Martina vuole vivere di musica

Dopo aver vinto a Udine l’edizione 2014 del SUNS, il “contest” musicale aperto ad artisti italiani, austriaci e svizzeri di lingua minoritaria o regionale, Martina Iori, diciannovenne di Alba di Canazei si è aggiudicata anche il Premio della Giuria al Liet International, il più importante festival musicale delle lingue minoritarie d’Europa, che si è tenuto in dicembre a Oldenburg in Bassa Sassonia. Un riconoscimento ancor più prestigioso considerato l’alto livello dei concorrenti che quest’anno ha reso molto difficile l’attribuzione dei punteggi da parte della giuria, composta da rappresentanti delle 10 regioni in gara. Nella performance che le è valsa l’importante riconoscimento Martina era accompagnata da due musicisti al contrabbasso e alla batteria. Ma la giovane cantautrice fa “tutto da sola”: ha scritto parole e musica del brano “Via con mia musega” che le è valso i due ambiti premi e nelle esibizioni si accompagna con la chitarra e tiene il palco come un’artista “di lunga data”. Ed è suo desiderio diventarlo: «Spero di continuare ad avere il tempo e l’ispirazione giusta per scrivere la mia musica e i testi in ladino – dice Martina -. Vorrei vivere di musica anche se so che sarà difficile, questo è il mio sogno».

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento