Guido Brigadoi

La “ rivoluzione cavalesana” sembra essersi assestata. Non abbiamo mancato di criticare, insieme a molti nostri lettori, una certa improvvisazione nella nuova viabilità ed una carenza di informazione ai cittadini che si sono trovati, di punto in bianco, un paese stravolto nei flussi e più volte in tilt. Ora, però è il momento dei complimenti. C’è voluta certamente una buona dose di coraggio da parte dell’amministrazione nell’immaginare una diversa vivibilità di Cavalese ed il risultato, a bocce ferme è decisamente positivo. Bravi anche i privati che hanno trasformato i loro esercizi in gradevoli punti di aggregazione. Grazie anche ad una estate benevola, oggi è possibile sentire una rivitalizzazione del paese di cui vi era davvero bisogno. Alcuni nostri consigli non richiesti: il miglioramento dell’arredo urbano dovrebbe essere il prossimo step. Avendo fatto 30, sarebbe auspicabile un ulteriore allargamento dell’area pedonale, dopo aver fatto, naturalmente, una approfondita verifica sulla viabilità e parcheggi.

Continue reading Dopo le critiche, i complimenti

Castello fa festa

Sport, divertimento e…grandi nomi alla Ginkgo Stafetten di Castello di Fiemme (TN). Sabato 8 agosto si disputa la 4.a edizione della staffetta podistica organizzata dal GS Castello di Fiemme, che ogni anno richiama ai piedi delle Dolomiti podisti e sportivi di tutte le età per una giornata di grande festa. La Ginkgo Stafetten, infatti, è aperta a team maschili, femminili o misti composti da cinque runners che percorreranno altrettante frazioni di diverse lunghezze, da 1,9 km a 12 km, fra boschi e prati nella celebre vallata trentina dove non sarà solo l’agonismo a farla da padrone, ma la voglia di stare all’aria aperta e divertirsi in compagnia. La gara di sabato 8 agosto scatterà alle 14.30 da Castello di Fiemme e sarà seguita da un immancabile pasta party e dalle premiazioni di rito, che si terranno a partire dalle ore 20 presso i giardini comunali di Castello dove la festa proseguirà a suon di musica e con una lotteria che metterà in palio premi per tutti i partecipanti. Se il format dell’evento è stato ispirato da una trasferta in terra svedese alla VasaStafetten, il nome Ginkgo deriva dal fatto che nel 2011 l’allora presidente del GS Castello, Mario Broll, piantò nella piazza del paese un Ginkgo Biloba per celebrare i 35 anni di vita del GS Castello di Fiemme. Le iscrizioni alla Ginkgo Stafetten sono aperte e sino a lunedì 3 agosto è possibile registrarsi alla quota di 65 Euro, portandosi a casa anche il pacco gara composto da borraccia personalizzata Ginkgo Stafetten, confezione di pasta Felicetti e kit di integratori Ultimate. www.gscastello.it

Continue reading Castello fa festa

MOSTRA “Arte e Carità”
Machu Picchu

Fino al 9 Agosto 2015 nelle sale Fiemme e Marcialonga del Palazzo dei Congressi di Cavalese potrete ammirare splendidi mobili in legno massello, originali oggetti di artigianato in legno,pietra e vetro. Sono opere eseguite interamente a mano sulle Ande Peruviane, nelle Missioni dell’Operazione Mato Grosso, dai giovani intagliatori e scultori peruviani della “Familia de Artesanos Don Bosco”. Questi giovani sono scelti tra i più poveri della vaste parrocchie. Vengono accolti per 5 anni nella casa -scuola ed educati al lavoro, all’arte e soprattutto all’amore verso la propria terra e alla loro gente. Tutti i ragazzi terminata la scuola ricevono una cassetta con tutti gli attrezzi con i quali guadagnarsi onestamente il pane e scegliersi la propria vita. La Famiglia de Artesanos Don Bosco è formata da tutti i giovani che si fermano sulla sierra e che hanno deciso di condividere l’insegnamento di padre Ugo, fondatore dell’Operazione Mato Grosso,di non pensare solo a se stessi, ma di aiutare la gente più povera, sostenendo i bisogni dei loro “caserios” (villaggi). Attualmente son quasi 500 i giovani dislocati nelle attuali 14 Familias de Artesanos.

Orari di Apertura: da Lunedì a Venerdì: 16,00 – 22,00 Sabato e Festivi: 10,00-13,00 e 15,00-22,00

 Nell’ambito della Mostra, Martedì 4 Agosto ore 20,30 nella sala dell’auditorium Micheletti si terrà una serata dal titolo:

ANDE MERAVIGLIOSE: Avventure di esplorazione e solidarietà sui grandi nevados del Perù.  Presentata da Franco Michieli  Autore del libro: HUASCARAN 1993 – verso l’alto verso l’altro. Vincitore del premio: GAMBRINUS “Giuseppe Mazzotti” 2014

 

 

Continue reading MOSTRA “Arte e Carità”

Tiriamo un sospiro di sollievo

L’avevamo apprezzata quando svolgeva il ruolo di difensore civico, determinata e coerente. Donata Borgonovo Re aveva ed ha la nomea di tirare dritto per la sua strada, con il minimo di mediazioni possibili e probabilmente con una difficoltà di empatia, sia nei confronti dei suoi colleghi di Giunta, che nei rapporti con il suo stesso partito. Ma ciò che è peggio è che l’ex Assessora alla Sanità della Provincia di Trento, ha difettato anche nelle relazioni con i suoi concittadini. Non si comprende altrimenti come abbia potuto inanellare una serie di iniziative legislative così sgradite ai trentini; una visione ragionieristica e Trento-centrica che non poteva che portare alla sua sostituzione. Al di la delle “beghe” interne alla maggioranza provinciale è del tutto evidente che la corda con le periferie e con chi le rappresenta, era destinata a spezzarsi. Ora c’è Luca Zeni e staremo a vedere cosa accade, anche se è probabile che per il nostro ospedale,( ma non solo), assisteremo ad una tregua a quello che appare uno smantellamento della sanità delle periferie, programmato per gradi. Tiriamo pure un sospiro di sollievo anche se alcuni pensano che si sia solo rallentato il processo. Ma anche questo è già meglio che niente. Ci auguriamo di assistere ad un maggiore rispetto per le Valli e magari, in vena di ottimismo, ad una vera ottimizzazione delle risorse con contemporaneo rilancio del nostro ospedale di Cavalese.Vi è da augurarsi anche che, le spericolate azioni del governo Renzi, previste per l’autunno, non creino le condizioni per un nuovo salasso nei confronti di Roma. A quel punto sarà davvero difficile salvare le nostre sacrosante esigenze di autonomia.

Continue reading Tiriamo un sospiro di sollievo

Una serata intelligente

Una serata diversa dal solito è quella organizzata dalla biblioteca comunale di Tesero per il giovedì prossimo, 30 luglio. Ospite sarà Andrea Valente, narratore, autore e illustratore. La sua “Lectio menestrellis” costituisce un’occasione per disquisire su storie e autori, narratori, scrittori. Punto della questione è se sono gli scrittori che raccontano, con giri di parole, ciò che accade nel mondo, oppure se è il mondo che, girando e rigirando, lascia accadere quello che i narratori hanno raccontato. Un viaggio attraverso la storia, le storie e la storia delle storie del mondo, per scoprire che le storie sono già dentro la storia e la storia, senza le sue storie, non sarebbe così bella da raccontare.

Un appuntamento coinvolgente e divertente. L’inizio è previsto per le 21.00 alla Sala Bavarese del Teatro Comunale di Tesero. Tutti, amanti delle storie e non, sono invitati. Ingresso libero.

Andrea Valente è nato a Merano, vive e lavora a Stradella.
Autore poliedrico, esprime il proprio lavoro in produzioni letterarie, scritte e illustrate, cui affianca attività teatraleggianti, didattiche e di organizzazione di eventi culturali.

Il suo primo lavoro risale al 1990, con una vignetta pubblicata sulle pagine del New York Times, cui hanno fatto seguito collaborazioni editoriali con giornali e riviste, interventi sulle pagine di Linus, Comix, il Corriere della Sera, la rivista Pimpa, la trasmissione l’Albero Azzurro, la pubblicazione di libri per ragazzi e la realizzazione di progetti di varia natura
Del 1995 è la creazione del personaggio della Pecora Nera, nato su una cartolina di buona fortuna, poi su magliette, diari scolastici e libri per ragazzi. Nel 2007 il progetto La Pecora nera & altri sogni, realizzato con i ragazzi all’interno del carcere minorile di Nisida ha ricevuto il premio Andersen al progetto educativo.

Continua la sua collaborazione con diverse riviste e programmi televisivi, scrive libri per ragazzi e racconti per tutti. Lo si può trovare su Facebook www.facebook.com/andreavalente.page e scrivendo una mail a raccontamiunastoria@andreavalente.it si può ricevere tutti i giorni una sua storia.

Continue reading Una serata intelligente

RespirArt Day
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La settima Manifestazione d’Arte Contemporanea nella Natura RespirArt 2015, iniziata lo scorso 6 luglio nel Parco d’Arte RespirArt Pampeago, in Val di Fiemme, vede protagonisti la conduttrice del Tg2 e consigliera del museo Mart Maria Concetta Mattei, due artisti di fama internazionale, Olga Ziemska e Aldo Pallaro, e una fra le più conosciute critiche e curatrici d’arte della scena americana, Sue Spaid. L’evento, curato da Beatrice Calamari e Marco Nones, culminerà sabato 25 luglio con il RespirArt Day che presenterà le nuove opere d’arte e i loro autori.

Olga Ziemska, famosa in tutto il mondo per le sue sculture organiche, polacca di origine, vive a Cleveland nell’Ohio e usa materiali naturali come rami di salice, tronchi di betulla e argilla, per creare istallazioni meravigliose che parlano dell’interazione dell’umanità con il mondo naturale. Celebre la sua serie di opere Matka (che in polacco significa Madre), corpi femminili realizzati con i rami degli alberi locali, in modo da creare una figura diversa in ogni parte del mondo. Per RespirArt, l’artista di Cleveland ha creato un’opera con rami raccolti sul Latemar dal titolo “Mind Eye”.

Aldo Pallaro, vive a Piombino Dese (Padova). Le sue installazioni d’arte nella natura creano un forte contatto con gli elementi primordiali della vita, in particolare l’aria, la luce, la terra cui direttamente è legata l’acqua. Famosi i suoi alberi aperti verso il cielo che rivelano un vissuto di emozioni sotto corteccia. Pallaro li dilata fino al limite estremo delle forze fisiche, con microincisioni create con perfezione ingegneristica. L’artista ha realizzato nel Parco d’Arte RespirArt l’opera “Ouverture” con un tronco di larice.

Sabato 25 luglio tutti potranno partecipare al RespirArt Day per scoprire le due nuove installazioni che andranno ad aggiungersi alle dieci già esistenti. Fra queste, la celebre opera in pietra del gotha dell’arte Hidetoshi Nagasawa (2013). Dopo un saluto di Piero De Godenz, direttore degli impianti di risalita Itap Pampeago, la giornalista del Tg2 e consigliera del Mart Maria Concetta Mattei condurrà un incontro con Sue Spaid, nel Teatro all’aperto del Latemar, dedicato all’arte nella natura e all’estetica ambientale. Sue Spaid, ingegnere chimico, filosofa e docente universitaria, è tra le più conosciute critiche e curatrici d’arte della scena americana. E’ stata direttrice del Museo d’arte contemporanea di Baltimora e curatrice del Museo d’arte contemporanea di Cincinnati, nonché di cento mostre per musei, parchi di scultura e gallerie universitarie. Scrive per le più note riviste d’arte americane (H Art, ArtUS) e per la rivista olandese di Indagine Estetica. Esperta di filosofia dell’agricoltura urbana e di biodiversità a favore dell’impegno estetico, è autrice di una trentina di saggi, fra cui “Green Acres: artisti di campi agricoli, serre e lotti abbandonati (2012), “Ecovention: Arte corrente per trasformare l’ecologia” (2002). Nata in Pennsylvania, ha vissuto e lavorato in Arabia Saudita, a New York, in Spagna, con base in Belgio.

Per l’occasione la seggiovia Agnello di Pampeago sarà aperta dalle 9.00 alle 9.30. Il ritrovo è alle 9.30 davanti al Rifugio Agnello. Un’escursione guidata accompagnerà alla scoperta delle nuove opere d’arte create dall’artista americana Olga Ziemska e dall’artista di Padova Aldo Pallaro.

Alle 11.00, sul palco del Teatro all’aperto del Latemar (di fronte a Baita Caserina), Maria Concetta Mattei condurrà un incontro con Sue Spaid. Seguirà un aperitivo per tutti i partecipanti, con una degustazione dei vini di Eugenio Rosi. Si ritorna a piedi. L’escursione è libera e gratuita, ma è gradita la prenotazione alla mail respirartgallery@gmail.com o al numero 335 1001938.

Continue reading RespirArt Day

Alla scoperta delle tradizioni di Fassa

Il Museo Ladino di Fassa racconta la storia e le tradizioni ladine non solo attraverso la ricca esposizione permanente allestita nella sede di Vigo di Fassa, in località San Giovanni. Sul territorio, infatti, sono state aperte delle sezioni staccate, un vero e proprio percorso etnografico attraverso l’intera vallata. Ecco quindi il mulino a Pera di Fassa, dove presso il caseificio è possibile anche visitare la sezione dedicata all’arte di fare il formaggio, la segheria veneziana a Penia, il laboratorio del bottaio a Moena. Testimonianze reali della vita quotidiana di Fassa, ancora profondamente legata alla sua cultura e alle sue tradizioni. Info: tel. 0462 760182, www.istladin.net

Continue reading Alla scoperta delle tradizioni di Fassa

Ingorghi a go go

La nuova Cavalese, aperta alle sperimentazioni, lascia perplessi. Come ogni cambiamento vi è naturalmente bisogno di metabolizzazione e aggiustamenti e non siamo certo noi, contrari alle rivoluzioni che dovrebbero essere il pane di una amministrazione attenta e propositiva ma, le continue segnalazioni che ci arrivano su di una viabilità “impazzita”, denotano un certo dilettantismo nel riorganizzare i flussi della borgata. Il traffico è spesso in tilt e il piano dei parcheggi probabilmente è stato realizzato senza sufficienti simulazioni. Apprezzabili i nuovi luoghi di relax che i privati hanno realizzato, scarsino l’arredamento urbano ma alla viabilità di Cavalese, per ora, diamo un quattro.

Continue reading Ingorghi a go go

Dal 1° all’8 agosto, Le corte de Tiezer

È una delle rievocazioni più apprezzate da turisti e residenti, probabilmente grazie alla suggestiva ambientazione. Le ”corte” di Tesero, i suggestivi cortili che si aprono tra le case, infatti, sono già di per sé un monumento alla memoria. Il programma prevede proposte dal tardo pomeriggio fino alla serata, con rappresentazioni, laboratori per bambini, concerti, una sfilata di biciclette d’epoca, fino alla serata finale con “A stroz par le corte” (“a stroz” significa “a passeggio), camminata nel centro storico, tra assaggi culinari, spettacoli, musica e rievocazione di antichi mestieri. La manifestazione ha ricevuto il bollino “Meraviglia italiana”, progetto che punta a creare un itinerario storico-culturale tra 1.000 meraviglie italiane, individuate tra siti paesaggistici e manifestazioni di particolare interesse e valore. Info: www.cortedetiezer.net

Continue reading Dal 1° all’8 agosto, Le corte de Tiezer