Oscenità!

Questo cartello è esposto nell’aiuola della residenza Bagni & Miramonti  di Carano. Avremmo voluto commentarlo, ma abbiamo pensato che non ve ne fosse bisogno. Fatelo, se volete, voi.

Ti potrebbero interessare anche:

1 commento

  1. pane-vina

    Quando ho visto il cartello ho pensato…”…ancora!!!”
    E non solo perchè ormai so che periodicamente il nostro Claudio, proprietario del residence in questione ed autore del cartello, ama dare sfogo alla sua esplosiva creatività scagliandosi contro i proprietari dei cani….ognuno di noi ha probabilmente bisogno di individuare un “nemico ideale”, un bersaglio preferito ed è fin troppo facile farlo con i cani piscioni e/o padroni distratti…non è la prima volta che Claudio stupisce e spesso fa sorridere con vignette, cartelli, caricature…questa volta minaccie, ok…un calo di stile molto offensivo per tutte le padrone di cani donne ( statisticamente penso che il 90% dei cani sia portato a passeggio da donne!)
    Anch’io sono donna e porto a spasso i miei cani, seppur non mi senta offesa dal cartello, in quanto certamente non frequento via Giovanelli.
    …ancora….ho pensato “ancora”….perchè ancora una volta si è fatto la facile associazione padrone-di-cani/maleducato…. Mi piacerebbe vedere cartelli ironici o simpaticamente minacciosi disegnati dal nostro creativo Claudio contro tutti i fumatori, che inquinano irrimediabilmente con i loro mozziconi sui sentieri o nei tombini….vorrei vederlo scagliarsi al parco con cartelli contro una serie di mamme che permette ai loro figli di aprire gelati o caramelle e lasciare carte in giro (si parla di plastica…nulla di biodegradabile o di origine organica!!!)…vorrei vederlo indignarsi per chi rutta a tavola, per chi sputa la gomma da masticare, chi lascia le lattine vuote sui prati, dopo un pic nic… Le caratteristiche di un maleducato o maleducata sono spesso queste….e non coincidono, se non raramente, con il possedere un cane!!!!!!
    Da padrona di cani mi sento offesa non dalle minaccie di Claudio ma dal luogo comune che associa i maleducati a noi che degli animali ci prendiamo cura….noi che non li lasciamo in canile, noi che raccogliamo i loro bisogni e spesso anche quelli di altri cani, oltre alle cartaccie e mozziconi di sigarette lungo i sentieri.
    Sarebbe ora che una società evoluta sapesse scindere le disattenzioni più o meno consapevoli e la maleducazione dal fatto di avere un cane al proprio fianco.
    Detto questo, sono contenta che il cartello incriminato sia durato poche ore….forse Claudio ha trovato la donna incriminata e, dopo averla dipinta color del cielo sta “civilmente” banchettando con il canetto ignaro??

Lascia un commento