Un nuovo assetto per il servizio di continuità assistenziale

Le prestazioni erogate dai Servizi di continuità assistenziale sono assicurate dall’Apss nel rispetto di quanto previsto dalla deliberazione 963 della Giunta provinciale dell’8 giugno 2015. Il medico di continuità assistenziale interviene per i problemi di salute per i quali non si può aspettare fino all’apertura dell’ambulatorio del proprio medico curante o del pediatra di libera scelta.

Il professionista della guardia medica prescrive i farmaci ritenuti necessari per assicurare la continuità terapeutica, rilascia i certificati medici per i lavoratori per un periodo massimo di tre giorni e le altre prestazioni non rinviabili (ad esempio le visite domiciliari non differibili). Assicura inoltre i consulti telefonici, propone il ricovero in ospedale o contatta il Servizio Trentino emergenza 118, esegue la constatazione di decesso e in particolari situazioni di necessità, ove le condizioni strutturali lo consentano, esegue prestazioni ambulatoriali.

Il servizio è offerto gratuitamente a tutti i cittadini (anche in età pediatrica) iscritti al Servizio sanitario provinciale. Per i non residenti iscritti al Servizio sanitario nazionale e per gli stranieri legalmente in Italia il servizio è a pagamento: 15 euro per la visita ambulatoriale e 25 euro per la visita domiciliare.

Il Servizio di continuità assistenziale è attivo nelle ore non coperte dal medico di fiducia (assistenza primaria della medicina generale o della pediatria di libera scelta) e cioè dal lunedì al venerdì dalle ore 20 alle ore 8 e dalle ore 8 del sabato alle ore 8 del lunedì. Nei giorni prefestivi è operativo dalle ore 10 alle ore 8 del giorno feriale successivo al festivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento