Imperdibile, sabato, a Trento

Torna al Sociale per l’apertura di InDanza 2015/2016 la compagnia francese Käfig, beniamina del pubblico per la capacità innata di attraversare e unire le generazioni. Il suo ritorno è con il fantasmagorico Pixel, spettacolo che vede l’incontro tra danza hip hop e i mondi virtuali della tecnologia 3D. Teatro Sociale, 31 ottobre 2015, h. 20.30 Indiscusso re dell’hip hop francese da oltre un ventennio, Mourad Merzouki, fondatore e guida della compagnie Käfig, nonché primo direttore di un Centre Chorégraphique National proveniente dalla cultura hip hop, è coreografo al passo con i tempi. Impossibile non farsi sedurre dalle tecnologie digitali e dalle nuove frontiere dell’uso scenico di questi mondi virtuali. Grazie all’incontro con Adrien Mondot e Claire Bardainne, artisti informatici attivi dal 2004 a Lione nella realizzazione di progetti spettacolari e mostre in cui il digitale e le sue applicazioni 3D fanno da contraltare al mondo reale, Merzouki ha pensato a un progetto comune da cui è nato nel 2014 lo spettacolo di successo Pixel.

In Pixel l’energia e il virtuosismo della danza hip hop incontrano la bellezza dell’illusione di un mondo virtuale fatto di sintesi numeriche e immagini elettroniche, liriche e coinvolgenti, che mettono la persona con le sue storie e le sue emozioni al centro di tutto.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento