MontagnAnimata, la fantasia e il divertimento  mettono le ali sabato 20 giugno

Tutto è pronto sul Latemar. MontagnAnimata di Predazzo inviterà a esplorare la geologia dal vivo sul sentiero Geotrail Dos Capèl e a immergersi nella fiaba tra le meraviglie delle Dolomiti.

L’estate 2020 in questo paradiso naturale di libertà, scoperta e avventura inizierà sabato 20 giugno.

Gli impianti di risalita per raggiungerla Latemar MontagnAnimata funzioneranno tutti i giorni, dal 20 giugno al 20 settembre 2020, con orario continuato. La telecabina Predazzo-Gardoné sarà aperta dalle 8.30 alle 17.45, mentre la seggiovia Gardoné-Passo Feudo dalle 8.30 alle 17.30. Tornerà a sfrecciare nel bosco anche l’esilarante bob a due posti su monorotaia Alpine Coaster Gardoné, aperto anche ai bambini più piccoli, se accompagnati da un maggiorenne. L’accesso agli impianti e alle singole attività sarà organizzato in sicurezza, con tutte le accortezze necessarie per garantire tranquillità alle famiglie e ai bambini, nel rispetto delle direttive vigenti anti-Covid19.

RAYA E IL POTERE DELLA LUCE

Nell’estate 2020 i bambini si metteranno in ascolto dei segreti della natura insieme a due fate del bosco: Trix e Elly. Saranno loro a suggerire le tappe della nuova missione di “Avventura Cercadrago”, per aiutare il drago Raya a recuperare il dono della luce, l’ingrediente più potente di qualsiasi magia e fonte di vita per tutte le creature. Nella Foresta dei Draghi i bambini potranno sfogliare il nuovo giocolibro “Raya e il potere della luce”, scritto e illustrato da Chiara Cecilia Santamaria, blogger di Machedavvero, che, assieme a Viola, ha intuito la presenza di un drago con le piume color latte e oro, lunghe orecchie a punta, scaglie sul dorso, grandi ali e una scintilla di luce sul petto.

Per scoprire tutti i misteri della Foresta dei Draghi si potrà così lasciarsi guidare dalla fantasia di 9 giocolibri, otto dei quali ispirati al racconto di Beatrice Calamari, “I draghi del Latemar”.

IL SENTIERO GEOTRAIL DOSS CAPÈL

Riaprirà il Geotrail Dos Capèl per chi vuole compiere un viaggio nel tempo alla scoperta di una spiaggia triassica che ha 250 milioni di anni. Il sentiero si trova a Passo Feudo, a 2.200 m. di altitudine, ed è stato rinnovato con la collaborazione del MUSE di Trento e il Museo Geologico delle Dolomiti di Predazzo.

Lungo il percorso si incontreranno 13 postazioni didattiche. Grazie al giocolibro “Geotrail Dos Capèl, Mondo triassico”, mettendo a segno 100 punti, si potrà ritirare un premio al Punto Info di Gardoné. Dall’8 luglio, il mercoledì sarà ancora più gioioso, con lo spettacolo “Geologia, il sostantivo femminile di Gea”, dove passato e presente si incontrano ironicamente.

In collaborazione con il Museo Geologico delle Dolomiti di Predazzo e il MUSE di Trento, un geotrekking porterà i ragazzini più esperti alla Torre di Pisa per scoprire l’atollo del Latemar. L’escursione mostrerà il fianco sommerso di un’antica isola che un tempo emergeva dal mare triassico. Guidati da un esperto geologo e accompagnatore di media montagna, si esplorerà il cuore dell’atollo fino alla forcella dei Camosci e attraverso la profondità di un mare tropicale.

SPETTACOLI TEATRALI E ITINERANTI

Da inizio luglio a fine agosto, andranno in scena nuovi spettacoli all’aperto.

Nella Foresta dei Draghi tornerà il mitico Nikolaus Drache con un alfabeto di parole da sillabare lentamente. Majka, crack, brüch, głód, sono i rudimenti della lingua dei draghi che creano connessioni vive e inaspettate.

Sul sentiero del Pastore Distratto, nel silenzio del bosco, le scienziate della MontagnAnimata hanno avvertito la presenza di una creatura leggendaria, il Dahù. I bambini potranno scoprire se anche il Dahù comunica con i ferormoni, quelle minuscole sostanze che attraggono, respingono e mettono in allarme.

Tutti i giovedì, in un magnifico anfiteatro naturale si alterneranno filastrocche e racconti, con Simone Frasca e Pino Costalunga. Disegni e racconti celebreranno i 100 anni dalla nascita di Gianni Rodari. Emanuela Salvi rivelerà le vicissitudini incredibili di Zaff e Belinda. Otto il Bassotto porterà con sé la bellezza e la magia del circo che fa sognare.

Per partecipare agli spettacoli e garantire a tutti un’esperienza piacevole in tranquillità e sicurezza, bisognerà prenotare entro il giorno prima al numero di telefono indicato nel programma. Eventuali modifiche al palinsesto delle attività saranno segnalate sul sito di MontagnAnimata e sui social media Latemar MontagnAnimata.

 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento