Stop agli sprechi

Dopo un percorso di formazione e di sensibilizzazione avviato lo scorso mese di settembre, si è tenuta  presso l’auditorium dell’Istituto Arcivescovile di Trento la premiazione del concorso indetto dall’associazione Assfron (Scuola senza Frontiere) sul tema dello spreco alimentare. 815 gli elaborati presentati, coinvolte oltre 170 classi di ogni ordine e grado provenienti da tutto il Trentino. Scopo dell’iniziativa rendere consapevoli i giovani degli enormi squilibri nell’accesso e nella distribuzione di cibo a livello mondiale e dei conseguenti sprechi nel mondo occidentale. “I risultati ottenuti superano di gran lunga le nostre aspettative – dichiara Carlo Bridi, tra i patrocinatori dell’iniziativa – Oltre ad istruire i ragazzi sulla corretta alimentazione, siamo riusciti a renderli consapevoli della vergognosa realtà degli sprechi”. I lavori di ottima fattura hanno messo in seria difficoltà la giuria nello scegliere le classi vincitrici delle 4 categorie: disegni, poesie o canzoni, elaborati multimediali, premi speciali.

Tra le classi premiate con un viaggio premio all’Expo di Milano figurano anche classi dei nostri istituti. Nella categoria poesie o canzoni si sono aggiudicati il secondo posto gli studenti della classe III D della scuola media di Cavalese, davanti alle alunne Moscon Giulia e Riz Francesca della IV BS dell’istituto La Rosa Bianca di Cavalese. Nella categoria elaborati multimediali il primo premio è andato alla scuola media di Cembra, il terzo alle alunne Mariasole Vinante dell’Istituto Ladino e Sara Segantin dell’istituto La Rosa Bianca di Cavalese. Menzione speciale all’associazione Il Germoglio di Fiemma e Fassa.  

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento