La Mangiarotti Milano a Predazzo con 36 atleti

Il Circolo della Spada Mangiarotti di Milano, una delle più antiche e prestigiose società schermistiche italiane, ha scelto Predazzo per il suo camp di inizio stagione. Dall’1 al 7 settembre, 36 atleti dai 10 ai 17 anni, accompagnati da 5 istruttori (tra cui il bicampione del mondo Sandro Resegotti), hanno trascorso una settimana alternando gli allenamenti di spada e fioretto allo Sporting Center a sedute di preparazione atletica al campo sportivo e a momenti di svago. La società schermistica è giunta in Val di Fiemme in collaborazione con l’Olimpia Basket di Milano, che ormai da anni organizza a Predazzo il suo AJP Summer Camp, che ogni estate coinvolge centinaia di giovani appassionati di pallacanestro. Quest’anno l’Olimpia ha aggiunto alle solite quattro settimane di camp tra giugno e luglio questi ulteriori sette giorni a inizio settembre, coinvolgendo anche la Mangiarotti.

Il maestro Enrico Nicolini non nasconde la soddisfazione: “Abbiamo trovato strutture sportive di altissimo livello. La pista d’atletica di Predazzo è un autentico gioiello. Siamo abituati a gareggiare in tutta Italia e devo ammettere che è difficile trovare impianti sportivi di questa qualità”, commenta lo schermidore.

L’assessore allo Sport Giovanni Aderenti, come già fatto con molti gruppi sportivi in ritiro a Predazzo, ha accompagnato i giovani schermidori al Centro del Salto: “I trampolini lasciano sempre stupefatti i visitatori, incuriositi da questa specialità sportiva e stupiti dall’imponenza dell’impianto. Accompagnare al Centro del Salto gli atleti della Mangiarotti ha avuto anche un significato particolare, visto che Milano e Predazzo ospiteranno, insieme a Cortina e ad altre località dolomitiche, le Olimpiadi invernali del 2026. È stato un po’ come creare un nuovo ponte tra noi e il capoluogo lombardo nel nome dello sport e dei suoi valori”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento