Ich bin ein berliner

Io sono un berlinese. E’ questa la celebre frase che il presidente Kennedy pronunciò a Berlino nel 1963, intendendo, con questa affermazione, farsi partecipe, in prima persona, del futuro destino della capitale tedesca. Una frase di appartenenza che ormai possono pronunciare anche molti fassani e fiemmazzi. Se Londra è invasa da italiani “ in fuga”, Berlino la segue a ruota. Molti nostri convalligiani si sono trasferiti nel nord della Germania per studiare o cercare un prorio futuro lavorativo ma anche perchè spinti dalla voglia di “ annusare”dove sta andando la vecchia Europa, proprio li dove si stanno cercando e creando le condizioni per un nuovo futuro. A Berlino abbiamo incontrato molti nostri concittadini, tutti decisamente soddisfatti della scelta di “essere emigrati ” e nel contempo tutti decisamente legati alla terra delle loro origini. Hanno deciso di mettersi in gioco, di fare esperienze ed acquisire preziose competenze. Poi, forse, torneranno a casa per mettere a frutto il loro vissuto e aiutare così a far crescere anche le nostre comunità. Speriamo di essere in grado di ri-accoglierli, per dare loro un futuro ma anche per creare, insieme a loro, il nostro.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento