Si avvicina la Vecia Ferovia

Gli indomabili della mountain bike pedaleranno ne “La Vecia Ferovia dela Val de Fiemme”, in scena il 7 agosto con partenza da Ora (BZ). Il comitato organizzatore della Polisportiva Molina di Fiemme, guidato da Alberto Di Lorenzo e Mauro Dezulian, metterà a disposizione dei bikers un percorso unico di 40 km e 1.056 metri di dislivello, lo stesso che ha animato la “Vecia Ferovia” 2015 e che tanto viene apprezzato dagli stessi atleti. Un percorso che si svilupperà sul tragitto del vecchio trenino che congiungeva la Val d’Adige con la Val di Fiemme, lungo la via di pittoreschi sentieri e stradine di montagna create ad arte per esaltare lo spirito degli arditi della bicicletta.

Lo start avverrà da Ora in Via San Pietro, in provincia di Bolzano, transitando alla vecchia stazione della ferrovia Ora-Predazzo, proseguendo verso Vadena ed imboccando la pista ciclabile in direzione Trento. Il Parco di Castelfeder sarà l’obiettivo successivo, raggiunto costeggiando la galleria ed effettuando alcune salite non impegnative. Il primo traguardo volante verrà situato nel paese di Pinzano, procedendo poi in falsopiano verso Montagna ed in salita verso Passo San Lugano. Emozionante il passaggio al ponte di Gleno, prima di tuffarsi fra i prati ed i boschi trentini, fra i pascoli a campo aperto della stazione di Castello, lungo la discesa off-road che porterà all’attacco del “Muro della Pala”, un’arcigna impennata con picchi del 20%. La passerella che costeggia il fluire del fiume Avisio accompagnerà soavemente all’ultima fatica di giornata, che porterà i bikers all’arrivo nella pineta di Molina di Fiemme, dopo una sfida agonistica che ricorderà loro perché si erano così tanto appassionati ad una disciplina così difficoltosa, ma allo stesso tempo capace di regalare panorami ricchi di fascino e magia.

Le iscrizioni a “La Vecia Ferovia dela Val de Fiemme” sono già a disposizione, con la tariffa fissata a 28 euro fino al 24 luglio.

Info: www.laveciaferovia.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento