Guido Brigadoi

“L’indifferenza è nemica dell’ecosistema”

Sabato 27 aprile 2019, il 67° Trento Film Festival e la Fondazione Dolomiti UNESCO presentano la performance artistica di Marco Nones “Indifference”. Un centinaio di cervelli di ghiaccio si scioglieranno lentamente in piazza Duomo per denunciare l’indifferenza umana. L’evento è realizzato in collaborazione con il Muse, lo Ski Center Latemar, il parco Respirart e la Botega dal Pan Betta di Cavalese.

 “Indifferenza. Quella che rende fragile l’ecosistema.

Quella che scioglie i ghiacciai, innalza il livello dei mari

e scatena furiose tempeste. Quella che ha abbattuto milioni di alberi.

Quella che indossiamo per non sentire un dolore.

Quella che desertifica il nostro futuro”.

L’artista trentino Marco Nones invita a osservare l’indifferenza umana verso l’ecosistema esponendo un’installazione di ghiaccio e abete rosso della Val di Fiemme.

Inizia sabato 27 aprile, alle 11.30, in piazza del Duomo a Trento, questa performance artistica proposta da Trento Film Festival e Fondazione Dolomiti UNESCO, in collaborazione con il Muse, lo Ski Center Latemar, il parco Respirart e la Botega dal Pan Betta di Cavalese.

L’installazione, che occupa circa 60 metri quadrati, è formata da un centinaio di cervelli di ghiaccio appoggiati su tavole create con gli abeti rossi che si sono schiantati a terra durante la tempesta anomala dello scorso ottobre. La performance dura qualche ora, fino allo scioglimento del ghiaccio.

Il Muse di Trento ha partecipato a questa “riflessione” artistica sull’ecosistema e i mutamenti climatici, creando il modello in 3D di un cervello umano e il calco, con la collaborazione di Gianluca Lopez e Stefano Neri. Secondo Marco Nones il crollo di 14 milioni di alberi fra Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli non può essere dimenticato.

“Indifferenza. Quella che usiamo per pensare al nostro immediato presente. Quella che si appiattisce in uno smartphone. Quella che ci preserva da emozioni di rabbia e paura. Quella che anestetizza anche l’amore. Quella che, mutando il nostro paesaggio interiore, trasforma il panorama esteriore e con lui i riferimenti visivi che guidano i nostri passi. Indifferenza. Quella che oggi, attraverso piccoli e grandi gesti, insieme proviamo a dissolvere”, Marco Nones.

 

Continue reading “L’indifferenza è nemica dell’ecosistema”

La Banda di Tesero si aggiudica il 3° Premio in Prima Categoria al Concorso Bandistico Internazionale "Flicorno d'Oro" di Riva del Garda

Grandissima e meritata soddisfazione per la Banda Sociale “Erminio Deflorian” di Tesero, magistralmente diretta dal M° Fabrizio Zanon, che ha conseguito il Terzo Premio nella Prima Categoria al XXI Concorso Bandistico Internazionale Flicorno d’Oro svoltosi a Riva del Garda dal 12 al 14 aprile.

Si tratta della più prestigiosa kermesse in ambito bandistico a livello italiano e una tra le maggiori a livello europeo, come testimoniamo i numeri: al Flicorno d’Oro, dal 1992 ad oggi, hanno partecipato circa 1.000 bande da tutta Europa per un totale di oltre 60.000 musicisti, e si sono avvicendati fra i giurati i più illustri maestri e compositori contemporanei di musica per fiati. Alla tre giorni di Riva quest’anno hanno suonato 2.262 bandisti (il 26% dei quali giovani sotto i 18 anni) appartenenti a 35 orchestre di fiati provenienti da 10 Paesi Europei: Italia, Spagna, Francia, Belgio, Austria, Germania, Slovenia, Croazia, Ungheria e Repubblica Ceca.

Di assoluto prestigio il punteggio di 91,33 assegnato alla Banda di Tesero dalla giuria (presieduta dal maestro e compositore olandese Hardy Mertens): si tratta del miglior punteggio finora mai conseguito al Flicorno d’Oro da una banda trentina (iscritta alla Federazione) e il 6° in questa edizione (a prescindere dalla categoria).

Questo risultato è ancor più rilevante se si considera che la Banda teserana era alla sua prima partecipazione in gara ad un concorso bandistico vero e proprio.Vi sono state in passato esperienze in parte simili, come la partecipazione sempre al Flicorno d’Oro nel 2011 in “categoria libera” (vale a dire fuori competizione, solo allo scopo di ottenere una valutazione sul grado di preparazione), e ai concorsi provinciale di Trento nel lontanissimo 1903 e nazionale a Roma nell’altrettanto lontano 1929: ma quella era decisamente un’altra epoca e quindi il paragone con l’attualità non regge.

Sul podio della Prima Categoria, davanti alla Banda fiemmese, al primo posto si è classificata la Pihalni Orkester SVEA Zagorje (Slovenia) con punteggio 94,29 seguita in seconda posizione dalla Czech National Concert Band (Repubblica Ceca) con punteggio 93,42. Al terzo posto, come detto, la Banda “Erminio Deflorian” con 91,33 punti.

L’attività della Banda “Erminio Deflorian” però non si ferma! Prossimo appuntamento in programma, prima della stagione estiva 2019, è il tradizionale Concerto di Pasqua previsto domenica 21 aprile alle ore 21.00 presso il Teatro comunale di Tesero con ingresso libero. In scaletta anche i due brani portati con successo al concorso “Flicorno d’Oro”: un motivo in più per non perdersi un concerto che si preannuncia di grande interesse artistico!

info

http://www.flicornodoro.it

http://www.federbandetrentine.it

 

Continue reading La Banda di Tesero si aggiudica il 3° Premio in Prima Categoria al Concorso Bandistico Internazionale “Flicorno d’Oro” di Riva del Garda

Il Resonace Piano alla Design Week

Sembra un pianoforte a coda tradizionale, ma non ha le corde. Resonance Piano suona con la sola vibrazione del legno di risonanza della Val di Fiemme.

Ha destato stupore a Milano, venerdì 12 aprile, il suono perfetto del primo pianoforte al mondo che suona senza corde. È stato presentato al Fuorisalone della settimana del design milanese il suo inventore: Fabio Ognibeni, amministratore delegato dell’azienda Ciresa di Tesero.

Il Resonance Piano ha espresso la sua sonorità nel corso del concerto “Omaggio al Bosco dei Violini” che ha preso vita nel Cortile d’Onore dell’Università Statale di Milano. Lo stesso cortile dove sono stati posizionati dallo studio d’architettura Piuarch, con il sostegno della Provincia e della Magnifica Comunità di Fiemme, due scenografici abeti rossi sradicati dal vento, per realizzare l’installazione “La Foresta dei Violini”.

Il concerto si è tenuto in collaborazione il Conservatorio G. Verdi di Milano, lo Studio Piuarc, Nemo Monti e la rivista Interni.

La Ciresa Srl di Tesero con questa nuova innovazione si conferma eccellenza italiana del settore.

Il Resonance Piano, suonato per la prima volta in pubblico, ha amplificato anche il suono del microfono, durante la presentazione, e quello della viola e del violino durante il concerto.

La voce e i suoni sono stati amplificati unicamente dalla tavola armonica del Resonance Piano, senza l’ausilio di altoparlanti e casse audio tradizionali.

Il limite di un pianoforte digitale è rappresentato dai sistemi di riproduzione sonora, i tradizionali altoparlanti delle casse audio, impossibilitati a rendere la voce naturale di un vero pianoforte acustico.
Resonance Piano è nato per restituire la sonorità naturale di un pianoforte acustico.

Inoltre, ha un ingombro ridotto. Con un peso minimo inferiore agli 80 kg, può essere trasportato da due persone senza la necessità di carrelli o carrucole. Infine, può diventare verticale ed essere installato sulla parete, offrendo un impatto visivo suggestivo.

M.C.

 

 

 

 

 

Continue reading Il Resonace Piano alla Design Week

Il 13 aprile si ri-pulisce il Parco della Pieve di Cavalese

È tempo di pulizie di primavera… anche al Parco della Pieve di Cavalese! Il Piano Giovani di Zona “Ragazzi all’opera” propone, infatti, un pomeriggio per ri-pulire insieme il Parco: appuntamento alle 14.30 di sabato 13 aprile all’entrata principale, dove ai partecipanti verrà fornito tutto il necessario per una raccolta dei rifiuti sicura. Sono invitati a partecipare giovani, adulti, famiglie… Tutti coloro che credono che sia importante mettersi in gioco in prima persona per cambiare le cose, anche nel proprio piccolo.

L’iscrizione è obbligatoria entro giovedì 11 aprile: è sufficiente comunicare la propria adesione inviando un’email all’indirizzo pgzvaldifiemme@live.it o telefonando al numero 349.4403622. In caso di maltempo l’evento sarà rinviato a data da destinarsi.

 

 

Continue reading Il 13 aprile si ri-pulisce il Parco della Pieve di Cavalese

Partono i lavori per la nuova sala parto

E’ stato sottoscritto il verbale di consegna dei lavori per la realizzazione della nuova sala operatoria dedicata alle emergenze ostetriche dell’ospedale di Cavalese, come anticipato dal direttore generale dell’Apss Paolo Bordon nel corso degli incontri con gli amministratori delle valli dell’Avisio. L’intervento a completamento della ristrutturazione del blocco travaglio-parto rientra nei lavori previsti per la riapertura del punto nascite dell’ospedale di Cavalese ed è volto al rispetto degli standard di qualità e sicurezza previsti dalle indicazioni ministeriali per i punti nascita.

 I lavori in appalto sono stati assegnati, con procedura negoziata con 20 ditte invitate, ad un raggruppamento temporaneo di imprese. L’importo complessivo previsto per la realizzazione dell’intervento è di 1.045.000 euro e l’aggiudicatario avrà da contratto 90 giorni da oggi per completare le opere previste.

Al termine dei lavori, che prevedono anche il rinnovo degli arredi e delle tecnologie, sarà completata la ristrutturazione del blocco travaglio parto, sviluppato su una superficie di 200 mq e dotato di due moderne e accoglienti sale per il parto fisiologico, di cui una con vasca, di una zona nido e di una sala operatoria ampia e versatile.

Continue reading Partono i lavori per la nuova sala parto

Tetraon: il mondo nascosto

Consueto appuntamento annuale del Museo Arte Contemporanea di Cavalese dedicato agli artisti che operano nelle valli dell’Avisio, ospita quest’anno nella sua quarta edizione una spettacolare mostra fotografica frutto del lavoro appassionato del “Gruppo Tetraon” di Tomaso Baldassarra, Daniele Dallabona, Silvio Luis Bejarano e Ivan Callovi. Si tratta di un nucleo di 34 scatti stampati su lastra Di-Bond che ritraggono gli aspetti più affascinanti e reconditi della fauna alpina, in particolare quella di Fiemme, che è luogo di ricerca privilegiato dal gruppo.

Gli animali, rettili, mammiferi, pesci, insetti e perfino gamberi di fiume sono qui ripresi mediante lunghi e studiati appostamenti rivelando gli aspetti stupefacenti e magici della loro esistenza e di ciò che raramente è dato di osservare anche agli occhi più allenati.

Un’occasione dedicata agli appassionati di fotografia e del mondo naturale, alle scuole di ogni ordine e grado, che potranno approfondire la conoscenza della natura tramite il profilo anche didattico della mostra, e a tutti i visitatori ospiti e valligiani che non potranno rimanere indifferenti di fronte al vivido ritratto della bellezza nascosta del nostro territorio.

INAUGURAZIONE: Sabato 6 aprile 2019, ore 17:30

APERTURA: dal 7 aprile al 9 giugno 2019

ORARI APERTURA: sabato e domenica dalle ore 15.30 alle ore 19.00

 EVENTI COLLATERALI

VENERDÌ 19 APRILE

> ore 21.00 Incontro con gli artisti

DOMENICA 5 e SABATO 18 MAGGIO

> ore 17.30 Visita guidata alla mostra in occasione dell’evento “Palazzi aperti”

VENERDÌ 7 GIUGNO

> ore 21.00 VIVERE AL LIMITE

La strategia di vita in alta montagna a cura di Ivan Callovi

Continue reading Tetraon: il mondo nascosto

E' Cavalese la dodicesima tappa del progetto nazionale dedicato allo Sport Integrato

Al via il più grande progetto nazionale che affronta il tema dell’integrazione sociale attraverso lo sport e che farà viaggiare per 40 giorni, a bordo di 4 pulmini, 72 atleti disabili e non – accompagnati da educatori e volontari – in ogni Regione italiana, per promuovere l’accoglienza delle diversità.

Il fischio di inizio del progetto, che ha ricevuto anche la medaglia del Presidente della Repubblica quale premio di rappresentanza, venerdì 15 marzo, presso la Sala del Carroccio del Comune di Roma in Via del Campidoglio, 1, con l’evento “Buon viaggio Carovana” dove il Responsabile Nazionale dell’Ufficio Progetti CSEN Andrea Bruni ha presentato i quattro equipaggi e il programma delle tappe in tutte le Regioni, ognuna delle quali prevede un incontro di accoglienza della Carovana e presentazione alla cittadinanza della Carta dei Valori dello Sport Integrato (con raccolta delle sottoscrizioni), una partita dimostrativa di Football Integrato e un seminario formativo gratuito rivolto a Docenti, Educatori Professionali, Assistenti Sociali, Tecnici sportivi, Istituzioni, Associazioni e singoli cittadini sul tema della cultura dell’accoglienza e dell’integrazione sociale.

“La Carovana rappresenta un’opportunità unica di riflessione, scambio e confronto sul mondo della disabilità e il nostro obiettivo è quello di coinvolgere quante più persone possibili in ogni regione portando a tutti il messaggio dell’integrazione sociale” ha commentato Francesco Proietti, Presidente dello CSEN Nazionale (Ente promotore del progetto da anni impegnato per lo Sport Integrato).

Dopo le tappe di Palermo, Reggio Calabria, Marsicovetere (PZ), Brindisi, Napoli, Riccia (CB), Pescara, Ascoli Piceno, Vignola (MO) e Vigasio (VR) e Lignano Sabbiadoro (UD), la Carovana farà tappa a Cavalese il 9 e 10 aprile, dove ad accogliere l’equipaggio ci saranno gli studenti dell’Istituto d’Istruzione “La Rosa Bianca” che, attraverso il percorso di alternanza Scuola-lavoro iniziato a ottobre scorso, hanno contribuito alla redazione della Carta dei valori dello Sport Integrato. L’importante documento, che raccoglie i principi e i valori guida per uno sport inclusivo, solidale e senza barriere, verrà presentato alla cittadinanza martedì 9 aprile, alle h. 17:00, presso l’Auditorium dell’Istituto d’Istruzione “La Rosa Bianca”.

L’indomani mattina, i 18 atleti si cimenteranno in una dimostrazione di Football Integrato, lo sport ispirato al calcio, al baskin e alla pallamano nato appositamente per mettere al centro la persona, indipendentemente dalle proprie capacità e competenze, e in grado di unire atleti disabili e non per il raggiungimento di un obiettivo comune – la vittoria – possibile solo grazie all’apporto di ogni singolo membro. Dalle 09:30 alle 13:00 lo spettacolo sarà fruibile liberamente da tutti presso il Palazzetto dello Sport di Cavalese, dove sarà allestito l’apposito campo da calcio dotato di due porte laterali in più.

“Il Football Integrato è lo sport capace di coinvolgere, sia da un punto di vista tecnico che emotivo, atleti con e senza disabilità – afferma Andrea Bruni, Responsabile dell’Ufficio Progetti CSEN Nazionale – questa disciplina rappresenta l’esempio di come ogni persona, messa nelle migliori condizioni, possa esprimere il massimo di sé stessa”.

Presso l’Auditorium dell’Istituto “La Rosa Bianca”, dalle 15:30 alle 19:30 si svolgerà il seminario gratuito rivolto a tutti coloro che vogliano arricchire il proprio bagaglio formativo con conoscenze in merito alla Carta dei valori dello Sport Integrato e stretegie operative per favorire l’integrazione sociale attraverso lo sport. Le lezioni, di tipo frontale e con lavori di gruppo, saranno tenute dal Responsabile, Project Manager, formatore ed educatore professionale Andrea Bruni e, ove possibile, da Assistenti sociali dell’albo Nazionale, Educatori Professionali ANEP e Operatori Sportivi FISDIR.

Durante il pomeriggio gli atleti della Carovana potranno anche rilassarsi e godersi le bellezze e particolarità del Comune che li ospita, accompagnati dagli studenti del percorso di alternanza che culmineranno così la loro esperienza a contatto con il mondo del volontariato, della disabilità e dell’integrazione attraverso lo sport.

Dopo quasi due mesi di viaggio, 6.000 km percorsi, 20 città italiane toccate e 4 equipaggi a darsi il cambio, l’ultimo pulmino rientrerà a Roma il 13 maggio e il progetto si concluderà con l’evento del 14 “Bentornata carovana”. Alla manifestazione finale saranno presenti tutti gli equipaggi che, insieme alle delegazioni degli studenti di tutte e 20 le Scuole partecipanti, consegneranno nelle mani del Presidente della Repubblica in persona le firme, raccolte durante le tappe e tramite il sito web, quali sottoscrizioni ufficiali dei valori della Carta e della volontà di portare l’attenzione su una tematica che in Italia fatica ancora un po’ a trovare il giusto spazio.

L’iniziativa, organizzata da CSEN Nazionale con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sarà seguita costantemente dal camper-regia dell’emittente Directa Sport, che permetterà a tutti di seguire l’evento grazie alle dirette streaming delle partite dimostrative di Football Integrato e alle interviste, ai video e alle immagini costantemente pubblicate sui canali social e sul sito web ufficiali.

Continue reading E’ Cavalese la dodicesima tappa del progetto nazionale dedicato allo Sport Integrato

Incontro con lo scrittore Matteo Bussola

Lunedì 8 aprile alle ore 21 presso l’aula magna del municipio di Predazzo è in programma a cura della biblioteca comunale di Predazzo in collaborazione con la Libreria Lagorai, l’incontro con Matteo Bussola, fumettista, scrittore e conduttore radiofonico, autore di “Notti in bianco, baci a colazione” e “La vita fino a te”, pubblicati da Einaudi. Il primo, uscito nel 2016, contiene una sequenza di racconti e dialoghi tra Matteo e le sue tre figlie in cui affronta il tema della paternità nella sua vita quotidiana. Un libro ironico e struggente sulla magia di essere padre. In pratica il resoconto di un anno di post su Facebook, scritti così bene che hanno attirato la curiosità degli editor. Così ogni volta che Matteo Bussola pubblicava qualcosa sulla sua bacheca blu, i like si moltiplicavano a migliaia. «Bussola guarda il mondo attraverso le sue bambine come se fosse la prima volta» dice Paolo Repetti, responsabile della collana Stile Libero di Einaudi «Possiede una naturalezza e una semplicità che magari tutti abbiamo, ma non riusciamo a tirare fuori». Nel maggio 2018 ha pubblicato, sempre per Einaudi Stile Libero, “La vita fino a te” un racconto straordinario delle cose ordinarie e della vita di coppia, filtrato dallo sguardo “incantato” di chi si meraviglia della normalità come se la incontrasse per la prima volta. “Bussola sa scrivere. Usa le parole con accortezza, con cura, come fossero importanti. Tanto importanti come le esperienze che raccontano”, dice di lui Michele Serra.
Sempre per Einaudi Stile Libero, Bussola ha pubblicato nel 2017 “Sono puri i loro sogni”, sul rapporto fra genitori e scuola.
Nella mattinata di martedì 9 aprile lo scrittore veronese incontrerà un centinaio di studentesse e studenti delle classi superiori dell’ITE “La Rosa Bianca” di Predazzo. Matteo Bussola, laureato in architettura e papà di 3 bambine, è ora un cult sul web. Prima di intraprendere la carriera di fumettista (disegna per Bonelli un personaggio che si chiama Adam Wild) ha lavorato come progettista edile, ma all’età di 35 anni decide di investire nella sua passione per il disegno dei fumetti, trasformandola nella sua professione. Dal settembre 2017 conduce su Radio24, assieme a Federico Taddia, la trasmissione radiofonica I Padrieterni. Tiene anche su Robinson, l’inserto culturale de la Repubblica, una rubrica settimanale dal titolo “Storie alla finestra”.
La partecipazione è libera, gradita e gratuita.

Continue reading Incontro con lo scrittore Matteo Bussola

La fauna locale in mostra

Sabato 6 aprile alle ore 17.00 è in programma a Tesero, presso la Sala Mostre “Ex Cassa Rurale” in Piazza Cesare Battisti, l’inaugurazione di una interessante mostra fotografica naturalistica suddivisa in due sezioni: “Fauna della Val di Fiemme in sintonia” a cura di Maurizio Zeni e “Ciò che in Val di Fiemme vola” a cura di Stefano Sieff.

Filo conduttore sarà il tema dell’avifauna locale, grande passione di entrambi i fotoamatori fiemmesi. La mostra è il frutto di ore e ore di appostamenti dei due amici Maurizio e Stefano per catturare e immortalare alcuni fra i momenti più suggestivi della vita degli uccelli e di altri animali selvatici che popolano i nostri boschi. Per Maurizio Zeni si tratta della prima partecipazione in assoluto a una mostra con i propri scatti, mentre Stefano Sieff ha ormai alle spalle diverse esposizioni.

La mostra resterà aperta al pubblico tutti i giorni da sabato 6 fino a venerdì 19 aprile con orario 17.00-19.00 e 20.30-22.00.

L’ingresso è libero.

Continue reading La fauna locale in mostra

La Sportiva si fa in… otto

Sono due le nuove aperture di negozi monomarca La Sportiva previste nel 2019: il marchio della Val di Fiemme leader mondiale nella produzione di calzature ed abbigliamento outdoor, presente in oltre 70 Paesi al mondo e con il suo quartier generale ben saldo in Valle di Fiemme ai piedi delle Dolomiti, aprirà infatti nei primi giorni di aprile i punti vendita di Trento e Pozza di Fassa.
“Si tratta di due aree strategiche per il nostro marchio – commenta Andrea Bonetto, Retail Manager – Trento per ovvi motivi di presenza sul capoluogo della nostra regione che chiude il cerchio con le recenti attività di marketing messe in campo per la celebrazione del nostro novantesimo anniversario ed apre nuove possibilità e sinergie con la città per noi più rappresentativa, Pozza di Fassa per il presidio della zona della Valle di Fassa, luogo di attività outdoor per eccellenza ai piedi del ghiacciaio della Marmolada.”
Fondata nel 1928 da Narciso Delladio e resa celebre nel mondo da Francesco Delladio, ancora oggi a conduzione famigliare al 100%, guidata dall’amministratore delegato e presidente Lorenzo Delladio e dalla quarta generazione della Famiglia Giulia Delladio, La Sportiva si è evoluta in anni recenti da azienda calzaturiera a marchio globale attraverso un’offerta completa che copre tutti i modi di andare in montagna e che si struttura su linee di abbigliamento e calzature sia tecniche che tempo libero. “Che la scelta dell’appassionato di montagna sia quella di arrampicare outdoor o in palestra correre in montagna e su sentieri sterrati, di praticare lo sci alpinismo o di andare in montagna per escursioni di uno o più giorni – dice Enrico Carniel, Area Manager Italia – La Sportiva è in grado di soddisfare tutte le esigenze degli utilizzatori attivi a vari livelli: dal professionista all’amatore che desidera indossare il marchio trentino anche nel proprio tempo libero.”
I brand stores del marchio trentino raggiungono ora quota otto: le nuove aperture di Pozza e Trento si aggiungono infatti ai punti vendita di Ziano di Fiemme, Cavalese, Arco (tutti in provincia di Trento), Finale Ligure, Rodellar (Spagna) e Città del Messico: ognuno caratterizzato dalle proprie peculiarità ed in grado di offrire un’esperienza di marca a 360 gradi tra i prodotti concepiti e sviluppati in Val di Fiemme.
Settanta metri quadri lo store di Trento, novantacinque quello di Pozza di Fassa con assortimenti che sapranno soddisfare due tipi di clientela molto diverse: più cittadina e lifestyle la prima, più orientata alle pratiche outdoor e al vivere la montagna la seconda. Il negozio di Trento è situato in pieno centro in Via Mazzini 5, la via dello shopping per eccellenza, mentre il punto vendita di Pozza sarà sulla strada principale verso le Dolomiti: Strada Dolomites 65, proprio all’inizio del paese. “E le novità non finiscono qui – aggiunge Luca Mich, Marketing Operations Manager – perché da quest’anno chi entrerà nei nostri stores vivrà un’esperienza di marca che si estenderà anche alla parte più emozionale grazie all’integrazione di LaSpo Radio, la store-radio ufficiale che propone una serie di brani pensati per una clientela evoluta, dinamica, attiva: con lo sguardo sempre rivolto al futuro e alle prossime sfide.”

Lo store di Trento aprirà ufficialmente la prima settimana di aprile e sarà seguito la settimana successiva dallo store di Pozza di Fassa. L’inaugurazione ufficiale dello store di Trento è però fissata per la sera del 15 maggio in occasione dell’annuale International Sales Meeting aziendale che vedrà invitati proprio a Trento tutti i principali importatori mondiali del marchio: l’evento sarà naturalmente aperto al pubblico e vedrà diverse sorprese tra cui la partecipazione dei migliori atleti ambassador del brand.

 

Continue reading La Sportiva si fa in… otto