dopo passo dai Queen di Mercury ne al loro straordinario repertorio . Oggi, però, “scimiotta” uno dei più grandi performer della storia del rock grazie alla complicità del compagno di una vita di Freddy Mercury ovvero Brian May. Il risultato. Un grande show, che incanta migliaia di persone che accettano di buon grado un surrogato spacciato per l’originale. Il Film “Queen Rock Montreal”, dedicato alla vera Regina, sarà proiettato il 16 e 17 marzo al Teatro di Predazzo alle ore 21.15

Continue reading A Predazzo i Queen, quelli veri

Seminario con Bruna Ferrari – 14 - 15 Marzo

Il Reiki è molto più di una tecnica di guarigione: è un metodo di risveglio dello Spirito, crescita personale e sistema di auto guarigione riscoperto grazie ad un’intensa esperienza meditativa e di illuminazione da Mikao Usui Sensei, verso fine ‘800, primi ‘900, che lo usò prima per curare se stesso, poi come crescita personale e spirituale. L’energia viene canalizzata attraverso le mani di chi pratica la disciplina del Reiki e tende a fluire spontaneamente nel corpo del ricevente nei punti dove è maggiormente necessaria. BRUNA FERRARI si ricorda di essere nata in tanti luoghi e di nascere ogni giorno, ma è Ferrara la città dove apre gli occhi. Si confessa cittadina del mondo, con una famiglia allargata, composta dai suoi quattro figli stupendi e dai bambini che ha fatto nascere. Ostetrica, psicologa e antropologa, per molti anni ha viaggiato dall’Europa all’Africa, dall’Asia al Sud America, partecipando al rituale della vita dei Berberi, dei Tuareg, dei Masai, degli Indiani Hopi, Obgjwa, degli Algonquin e dei Montagnais in Canada, incontrando gli sciamani del Messico e gli indios Huicholes. E’ Master e teacher Reiki che pratica nelle discipline di riequilibrio energetico da molti anni.
IL PERCORSO INCLUDE Seminario di una giornata 1° livello dalle 10.00 alle 18.00 sabato 14 Marzo. 2° livello dalle 10.00 alle 14.00. Domenica 15 Marzo info HOTEL BELLAVISTA – Via Pizzegoda 5 – Cavalese | 0462.230228 | INFO@BIENVIVREHOTELS.IT

Continue reading Seminario con Bruna Ferrari – 14 – 15 Marzo

Onore al merito

Abbiamo avuto modo di ascoltare una conversazione di Raffaele Zancanella, Presidente della Comunità di Valle di Fiemme. Ospite di Radio Fiemme, Zancanella ragionava sulla fusione tra Comuni e sull’eventuale nascita di un unica municipalità in Fiemme. Il fatto, avrebbe, come diretta e ovvia conseguenza, l’eliminazione della stessa Comunità di Valle e delle sue competenze che, lo stesso Presidente ha evidenziato essere quasi esclusivamente indirizzate verso il “ sociale”. Ed è qui che Raffaele Zancanella ha espresso, con estrema lucidità e senza sottovalutazioni, le sofferenze della nostra Comunità che, ha detto essere molto più vaste e profonde di quanto si possa immaginare. Famiglie disgregate, violenze, gravi difficoltà economiche, mancanza di lavoro. A Tutto questo va ad aggiungersi l’abuso di alcol e droghe, la ludopatia , i disagi psichici e molto altro ancora. Un società, quindi, in grave difficoltà, minata da una galoppante crisi economica che tende ad aggravare ulteriormente le “normali” dinamiche conflittuali in casa e sul lavoro. Ci sarebbe piaciuto, nel recente passato e ci piacerebbe ancor più oggi, che fossero questi gli argomenti maggiormente discussi e le priorità della nostra “politica domestica”. Purtroppo, sentiamo parlare troppo spesso, sia a livello nazionale che locale, di questioni che sono distanti dalla vita delle persone, quando addirittura ininfluenti sul nostro futuro. Delle due l’una: o una buona parte della politica vive in un mondo parallelo, oppure butta la palla in tribuna in attesa che i problemi si risolvano da soli non essendo in grado di affrontarli.

Continue reading Onore al merito