Immagine

Ingorghi a go go

La nuova Cavalese, aperta alle sperimentazioni, lascia perplessi. Come ogni cambiamento vi è naturalmente bisogno di metabolizzazione e aggiustamenti e non siamo certo noi, contrari alle rivoluzioni che dovrebbero essere il pane di una amministrazione attenta e propositiva ma, le continue segnalazioni che ci arrivano su di una viabilità “impazzita”, denotano un certo dilettantismo nel riorganizzare i flussi della borgata. Il traffico è spesso in tilt e il piano dei parcheggi probabilmente è stato realizzato senza sufficienti simulazioni. Apprezzabili i nuovi luoghi di relax che i privati hanno realizzato, scarsino l’arredamento urbano ma alla viabilità di Cavalese, per ora, diamo un quattro.

Continue reading Ingorghi a go go

Dal 1° all’8 agosto, Le corte de Tiezer

È una delle rievocazioni più apprezzate da turisti e residenti, probabilmente grazie alla suggestiva ambientazione. Le ”corte” di Tesero, i suggestivi cortili che si aprono tra le case, infatti, sono già di per sé un monumento alla memoria. Il programma prevede proposte dal tardo pomeriggio fino alla serata, con rappresentazioni, laboratori per bambini, concerti, una sfilata di biciclette d’epoca, fino alla serata finale con “A stroz par le corte” (“a stroz” significa “a passeggio), camminata nel centro storico, tra assaggi culinari, spettacoli, musica e rievocazione di antichi mestieri. La manifestazione ha ricevuto il bollino “Meraviglia italiana”, progetto che punta a creare un itinerario storico-culturale tra 1.000 meraviglie italiane, individuate tra siti paesaggistici e manifestazioni di particolare interesse e valore. Info: www.cortedetiezer.net

Continue reading Dal 1° all’8 agosto, Le corte de Tiezer

In montagna con questo caldo

Cosa è meglio mangiare durante un’escursione in montagna? È proprio necessario portarsi dietro barrette energetiche, integratori salini, preparati vitaminici? Sicuramente è essenziale reintegrare i liquidi persi con il sudore. Durante lo sforzo bere quindi circa mezzo litro di acqua all’ora, meglio se con l’aggiunta di sali minerali, quali sodio, cloro, potassio, magnesio e calcio. Da evitare assolutamente le bevande gassate che gonfiano soltanto lo stomaco rendendo più faticosa la marcia. La prima colazione fatta la mattina della gita deve essere abbondante e costituita da liquidi (latte, yogurt, spremute, acqua) e cereali, molti e di vario tipo (biscotti secchi, pane o fette con miele o marmellata, müesli, frutta fresca o secca). Da evitate il cornetto del bar, pochi minuti prima della partenza. Durante l’attività fisica vanno bene carboidrati a rapido assorbimento (un po’ di frutta fresca o dell’ottimo miele locale), ma è utile a metà gita consumare uno spuntino, costituito da pane ben lievitato e con pochi grassi, prosciutto magro o bresaola e poco formaggio grana. È bene portare con sé qualche spuntino leggero e nutriente: un sacchetto di frutta secca, una barretta di cioccolato o un po’ di uva passa che permettono anche un buon reintegro di potassio.

Continue reading In montagna con questo caldo

Dal 7 al 9 agosto i turchi fanno festa

Narra la leggenda che il rione Turchia di Moena debba il suo nome a un rifugiato turco che decise di fermarsi in questo quartiere dopo essere stato ben accolto dalla gente del posto. Si racconta che fosse uno dei trecentomila soldati dell’armata turca che nel 1683 assediò Vienna: catturato, riuscì a fuggire, giungendo, dopo numerose peripezie a Moena, dove venne gentilmente soccorso. A ricordare questo episodio c’è ancora oggi nel rione una fontana che di ladino ha ben poco: è infatti caratterizzata dall’immagine di un turco, con tanto di barba, turbante e mezzaluna. In realtà, gli storici sono divisi sull’origine di questo curioso toponimo: alcuni, infatti, lo fanno risalire a una derivazione da “torchia”, cioè il luogo in cui si torceva il lino. Al di là della verità storica tutta da dimostrare, gli abitanti di Moena sono però molto legati alla leggenda, tanto che ogni anno il rione rievoca questa storia con la tradizionale sfilata dei turchi, a cui fanno da contorno musica, gastronomia e arte locale.

Continue reading Dal 7 al 9 agosto i turchi fanno festa

Le Dolomiti viste da Camillo Rasmo e Gustav Willeit

Il Centro d’Arte Contemporanea di Cavalese propone per l’estate la mostra “Dolomiti: cent’anni di verticalità. Camillo Rasmo/Gustav Willeit”: due artisti, un pittore e un fotografo, espressione del passato e del presente. Due diversi linguaggi artistici per raccontare la maestosità e la bellezza delle Dolomiti. Rasmo (1876-1965) rappresenta la scuola pittorica fiemmese, mentre Gustav Willeit, fotografo quarantenne altoatesino, con i suoi scatti mostra la grandezza delle montagne in cui è cresciuto, al cui cospetto l’uomo appare nella sua vulnerabilità. La mostra resterà aperta fino al 30 agosto. Sono previste visite e laboratori per bambini e famiglie.

Info: tel. 0462 235416 www.artecavalese.com

Continue reading Le Dolomiti viste da Camillo Rasmo e Gustav Willeit

Il trenino dei ricordi

I fiemmesi non dimenticano (anzi, rimpiangono) la ferrovia che univa Predazzo con la Val d’Adige: mentre i politici discutono dell’opportunità, anche economica, di ripristinare il collegamento ferroviario, gli appassionati di mountain bike il 2 agosto ridaranno vita, per il diciannovesimo anno, al tracciato di 40 chilometri dove, fino a 50 anni fa, passava il treno. Si parte da Ora e si arriva fino a Molina di Fiemme, con pendenze molto impegnative (addirittura del 25% nel punto del “Muro della Pala”) e un dislivello complessivo di 1.060 metri.

Continue reading Il trenino dei ricordi

Una meraviglia di profumi e colori

Più di 80 ambienti botanici dove prosperano e fioriscono piante da tutto il mondo: i Giardini di Castel Trauttmansdorff di Merano riuniscono in un unico anfiteatro naturale paesaggi esotici e mediterranei, incorniciati da vedute mozzafiato sui monti circostanti. Mescolando natura, cultura e arte, i Giardini ospitano stazioni multisensoriali, aree a tema e padiglioni artistici. Numerosi anche gli animali: conigli, pavoni, pecore ungheresi e caprette nane, anatre cinesi e pappagalli… Nel corso dell’estate vengono organizzati numerosi eventi culturali, anche serali.

Info: tel. 0473 255600, www.trauttmansdorff.it

Continue reading Una meraviglia di profumi e colori

Gardonè ama il circo

Acrobati e clown del circo affascinano da sempre grandi e piccini. E c’è da restare davvero a bocca aperta se a fare da cornice agli artisti non c’è un semplice tendone ma lo scenario meraviglioso del Latemar. “La Settimana della Clownerie” torna per il quarto anno, proponendo in quota, in località Gardoné dal 26 al 31 luglio (raggiungibile con la telecabina da Predazzo) Spettacoli e laboratori di equilibrismo, giocoleria e costruzione di attrezzi da circo.

Info: Ski Center Latemar Predazzo 0462 502929, www.latemar.it

Continue reading Gardonè ama il circo

A due passi dal cielo

RespirArt, uno dei parchi d’arte più alti al mondo (si snoda tra i 2.000 e i 2.200 metri a Pampeago), quest’anno è arricchito da 5 nuove stazioni interattive per aiutare i più piccoli ad avvicinarsi al mondo dell’arte. Attorno alle opere di land-art quest’anno si terranno anche concerti e manifestazioni: “La stagione del teatro del Latemar” propone cinque eventi in quota, cinque occasioni per ascoltare buona musica in un teatro naturale tra i più belli al mondo. Il 25 luglio il RespirArt Day, l’inaugurazione ufficiale delle nuove opere d’arte. Info: www.latemar.it; www.respirart.it

Continue reading A due passi dal cielo

Un Camp di successo

Un nuovo successo per la Latemar Calcio a 5!!! Archiviata la seconda edizione del Camp. Bambini e allenatori della Latemar Calcio a 5 e dal Bubi Merano, capitanati dai Mister Gianni Reale e Luca Vanin, si sono cimentati in sedute mattutine e pomeridiane presso il Palazzetto dello Sport di Cavalese, alle quali si alternavano escursioni ed altri momenti di svago all’aria aperta, come una prova di Orienteering, il disc dog e l’agility con l’associazione la Zata, l’escursione per la “Polentada” e una seduta che abbiamo chiamato “allenamento magico” grazie alla presenza del Magico Camillo, mago che ha catturato l’attenzione con le sue magie.

Dopo aver ospitato il capo cannoniere brasiliano della Serie B Valdemir Beregula , il camp si è concluso con il classico torneo a squadre miste tra i bambini oltre alla fantasiosa sfida bambini contro istruttori, terminata in un pareggio sofferto da parte degli istruttori. Il tutto condito dalla spettacolare esibizione del Freestyle Enrico Maffioletti , terzo classificato al campionato europeo e vicecampione italiano, che ha pure improvvisato una piccola School ai bambini del Camp, insegnando loro qualche piccolo trucco del mestiere. Una sei giorni davvero emozionante dove si è imparato il gioco del Futsal, il rispetto delle regole e del Fair Play, colonna portante del progetto I Love Calcio a 5, che proseguirà in autunno con la seconda stagione della nostra Scuola I Love Calcio a 5 per bambini dai 7 ai 14 anni e l’organizzazione di diversi Stage con allenatori del Bubi Merano.

Per saperne di più e per vedere tutto ciò che vi siete persi collegatevi al sito www.ilovecalcioa5.it o sul canale Youtube “Latemar Calcio a 5”

Continue reading Un Camp di successo