ANCHE IN FIEMME #RESTA A CASA, PASSO IO

3346572332 è il numero a disposizione per le richieste di persone fragili, anziane e senza rete familiare

Anche la Val di Fiemme aderisce alla campagna “#Resta a casa, passo io”, lanciata dal Dipartimento Salute e Politiche Sociali in collaborazione con la Protezione Civile. Il Servizio Sociale della Comunità Territoriale della Val di Fiemme mette, infatti, a disposizione un numero di telefono per le persone anziane, fragili e malate senza rete familiare, costrette a restare in casa dall’emergenza Covid-19. Dal 16 marzo sarà così attivo per la gestione delle richieste il numero 3346572332, contattabile dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12. Il servizio può essere contattato anche attraverso l’indirizzo e-mail passoio.fiemme@gmail.com . Al di fuori di questi orari rimane attivo il numero provinciale 0461.495244 (7 giorni su 7, dalle 8 alle 20), che raccoglierà le richieste per poi smistarle ai vari territori.

“#Resta a casa, passo io” nasce dalla collaborazione tra la Comunità di Valle, le amministrazioni comunali fiemmesi, la Provincia Autonoma di Trento, i corpi di polizia locale, numerose realtà di volontariato e i negozianti (alimentari e farmacie). L’iniziativa si pone come obiettivo quello di rallentare l’epidemia evitando le occasioni di contagio. Si rivolge in particolare a persone di età superiore ai 75 anni con malattie croniche o con le difese immunitarie debilitate, impossibilitate ad uscire e senza una rete familiare di sostegno. Il numero raccoglierà richieste di prima necessità, quali la consegna della spesa e di farmaci, ma vuole essere anche un sostegno telefonico per chi si trova ad affrontare la solitudine. “Era importante – in un momento difficile come questo, in cui ognuno è chiamato a fare la propria parte riducendo il rischio di contagio – dare una risposta coordinata alle esigenze delle persone più fragili della nostra comunità. Per questo l’ente si è messo a disposizione per raccogliere le richieste, che poi saranno gestite dalle reti di sostegno locali”, sottolinea Michele Tonini, responsabile del Servizio Sociale di Fiemme.

“Per quanto riguarda gli altri servizi, ci siamo adattati alle indicazioni provinciali, mantenendo attivi solo quelli essenziali e indifferibili, come i servizi residenziali per disabili e quelli domiciliari per soggetti senza rete familiare. Tutti i servizi per minori sono stati sospesi. I nostri uffici in Comunità di Valle sono chiusi al pubblico, ma le assistenti sociali rimangono raggiungibili attraverso il centralino dell’ente al numero 0462.241391. Abbiamo ridotto il personale in ufficio, affidandoci per quanto possibile a modalità di lavoro agile da casa. Questa emergenza ci impone di cambiare le modalità di relazione e rapporto con i nostri utenti, ma – seppur a distanza – noi continuiamo ad esserci”, conclude Tonini.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento