La crisi aguzza l’ingegno

Da alcuni giorni il Maso dello speck di Daiano ha aperto un punto vendita a Trento. Fino a qui niente di eccezionale se non fosse per la formula innovativa utilizzata. I titolari del famoso locale fiemmese hanno concordato una staffetta con una gelateria trentina. Il gelataio ha ceduto i locali che in poche ore si sono trasformati in uno store dello speck. A primavera il maso dello speck tornerà a casa e la gelateria riaprirà per la stagione a lei più favorevole. Un virtuoso esempio di ottimizzazione delle risorse e di marketing creativo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento