La “ rivoluzione cavalesana” sembra essersi assestata. Non abbiamo mancato di criticare, insieme a molti nostri lettori, una certa improvvisazione nella nuova viabilità ed una carenza di informazione ai cittadini che si sono trovati, di punto in bianco, un paese stravolto nei flussi e più volte in tilt. Ora, però è il momento dei complimenti. C’è voluta certamente una buona dose di coraggio da parte dell’amministrazione nell’immaginare una diversa vivibilità di Cavalese ed il risultato, a bocce ferme è decisamente positivo. Bravi anche i privati che hanno trasformato i loro esercizi in gradevoli punti di aggregazione. Grazie anche ad una estate benevola, oggi è possibile sentire una rivitalizzazione del paese di cui vi era davvero bisogno. Alcuni nostri consigli non richiesti: il miglioramento dell’arredo urbano dovrebbe essere il prossimo step. Avendo fatto 30, sarebbe auspicabile un ulteriore allargamento dell’area pedonale, dopo aver fatto, naturalmente, una approfondita verifica sulla viabilità e parcheggi.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento