EPPURE NON HO PAURA. Memorie femminili dal Lager di Ravesbrück

La biblioteca di Tesero propone per martedì 31 gennaio alle ore 20.30 in Sala Bavarese per commemorare il Giorno della Memoria, “Eppure non ho paura. Memorie femminili dal Lager di Ravensbrück”, atto unico a cura del Club Armonia di Trento. Si tratta di un racconto teatrale che indaga uno dei tanti aspetti poco conosciuti dello sterminio degli ebrei.

Il testo e la regia di questo spettacolo sono di Renzo Fracalossi, che offre un approfondimento su quanto accaduto nel campo di concentramento di Ravensbrück a nord di Berlino, dove erano internate solo donne. In sei anni, circa, furono imprigionate in questo lager oltre centotrentamila donne da tutta Europa, non solo ebree. I dialoghi raccontano la vita di tutti i giorni delle internate, le brutalità cui sono state sottoposte, la forza che alcune di loro hanno avuto per resistere, grazie anche alla solidarietà tra di loro. Per tenersi vive e aiutarsi si sono inventate corsi di lingue, hanno scritto poesie e prose, hanno studiato teatro. Tutto si è perso alla fine della guerra, tranne alcune memorie scritte come quelle di Milena Jesenska, che è stata l’amante di Kafka, e che è morta sul campo, passando dalla parte degli ebrei.

L’autore, Renzo Fracalossi, è da sempre convinto che l’Olocausto, questo terribile capitolo della storia umana, non sia da ridurre ad Auschwitz, che sì è stato il cuore dell’inferno, ma abbia avuto tantissime altre facce in molte altre realtà di cui poco o nulla si sa. E’, inoltre, sempre da considerare che a questi terribili eventi, accaduti per mano di menti malate e sadici, hanno assistito (e in parte anche collaborato con delazioni e omertà) intere nazioni.

La proposta è organizzata dalla Biblioteca di Tesero in collaborazione con l’Ufficio per il Sistema Bibliotecario Trentino e la Partecipazione Culturale della Provincia di Trento e l’Opera Universitaria di Trento. L’ingresso è libero.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento