Immagine

Luna piena di primavera

Inizio spettacolare della primavera, lo scorso 20 marzo, con una notte limpida rischiarata da una meravigliosa Luna piena, presentata dai molti giornali come “super Luna”. In effetti la Luna si trovava nei pressi della sua minima distanza da noi (perigeo) e pertanto appariva leggermente più grande della media sebbene ad occhio questa differenza non sia rilevabile. Lo spettacolo meritava comunque di essere visto con i telescopi dell’osservatorio, assieme a molti visitatori. Come ricordo è stata fatta la foto che accompagna l’articolo: un’immagine particolare poiché ci mostra i colori della Luna; colori realmente presenti sulla superficie selenica ma resi più vividi con un programma di fotoritocco. Il nostro occhio non riesce a percepire tutte quelle sfumature che riflettono la diversa composizione mineralogica dei terreni; senza scendere nel dettaglio, si notano aree marcatamente più rosse ed altre che tendono al blu. Spicca verso Sud il cratere Tycho, dedicato al grande astronomo danese Tycho Brahe (1546-1601), contornato da una vasta e brillante raggiera che sembra voler disegnare un reticolo di meridiani. Ma di crateri se ne vedono tantissimi, per esempio un poco sulla sinistra rispetto al centro spicca , circondato pure esso da una brillante raggiera, il meraviglioso cratere dedicato a Niccolò Copernico, colui che riscoprì le antiche idee di Aristarco di Samo con il Sole posto come centro motore del moto dei pianeti. Vale la pena ricordare come il nostro satellite naturale sia tornato all’attenzione di diverse agenzie spaziali incluse quelle di nazioni emergenti come Cina e India. Prima o poi degli astronauti torneranno sulla Luna.

Notizie

Definito il ciclo delle consuete conferenze pubbliche estive con relatori di elevatissimo profilo; parleremo di come l’universo appaia attraverso i radiotelescopi con l’astrofisica Simona Righini, di meteore con Enrico Stomeo, responsabile Sezione Meteore dell’Unione Astrofili Italiani, delle missioni Apollo, nel cinquantesimo anniversario del primo sbarco lunare, con il divulgatore Paolo Attivissimo, grande esperto sull’argomento, e di ricerca sulla frontiera della conoscenza attraverso le onde gravitazionali assieme all’astrofisico prof. Ruggero Stanga, scienziato di fama internazionale. Ci saranno poi diverse occasioni di osservazioni pubbliche.

Potete rimanere informati sulle nostre attività tramite il sito web o il profilo Facebook del Gruppo Astrofili Fiemme. L’Osservatorio Astronomico di Fiemme rimane a disposizione del pubblico previa prenotazione al numero 348 3416407. Durante il periodo natalizio l’attività sarà intensificata, con un maggior numero di serate disponibili.

 

 

Continue reading Luna piena di primavera

“L’indifferenza è nemica dell’ecosistema”

Sabato 27 aprile 2019, il 67° Trento Film Festival e la Fondazione Dolomiti UNESCO presentano la performance artistica di Marco Nones “Indifference”. Un centinaio di cervelli di ghiaccio si scioglieranno lentamente in piazza Duomo per denunciare l’indifferenza umana. L’evento è realizzato in collaborazione con il Muse, lo Ski Center Latemar, il parco Respirart e la Botega dal Pan Betta di Cavalese.

 “Indifferenza. Quella che rende fragile l’ecosistema.

Quella che scioglie i ghiacciai, innalza il livello dei mari

e scatena furiose tempeste. Quella che ha abbattuto milioni di alberi.

Quella che indossiamo per non sentire un dolore.

Quella che desertifica il nostro futuro”.

L’artista trentino Marco Nones invita a osservare l’indifferenza umana verso l’ecosistema esponendo un’installazione di ghiaccio e abete rosso della Val di Fiemme.

Inizia sabato 27 aprile, alle 11.30, in piazza del Duomo a Trento, questa performance artistica proposta da Trento Film Festival e Fondazione Dolomiti UNESCO, in collaborazione con il Muse, lo Ski Center Latemar, il parco Respirart e la Botega dal Pan Betta di Cavalese.

L’installazione, che occupa circa 60 metri quadrati, è formata da un centinaio di cervelli di ghiaccio appoggiati su tavole create con gli abeti rossi che si sono schiantati a terra durante la tempesta anomala dello scorso ottobre. La performance dura qualche ora, fino allo scioglimento del ghiaccio.

Il Muse di Trento ha partecipato a questa “riflessione” artistica sull’ecosistema e i mutamenti climatici, creando il modello in 3D di un cervello umano e il calco, con la collaborazione di Gianluca Lopez e Stefano Neri. Secondo Marco Nones il crollo di 14 milioni di alberi fra Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli non può essere dimenticato.

“Indifferenza. Quella che usiamo per pensare al nostro immediato presente. Quella che si appiattisce in uno smartphone. Quella che ci preserva da emozioni di rabbia e paura. Quella che anestetizza anche l’amore. Quella che, mutando il nostro paesaggio interiore, trasforma il panorama esteriore e con lui i riferimenti visivi che guidano i nostri passi. Indifferenza. Quella che oggi, attraverso piccoli e grandi gesti, insieme proviamo a dissolvere”, Marco Nones.

 

Continue reading “L’indifferenza è nemica dell’ecosistema”

Ecco il numero di Aprile de L'Avisio!

Con i primi caldi arriva puntuale anche il numero di Aprile de l’Avisio. Cento pagine da sfogliare tutto d’un fiato, cento pagine ricche di notizie, interviste esclusive e magnifiche immagini. Scaricate subito la vostra copia in PDF cliccando sulla copertina qui a fianco. E’ gratis! Tra qualche giorno arriverà anche la versione cartacea, in distribuzione nella valle presso i soliti punti. Buona lettura!

Continue reading Ecco il numero di Aprile de L’Avisio!

La Banda di Tesero si aggiudica il 3° Premio in Prima Categoria al Concorso Bandistico Internazionale "Flicorno d'Oro" di Riva del Garda

Grandissima e meritata soddisfazione per la Banda Sociale “Erminio Deflorian” di Tesero, magistralmente diretta dal M° Fabrizio Zanon, che ha conseguito il Terzo Premio nella Prima Categoria al XXI Concorso Bandistico Internazionale Flicorno d’Oro svoltosi a Riva del Garda dal 12 al 14 aprile.

Si tratta della più prestigiosa kermesse in ambito bandistico a livello italiano e una tra le maggiori a livello europeo, come testimoniamo i numeri: al Flicorno d’Oro, dal 1992 ad oggi, hanno partecipato circa 1.000 bande da tutta Europa per un totale di oltre 60.000 musicisti, e si sono avvicendati fra i giurati i più illustri maestri e compositori contemporanei di musica per fiati. Alla tre giorni di Riva quest’anno hanno suonato 2.262 bandisti (il 26% dei quali giovani sotto i 18 anni) appartenenti a 35 orchestre di fiati provenienti da 10 Paesi Europei: Italia, Spagna, Francia, Belgio, Austria, Germania, Slovenia, Croazia, Ungheria e Repubblica Ceca.

Di assoluto prestigio il punteggio di 91,33 assegnato alla Banda di Tesero dalla giuria (presieduta dal maestro e compositore olandese Hardy Mertens): si tratta del miglior punteggio finora mai conseguito al Flicorno d’Oro da una banda trentina (iscritta alla Federazione) e il 6° in questa edizione (a prescindere dalla categoria).

Questo risultato è ancor più rilevante se si considera che la Banda teserana era alla sua prima partecipazione in gara ad un concorso bandistico vero e proprio.Vi sono state in passato esperienze in parte simili, come la partecipazione sempre al Flicorno d’Oro nel 2011 in “categoria libera” (vale a dire fuori competizione, solo allo scopo di ottenere una valutazione sul grado di preparazione), e ai concorsi provinciale di Trento nel lontanissimo 1903 e nazionale a Roma nell’altrettanto lontano 1929: ma quella era decisamente un’altra epoca e quindi il paragone con l’attualità non regge.

Sul podio della Prima Categoria, davanti alla Banda fiemmese, al primo posto si è classificata la Pihalni Orkester SVEA Zagorje (Slovenia) con punteggio 94,29 seguita in seconda posizione dalla Czech National Concert Band (Repubblica Ceca) con punteggio 93,42. Al terzo posto, come detto, la Banda “Erminio Deflorian” con 91,33 punti.

L’attività della Banda “Erminio Deflorian” però non si ferma! Prossimo appuntamento in programma, prima della stagione estiva 2019, è il tradizionale Concerto di Pasqua previsto domenica 21 aprile alle ore 21.00 presso il Teatro comunale di Tesero con ingresso libero. In scaletta anche i due brani portati con successo al concorso “Flicorno d’Oro”: un motivo in più per non perdersi un concerto che si preannuncia di grande interesse artistico!

info

http://www.flicornodoro.it

http://www.federbandetrentine.it

 

Continue reading La Banda di Tesero si aggiudica il 3° Premio in Prima Categoria al Concorso Bandistico Internazionale “Flicorno d’Oro” di Riva del Garda

Fioccano i dispositivi anti abbandono per i bimbi in auto

I dispositivi indipendenti sono universali e sono utilizzabili su qualsiasi seggiolino. Vediamo quelli sul mercato.

