Marco Paolini protagonista a Trento

Da giovedì 11 a domenica 14 febbraio sarà in scena al Teatro “Sociale”, nell’ambito del cartellone “Grande Prosa” del Centro Servizi Culturali S. Chiara, «BALLATA DI UOMINI E CANI», un tributo a Jack London di Marco Paolini, che torna in Stagione a Trento a distanza di ben 18 anni da quando – era l’aprile 1998 – l’attore e drammaturgo bellunese portò sul palcoscenico dell’Auditorium il suo monologo “Il Milione – Quaderno veneziano”.

«BALLATA DI UOMINI E CANI» è composto di tre racconti (Macchia, Bastardo e Preparare un fuoco) che Marco Paolini ha trascritto oralmente nella traduzione di Davide Sapienza e nei quali uomini e cani sono coprotagonisti. Lo spettacolo ha la forma di un canzoniere teatrale, con brani tratti da opere e racconti di Jack London e con musiche ad essi ispirate che non svolgono funzione di accompagnamento, ma di narrazione, alternandosi e dialogando con la forma orale. Le canzoni sono state composte da Lorenzo Monguzzi, che le canta dal vivo accompagnandosi con la chitarra, affiancato in palcoscenico da Angelo Baselli (clarinetto) e da Gianluca Casadei (fisarmonica).

Giovedì 11 febbraio il sipario del Teatro “Sociale” si alzerà su «BALLATA DI UOMINI E CANI» alle 20,30. Sono previste repliche venerdì 12 e sabato 13, sempre alle 20.30, e domenica 14 febbraio con inizio alle ore 16.00

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento