Guido Brigadoi

Serata evento su Robotica ed Esplorazione spaziale

L’Osservatorio Astronomico-Planetario di Fiemme assieme al Gruppo Astrofili Fiemme, grazie alla collaborazione del Gruppo Robotica Gome Neve della Scuola Ladina di Fassa, organizza una serata per illustrare lo stretto legame tra robotica e le esplorazioni spaziali. Gli studenti, in particolare, presenteranno il robot costruito per la competizione internazionale di robotica First Lego League e il progetto scientifico Space Room realizzato in collaborazione con l’astronauta Paolo Nespoli e valutato tra i migliori a livello nazionale tanto da essere presentato, il maggio prossimo a Roma, ai tecnici dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI). Un successo di assoluto prestigio!

L’evento si terrà venerdì 1 marzo dalle ore 20.30 all’Osservatorio Astronomico “Val di Fiemme” a Tesero. La serata è pubblica, gratuita, aperta tutti gli appassionati e curiosi dell’esplorazione spaziale. Potremo altresì dare il nostro apprezzamento a questi meritevoli ragazzi, ben supportati dai loro insegnanti, che affronteranno la fase nazionale della First Lego League Italia, competizione mondiale per studenti su scienza e robotica, dopo aver brillantemente superato la selezione regionale.

Continue reading Serata evento su Robotica ed Esplorazione spaziale

Un campione del mondo e una campionessa d’Europa sulla vetta della terza edizione de “La Sportiva Epic Ski Tour” di scialpinismo, conclusasi a Bellamonte nel Parco Naturale di Paneveggio.

Il fuoriclasse valtellinese Michele Boscacci si è aggiudicato la classifica assoluta al termine della pursuit odierna, con la tappa di ieri sull’Alpe Cermis ad aver determinato i distacchi di partenza. Terzo classificato Davide Magnini che paga dazio sul francese Xavier Gachet, secondo ed autore di una prova esemplare. Ad aver trionfato al femminile è stata invece la moglie del francese, Axelle Gachet-Mollaret, davanti alla bellunese Alba De Silvestro e alla detentrice del titolo Victoria Kreuzer. Se la prima tappa ha avuto luogo nel consolidato appuntamento in notturna sull’Alpe Cermis, la seconda di 13.8 km si è svolta nel meraviglioso Parco Naturale di Paneveggio, nell’area sciistica Alpe Lusia. Partenza da località Castelir di Bellamonte, salendo verso Malga Canvere a circa 2000 metri di altitudine dopo lo start a 1500 metri. Si fa sul serio verso la spettacolare Cima Lastè a quota 2450 metri, da lì primo cambio pelli a scendere a Passo Lusia attorno a 2000 metri, nei pressi dell’omonimo rifugio, dove gli atleti hanno rimesso le pelli. I concorrenti sono risaliti poi all’arrivo della seggiovia Lastè a quota 2.350 metri, togliendo le pelli per scendere sotto la linea dell’impianto, sino a località Campo. Altro cambio pelli e salita fino ai 2000 metri di località La Morea per l’“epico” finale, dove Boscacci è giunto sul traguardo ancora una volta da trionfatore: “Sulla prima salita sono andato al risparmio guadagnando comunque qualcosa sui miei inseguitori, in discesa ho commesso qualche errore sul tracciato che probabilmente non conoscevo bene. Ho stretto i denti sapendo che non mancava poi tanto al traguardo di questo terzo Epic Ski Tour”. Come giudica “La Sportiva Epic Ski Tour” un campione del mondo? “Una bella manifestazione che merita la partecipazione e soprattutto quest’anno il livello è stellare, siamo circa sei atleti di Coppa del Mondo a sfidarci e anche per il pubblico credo sia un bel valore aggiunto, si vedono la sfida e la bagarre, e questo fa bene al nostro sport e a tutto il movimento”. Ottima performance anche per il francese Gachet, mentre Davide Magnini non ha espresso tutto il proprio potenziale: “è andata male perché sulla prima salita uno scarpone mi dava fastidio e ho avuto problemi con un piede. Mi dispiace perché andavo forte, ma ho avuto troppi inconvenienti”. La compagna di Boscacci, Alba De Silvestro, ha invece dato spettacolo al femminile: “Contenta di chiudere in seconda posizione, prendere Axelle era difficile”, superando la svizzera Kreuzer ma non abbastanza per impensierire la francese Gachet-Mollaret, leggera come una farfalla nell’agguantare il successo, replicando quello della giornata precedente. A proposito di legami, la francese si è resa poi protagonista di un bacio ‘velato’ con il marito, dal quale prende parte del cognome, giunto secondo. La seconda tappa de “La Sportiva Epic Ski Tour” ha regalato così una prima parte nel bosco e una seconda affiancando le Pale di San Martino, un panorama davvero suggestivo. Una cinquantina hanno invece scelto di affrontare la versione “4all” – alla portata di tutti – della manifestazione, una “gita” in compagnia della guida alpina Omar Oprandi: “L’accompagnatore ci voleva! Uno che indichi la via e i trucchetti del mestiere, provare i cambi assetto, i modi più veloci per effettuare salite e discese, ‘4all’ era questo, non avere patemi di cronometro e fare le cose in allegria. Ci siamo divertiti”.

I migliori in gara si sono invece suddivisi il montepremi di 18.000 euro, destinato ai primi dieci classificati fra gli uomini e alle prime cinque atlete femminili, con anche il 10° maschio a portarsi a casa un bottino di 100 euro. I primi tre uomini e donne della classifica assoluta hanno ricevuto rispettivamente 2.500, 2.000 e 1.500 euro. Soddisfatto il direttore di gara Giuseppe “Pepi” Ploner, anche se si può sempre migliorare: “Preferisco il format sulle tre giornate, ma quest’anno abbiamo deciso di ridurre il programma. La prima giornata è andata benissimo, nella seconda tempo ottimo. Tanti apprezzano il formato ‘4all’, abbiamo piacere di avere molti atleti forti ma noi puntiamo su di loro. Cosa fare per crescere ulteriormente? Mangiare tanto!”

Classifica generale dopo 2 tappe:

Maschile

1 Boscacci Michele ITA 02.01.19; 2 Gachet Xavier FRA 02.01.48; 3 Magnini Davide ITA 02.03.24; 4 Oberbacher Alex ITA 2.04.21; 5 Bon Mardion William FRA 02.08.16; 6 Facchini Patrick ITA 02:13:58; 7 Kurz Max AUT 02:14:22; 8 Ganahl Daniel AUT 02:15:27; 9 Götsch Phillip ITA 02:15:56; 10 Beccari Filippo ITA 02:17:01

Femminile

1 Gachet-Mollaret Axelle FRA 02.27.25; 2 De Silvestro Alba ITA 02.30.22; 3 Kreuzer Victoria SUI 02.33.25; 4 Ghirardi Corinna ITA 02.37.01; 5 Balzarini Bianca ITA 02.43.31; 6 Kober Theresa AUT 02:49:07; 7 Schmid Alessandra SUI 02:50:23; 8 Angerer Kathrin AUT 02:50:41; 9 Steger Elisabeth ITA 02:55:21; 10 Ploner Nadia 03:18:07

Classifica 2.a tappa Bellamonte:

Maschile

1 Gachet Xavier FRA 01.19.43; 2 Boscacci Michele ITA 01.20.56; 3 Oberbacher Alex ITA 01.21.49; 4 Magnini Davide ITA 01.22.18; 5 Bon Mardion William FRA 01.25.10; 6 Beccari Filippo ITA 01:28:23; 7 Kurz Max AUT 01:28:35; 8 Ganahl Daniel AUT 01:29:37; 9 Facchini Patrick ITA 01:30:32; 10 Feuchter Harald 01:32:41

Femminile

1 Gachet-Mollaret Axelle FRA 01.38.10; 2 De Silvestro Alba ITA 01.38.58; 3 Kreuzer Victoria SUI 01.42.19; 4 Ghirardi Corinna ITA 01.44.37; 5 Balzarini Bianca ITA 01.47.52; 6 Kober Theresa AUT 01:52:44; 7 Angerer Kathrin AUT 01:52:57; 8 Schmid Alessandra SUI 01:55:39; 9 Steger Elisabeth ITA 01:59:05; 10 Ploner Nadia 02:11:57

Continue reading Un campione del mondo e una campionessa d’Europa sulla vetta della terza edizione de “La Sportiva Epic Ski Tour” di scialpinismo, conclusasi a Bellamonte nel Parco Naturale di Paneveggio.

“La Sportiva Epic Ski Tour” in Val di Fiemme

Due giornate da non perdere fra gare di scialpinismo scoppiettanti e intrattenimento dentro e fuori i tracciati innevati, è “La Sportiva Epic Ski Tour”, giunto a festeggiare la terza edizione venerdì 22 e sabato 23 febbraio nella trentina Val di Fiemme. La prima sfida si terrà domani in serata, ma al Palafiemme di Cavalese i prodotti dell’Area Expo saranno a disposizione già dalle ore 10 alle ore 15, con anche la possibilità di testare i materiali degli espositori. Dalle ore 11 alle ore 14.30 si effettuerà l’escursione gratuita per principianti in compagnia di Omar Oprandi e il briefing della prima tappa dalle ore 14 alle ore 14.30. Dal Palafiemme all’Alpe Cermis per lo start della gara, tornando al Palafiemme per il gourmet pasta party dalle ore 19 alle ore 21.30, rigorosamente con prodotti trentini. L’Epic Talk completerà il programma del venerdì, festeggiando all’Epic Party in paese alle ore 22. Sabato invece il pasta party sarà dalle ore 13 alle ore 16, l’Expo nel medesimo orario ed Epic Talk conclusivo.

Allettante anche il programma gare, con ritiro pettorali all’Alpe Cermis nella giornata di domani dalle ore 16 alle ore 17, e start della prima tappa a partire dalle ore 17.30. In contemporanea, la partenza del Tour 4All “La Sportiva Epic Ski Tour” con una guida alpina qualificata ad accompagnare gli appassionati verso il traguardo. Sabato ci si sposterà poco distante, a Bellamonte nel Parco Naturale di Paneveggio, per un’altra giornata tutta da vivere tra le cime del Trentino. Il ritiro pettorali avverrà dalle ore 7 alle ore 8.30, mentre la partenza della seconda tappa sarà alle ore 9, così come per i concorrenti con guida alpina. Tantissimi i protagonisti al via, dai fuoriclasse che conquistarono la passata edizione come il campione del mondo Michele Boscacci e Victoria Kreuzer, al talento cristallino della veneta Alba De Silvestro, campionessa italiana, al trentino Davide Magnini re tra gli ‘espoir’, Matteo Eydallin, capace di battere anche Michele Boscacci in questa stagione, Axelle Gachet-Mollaret, campionessa europea in carica, l’altro francese Xavier Gachet, William Bon Mardion, ex campione del mondo, Patrick “The Hawk” Facchini, l’altoatesino Alex Oberbacher e Federico Nicolini, il trentino ‘enfant prodige’ dello scialpinismo mondiale e primattore tra gli under 23. Un parterre che promette spettacolo e che lotterà per aggiudicarsi il montepremi complessivo di 18.000 euro, e gli amatori a potersi divertire assieme ai migliori interpreti della disciplina, ricordando la possibilità di iscriversi entro la giornata odierna, alla cifra di 79 euro comprensiva di un Base Layer UYN.

Continue reading “La Sportiva Epic Ski Tour” in Val di Fiemme

Controlli della velocità in Fiemme

Dal 1° gennaio 2019 è attiva la gestione associata del Corpo di Polizia Locale dell’Alta Val di Fiemme, che unisce i Comuni di Predazzo, Ziano di Fiemme, Panchià e Tesero. La convenzione, approvata dai Consigli comunali, ha durata quinquennale. La Conferenza dei sindaci della gestione associata ha nominato quale presidente la sindaca di Predazzo, mentre l’incarico di comandante responsabile del servizio è stato affidato all’ispettore Moreno Colusso.

La gestione condivisa della polizia locale permette un migliore presidio e controllo del territorio. Sono stati così attivati nei giorni scorsi i già anticipati controlli della velocità nei Comuni di competenza. Una misura adottata per migliorare la sicurezza all’interno dei paesi, a tutela di automobilisti e pedoni.

Gli apparecchi utilizzati sono di ultima generazione e sono in grado di rilevare la velocità dei veicoli, filmando gli stessi con una definizione tale da poter individuare i conducenti al telefono o senza cintura di sicurezza.

I controlli sono effettuati a rotazione all’interno dei centri abitati e sulle strade di collegamento. Cartelli informativi fissi e mobili, ove necessari, avvisano gli automobilisti della presenza degli agenti di polizia locale. Luoghi e date dei controlli saranno pubblicizzati il più possibile e comunicati anche sulla pagina Facebook del Corpo di Polizia Locale Alta Val di Fiemme.

Continue reading Controlli della velocità in Fiemme

Le aspettative del Team Italia femminile in Fassa

Lara Della Mea è senza dubbio la leader tecnica della squadra azzurra femminile che prenderà parte dal 18 al 27 febbraio ai Campionati Mondiali Juniores della Val di Fassa. Dopo aver contribuito al bronzo azzurro nel Team Event dei Mondiali Assoluti di Aare, oggi la friulana non è riuscita a portare a termine lo slalom iridato, dopo aver meritato la qualificazione alla seconda manche. Ma la sua prima esperienza “tra le grandi” è stata assolutamente positiva ed ora può concentrarsi sulla rassegna under 21 in Val di Fassa che raggiungerà direttamente dalla Svezia.

Otto ragazze azzurre che proveranno a regalarsi e a regalare all’Italsci momenti da ricordare nelle sei gare in cui saranno coinvolte, le cinque individuali (gigante, slalom, combinata alpina, superG e discesa) ed il Team Event, la prova a squadre in programma venerdì 22 in notturna.

Anita Gulli, Sofia Pizzato, Elena Sandulli, Marta Rossetti, Teresa Runggaldier, Carlotta Saracco, Giulia Albano e la stessa Della Mea: è questo l’ottovolante al femminile selezionato dai tecnici federali.

La gardenese Teresa Runggaldier ha già avuto modo di prendere confidenza con le medaglie iridate: il padre Peter – eccellente discesista degli anni ’90 – fu bronzo in superG ai Mondiali Juniores di Bad Kleinkirchheim, trentatrè anni or sono e proprio nelle discipline veloci potrà dire la sua. Gareggerà per certi versi in casa Marta Rossetti, nata e cresciuta sulle sponde bresciane del Garda ma sciisticamente adottata dal Comitato FISI Trentino per la lunga militanza nell’Agonistica Campiglio che spesso e volentieri l’ha portata a misurarsi con la pista Aloch di Pozza di Fassa, il palcoscenico delle discipline tecnica ai Mondiali Juniores della Val di Fassa.

“La pista la conosco, anche se le ultime modifiche, specie per il tracciato di gigante, saranno una novità – racconta la portacolori delle Fiamme Oro –  Speravo in una convocazione ma non ne avevo la certezza: per me sarà un’esperienza importante in cui dovrò riuscire a dare il meglio di me stessa nel momento opportuno. Una bella sfida ma sono convinta che l’atmosfera che si respirerà durante la rassegna iridata sarà di stimolo per tutte noi”.

Prima di raggiungere la Val di Fassa, alcune azzurrine si sono misurate nella tappa di Coppa Europa di Crans Montana ed è il caso della stessa Runggaldier, di Giulia Albano e di Sofia Pizzato.

“Mi piacerebbe fare bene in velocità, ma non solo – racconta quest’ultima, padovana portacolori del Centro Sportivo Esercito. Tornare ad un Mondiale Juniores dopo l’esperienza di due anni fa ad Aare è importante e spero di giocare al meglio le mie carte. La VolatA è una pista davvero interessante, varia e dinamica che concede spazio sia alla tecnica che alla scorrevolezza, credo sia un teatro ottimale per una rassegna così importante e sono curiosa di vedere l’effetto che fa inseguire un risultato prestigioso sulle nevi di casa”.

Proprio la possibilità di correre in Italia stimola Camilla Saracco, cuneese di Limone Piemonte a sua volta tesserata per il Cs Esercito e rientrata in questa stagione dopo un infortunio.

“Piste e preparazione di qualità italiana, cibo italiano, pubblico amico: le condizioni sono ideali perchè i Mondiali Juniores di Val di Fassa siano esaltanti. Per quanto mi riguarda punto a fare bene nella velocità e non solo; spero di godermi appieno questi miei primi mondiali juniores e di reggere a dovere la scena”.

Il programma delle gare femminili vede come prima prova il gigante sull’Aloch di Pozza di Fassa (martedì 19), seguito il giorno successivo dallo slalom speciale sul medesimo pendio. Le ragazze quindi si trasferiranno a Passo San Pellegrino su La VolatA che il 22 febbraio ospiterà il superG mentre domenica 24 è in programma la combinata alpina, con superG (su La VolatA) seguito dalla manche di slalom sull’Aloch. L’ultima medaglia in palio sarà quella di discesa, appuntamento finale dei Campionati Mondiali Juniores della Val di Fassa mercoledì 27 febbraio.

Continue reading Le aspettative del Team Italia femminile in Fassa

“La Sportiva Epic Ski Tour” il 22 e 23 febbraio in Val di Fiemme

“La Sportiva Epic Ski Tour” del 22 e 23 febbraio è un evento innovativo, capace di porsi al cospetto del mondo dello scialpinismo e della montagna facendo conoscere all’appassionato tutte le sfumature di un ambiente complesso ma estremamente affascinante come quello delle cime innevate. La manifestazione trentina rispetta il motto “4All” – per tutti, sempre e comunque – rivolgendosi anche a chi non ha molta esperienza. Il format di gara propone due tappe in Val di Fiemme (Alpe Cermis e Bellamonte nel Parco di Paneveggio), ed anche quest’anno ci sarà la possibilità di percorrerle entrambe senza cronometraggio, ma con una guida alpina qualificata. Le guide accompagneranno i partecipanti in gruppi di 8-15 sciatori amatoriali sul percorso in tutta sicurezza – adattando il ritmo alle condizioni del gruppo, senza forzature. Come i concorrenti in gara, anche i partecipanti al tour guidato riceveranno un Base Layer UYN con personalizzazione Epic Ski Tour, saldando la quota complessiva di 79 euro, ricordando che la tappa della giornata di sabato sarà più corta e tecnicamente più facile, proprio per non mettere in difficoltà gli scialpinisti, con una discesa finale in pista sino al traguardo: “Percorsi per agonisti o alla portata dei principianti, l’Epic Ski Tour è per tutti”, afferma il presidente del comitato organizzatore Kurt Anrather.

Oltre ai due tour, gli accompagnatori, gli appassionati di sport o gli atleti stessi possono partecipare anche ad un “pleasure tour” Start 4All – nella giornata di venerdì 22 febbraio. Al Palafiemme di Cavalese sarà disponibile tutto ciò che serve per lo sci alpinismo con l’attrezzatura fornita da La Sportiva (sci, scarponi, pelli) e con Omar Oprandi i concorrenti andranno a praticare lo sci alpinismo nel bellissimo paesaggio che la “culla dello sci nordico” fiemmese è in grado di offrire. Omar Oprandi trascorse la propria infanzia a contatto con le montagne, lungo i sentieri delle Prealpi Orobiche, seguendo le orme del padre. A diciotto anni decise di trasformare questa passione in una professione, entrando nel Soccorso Alpino militare, divenendo poi uno degli Istruttori. In Trentino coronò il grande sogno di diventare una Guida Alpina, conquistando – a cavallo tra il 1990 e il 2003 – diverse competizioni scialpinistiche “giungendo per circa cento volte nei primi tre posti con vari titoli: Trentino, Italiano, Europeo”, afferma lo stesso Oprandi.

Insomma con Omar si è in buone mani e per partecipare al “pleasure tour” basterà registrarsi gratuitamente inviando una e-mail all’indirizzo info@epicskitour.com specificando nome, cognome e data di nascita, ma bisognerà affrettarsi, il ‘pleasure tour’ è disponibile per un numero chiuso di 20 persone. 

Continue reading “La Sportiva Epic Ski Tour” il 22 e 23 febbraio in Val di Fiemme

Training in Val di Fassa per gli slalomisti azzurri

Gli slalomisti azzurri hanno preparato in Val di Fassa l’appuntamento clou della stagione, quello con i Mondiali di Åre, in Svezia. Manfred Mölgg, Stefano Gross, Giuliano Razzoli, Chiara Costazza e Irene Curtoni si sono allenati sulla pista Aloch di Pozza di Fassa, la stessa che, dal 18 al 27 febbraio prossimi, ospiterà le gare tecniche dei Campionati del Mondo Junior Val di Fassa 2019. Un pendio preparato ad hoc per la squadra italiana, che dal 2006 ha nella località trentina il proprio training center ufficiale. Assieme ai cinque convocati era presente anche tutta la nazionale C femminile, oltre ad altre azurre di prima fascia a partire da Elena Curtoni.

A guidare la pattuglia azzurra per la prova tra i pali stretti sarà il veterano Manfred Mölgg, che in carriera ha già conquistato due medaglie iridate in slalom (argento nel 2007 proprio ad Are e bronzo nel 2011 a Garmish) e una in gigante (bronzo a Schladming nel 2013).

«Mi sono allenato in gigante, parallelo e slalom, con condizioni ottimali – ha spiegato Manfred Mölgg – Venire a Pozza di Fassa è come tornare a casa. Quest’inverno ho avuto qualche acciacco, ma ora sto bene. Se penso a una medaglia? Sarebbe sbagliato andare a un Mondiale e non pensarci. Non siamo i favoriti, ma ci sono due manche di gara e può succedere di tutto. L’importante è riuscire a fare due buone discese. Dopo Schladming ho provato un nuovo paio di sci e mi sono trovato subito meglio. Ora servirà la giusta determinazione».

C’è grande attesa anche per il beniamino di casa Stefano Gross, che vive proprio a Pozza di Fassa e che, dopo aver recuperato dall’infortunio al ginocchio, vuole provare a recitare il ruolo dell’outsider. «È sempre bello allenarsi sulla pista di casa, preparata in maniera ottima – ha spiegato Gross – La stagione è stata condizionata dall’infortunio al ginocchio e nell’ultimo mese ho lavorato solo in funzione del pieno recupero: mi sono diviso tra terapie e gare, senza potermi allenare. Nelle ultime due settimane ho visto dei buoni miglioramenti, ho ritrovato il sorriso, e ora sono pronto a dare tutto nello slalom iridato, dove contano solo i primi tre posti. Sono già arrivato quarto alle Olimpiadi e non voglio un’altra medaglia di legno. I Mondiali Junior? Sono a casa mia e verrò sicuramente a vedere da vicino le nuove leve dello sci».

Nella stagione in corso, l’Italscì ha ritrovato anche un ottimo Giuliano Razzoli, tornati a farsi vedere nei quartieri nobili delle classifiche. «Qui a Pozza di Fassa abbiamo trovato una bella pista, neve dura, che ci ha permesso di fare un ottimo lavoro – ha spiegato l’emiliano – Dopo tanti infortuni, è bello essere riuscito a tornare tra i migliori, ma ho ancora uno step da compiere. Il percorso per il pieno recupero è stato lungo e impegnativo, ora andrò al Mondiale per fare del mio meglio. Quest’anno sono riuscito a esprimermi bene in tutte le condizioni: lo slalom iridato si disputerà su una pista abbastanza facile. Sarà la neve a fare la differenza».

L’inverno 2018/2019 ha visto tornare a ottimi livelli anche Chiara Costazza, fassana al pari di Stefano Gross, tre volte nella top 10 in stagione in Coppa del Mondo (nono posto a Courchevel e Zagabria, ottava piazza a Maribor il 2 febbraio). «Ci siamo allenati bene, con condizioni ideali, e siamo pronti a partire per la Svezia – ha commentato la Costazza – Mi manca ancora qualcosa per fare il salto di qualità definitivo. Le migliori sono difficili da raggiungere, ma non è impossibile. Ho lavorato sui particolari e l’obiettivo è quello di avere in gara la stessa scioltezza che ho in allenamento. Tecnicamente mi sento migliorata e penso di aver raccolto meno di quello che valgo. L’esperienza non mi manca e conosco la pista iridata. È facile, ma con una neve dura e aggressiva può diventare più difficile. Spero di essere tra le outsider».

In Val di Fassa si è allenata anche Irene Curtoni, che nell’ultimo periodo ha dovuto fare i conti con fastidiosi problemi alla schiena. «Mi ha fatto tribolare parecchio, mettendo in dubbio il prosieguo della stagione – ha spiegato Irene – Ero indecisa se partecipare o meno al Mondiale, ma negli ultimi giorni ho avuto risposte positive e sono tornata a crederci. Il morale va un po’ ad alti e bassi, ma quando apro il cancelletto lo faccio per dare tutto quello che ho. A Maribor ho gareggiato dopo un mese senza allenamento, per dimostrare a me stessa che potevo portare a casa una manche intera. Ai Mondiali bisognerà anche essere veloci».

Continue reading Training in Val di Fassa per gli slalomisti azzurri

Torneo di Snow Rugby allo stadio del salto di Predazzo

Fine settimana di sport e divertimento allo Stadio del salto di Predazzo. Sabato 9 e domenica 10 febbraio la struttura che ha visto tre Mondiali, innumerevoli gare di Coppa del Mondo e che è candidata per le Olimpiadi del 2026 ospiterà un evento inedito per il Trentino Alto Adige: un torneo di snow rugby a 5, la variante invernale del rugby. Sui campi allestiti per l’occasione dall’ASD Rugby Trento nella zona di atterraggio dei trampolini si sfideranno dodici squadre di appassionati rugbisti delle categorie seniores e old provenienti da 6 regioni del Nord Italia. Ogni partita sarà composta da due tempi di cinque minuti. La disciplina è caratterizzata da azioni veloci ed è molto divertente da vedere anche per gli spettatori. Sono previste dimostrazioni (con i giovani rugbisti del Trento) e prove gratuite anche per i più piccoli.

Sabato le gare si terranno dalle 10 alle 16, mentre domenica solo in mattinata, con le finali previste attorno a mezzogiorno.

“Abbiamo accolto con piacere la proposta dell’ASD Rugby Trento perché l’obiettivo della nostra Amministrazione è quello di rendere lo Stadio del Salto un luogo vivo e dinamico. Disponiamo di una struttura di qualità che ben si presta ad ospitare eventi anche diversi da quelli per i quali è stata pensata; è quindi importante sfruttarne le potenzialità aprendoci anche ad aventi innovativi come quello di questo fine settimana”, commentano gli assessori allo Sport Giovanni Aderenti e al Turismo Giuseppe Facchini.

 

Continue reading Torneo di Snow Rugby allo stadio del salto di Predazzo

Settimana di allenamento in Val di Fassa

La Val di Fassa più che mai crocevia per i prossimi campionati mondiali di sci alpino. In attesa della rassegna juniores che verrà ospitata sulle pista Aloch e La Volata dal 18 al 27 febbraio prossimi, gli slalomisti e le slalomiste azzurre si alleneranno proprio sulle verticalità del rinnovato Skistadium di Pozza di Fassa per affinare la condizione in vista dei Campionati Mondiali Assoluti, che sono in programma nei prossimi giorni nella località svedese di Åre.

Da mercoledì 6 a sabato 9 febbraio si alleneranno sulla Aloch Chiara Costazza, Irene Curtoni, Lara Della Mea (che è in profumo di convocazione anche per i mondiali junior fassani). Da martedì 5 a giovedì 7 febbraio ci saranno anche le ragazze di coppa Europa Martina Peterlini, Sofia Pizzato, Theresa Runggaldier, Elena Dolmen, Nadia Delago, Anita Gulli, Marta Rossetti, Martina Perrochon, Roberta Midali, Carlotta Saracco, Elena Curtoni, Laura Pirovano, Karoline Pichler, Valentina Cillara Rossi, Jole Galli, Roberta Melesi, Luisa Bertani ed Elena Sandulli, che si alterneranno anche sulla pista La Volata e Cima Uomo a Passo San Pellegrino.

Settimana strategica sulla pista Aloch anche per gli azzurri delle discipline tecniche. Martedì, mercoledì e giovedì si alleneranno Stefano Gross e Giuliano Razzoli, che verranno raggiunti mercoledì da Manfred Moelgg, e giovedì anche dal gigantista Luca De Aliprandini.

La Val di Fassa conferma così il ruolo strategico per la preparazione tecnica degli atleti azzurri, a seguito del protocollo siglato nel 2006 che vede questo territorio e le sue piste centro ufficiale di allenamento FISI.

Continue reading Settimana di allenamento in Val di Fassa

Una "CENA AL BUIO" per comprendere la disabilità visiva

Dopo l’ottimo riscontro avuto nell’aprile dello scorso anno, a grande richiesta lo Spazio Giovani L’IDEA propone e organizza nuovamente una trasferta a Trento presso la sede della Cooperativa sociale IRIFOR (in Via della Malvasia) per una “Cena al buio”. L’appuntamento questa volta è per la serata di venerdì 22 febbraio, con partenza dalla Val di Fiemme alle ore 18.00 e rientro a mezzanotte.

Da alcuni anni infatti il Centro Giovani L’IDEA della Cooperativa sociale Progetto92 è impegnato anche sul fronte della sensibilizzazione verso la disabilità visiva. La cena al buio è un’esperienza molto particolare poiché i partecipanti siedono in una sala da pranzo nella totale oscurità e quindi non vedono alcunché, proprio allo scopo di simulare e quindi comprendere le reali condizioni in cui vivono le persone non vedenti. Il menù, a sorpresa, viene servito ai tavoli da camerieri ciechi o ipovedenti collaboratori della stessa Cooperativa sociale IRIFOR del Trentino onlus.

Coloro i quali hanno partecipato alla “Cena al buio” precedente (oppure al “Bar al buio” svoltosi nell’agosto 2017 a Predazzo) sono rimasti molto colpiti dall’esperienza e di conseguenza la consigliano a tutti. L’iniziativa de L’IDEA si rivolge in particolare ai giovani ed adolescenti della Val di Fiemme (età minima 15 anni).

Per ulteriori informazioni e iscrizioni è possibile rivolgersi all’IDEA Spazio Giovani contattando il numero 320.5652121 (Marco), scrivendo una e-mail a idea@progetto92.net o direttamente presso le sedi di Cavalese, Tesero e Predazzo. La quota di partecipazione di Euro 35,00 a persona comprende la cena e il trasporto Val di Fiemme – Trento andata e ritorno.

Termine iscrizioni: entro e non oltre venerdì 15 febbraio, previo versamento della quota prevista. Siccome il numero di posti disponibili è limitato (max 25 persone), si consiglia vivamente di prenotarsi in tempo utile!

Continue reading Una “CENA AL BUIO” per comprendere la disabilità visiva