Ci sarà Remmy, un dispositivo tutto italiano nato dall’idea di due papà bolognesi. Il sistema è molto semplice quanto efficace: un sensore posizionato sotto il seggiolino rileva il peso del bambino e nel momento in cui l’auto è spenta ed il bambino ancora nel seggiolino inizierà ad emettere un segnale sonoro. Bebè Reminder, prodotto dalla padovana Digital S.A.S., è un dispositivo anti-abbandono indirizzato all’automotive; ovvero un prodotto che va ad integrarsi con la vostra auto; poi c’è Tippy Un altro dispositivo italiano, prodotto dalla Digicom società tutta emiliana. Il dispositivo è più avanzato rispetto al precedente, utilizza un cuscino intelligente da posizionare sotto la seduta. Questo si connetterà al vostro smartphone tramite bluetooth e tramite l’apposita App vi avviserà in caso vi allontanaste lasciando il bambino in auto. Ma non è tutto, se per qualche motivo voi ignoraste la segnalazione dopo un lasso di tempo configurabile, invierà un SMS a dei numeri d’emergenza preimpostati avvisandoli del problema e segnalando la posizione dell’auto. Anche l’azienda tedesca Cybex, leader internazionale per prodotti che favoriscono la sicurezza dei bambini in auto, ha proposto anche per il mercato italiano il suo Cybex Sensor Safe, un dispositivo anti-abbandono da montarsi sulle cinture di sicurezza del seggiolino. Si tratta di un dispositivo innovativo che si presenta come una clip collegata al sistema di ritenzione del bambino sul seggiolino, che si attiva appena la clip viene chiusa. Questa, connessa a una App per smartphone via Bluetooth (disponibile sia per sistemi Android sia iOs) invia un allarme sia sonoro sia tramite notifica sullo smartphone del guidatore.
Se Sensor Safe ha come applicazione principale quella di avvertire i guidatori della presenza del bimbo in auto quando questa si ferma, integra anche altre funzioni, sempre di aiuto per quanto riguarda la sicurezza dei tragitti in auto dei bambini. E così, sempre tramite segnale sonoro, Sensor Safe segnalerà immediatamente al genitore anche se il sistema di chiusura non è adeguatamente funzionante, nonché se a temperatura all’interno dell’auto – o troppo bassa o troppo alta – è da considerarsi pericolosa per la salute del piccolo e anche quando è arrivato il momento per lui di “fare una sosta” durante un lungo viaggio. Un dispositivo semplice ma efficace, dunque che aiuterà ad affrontare con maggior sicurezza e tranquillità i tragitti in auto di tutta la famiglia, brevi o lunghi che siano. Sarà disponibile sui modelli I-Size di Cybex.

Continue reading Fioccano i dispositivi anti abbandono per i bimbi in auto

Il Resonace Piano alla Design Week

Sembra un pianoforte a coda tradizionale, ma non ha le corde. Resonance Piano suona con la sola vibrazione del legno di risonanza della Val di Fiemme.

Ha destato stupore a Milano, venerdì 12 aprile, il suono perfetto del primo pianoforte al mondo che suona senza corde. È stato presentato al Fuorisalone della settimana del design milanese il suo inventore: Fabio Ognibeni, amministratore delegato dell’azienda Ciresa di Tesero.

Il Resonance Piano ha espresso la sua sonorità nel corso del concerto “Omaggio al Bosco dei Violini” che ha preso vita nel Cortile d’Onore dell’Università Statale di Milano. Lo stesso cortile dove sono stati posizionati dallo studio d’architettura Piuarch, con il sostegno della Provincia e della Magnifica Comunità di Fiemme, due scenografici abeti rossi sradicati dal vento, per realizzare l’installazione “La Foresta dei Violini”.

Il concerto si è tenuto in collaborazione il Conservatorio G. Verdi di Milano, lo Studio Piuarc, Nemo Monti e la rivista Interni.

La Ciresa Srl di Tesero con questa nuova innovazione si conferma eccellenza italiana del settore.

Il Resonance Piano, suonato per la prima volta in pubblico, ha amplificato anche il suono del microfono, durante la presentazione, e quello della viola e del violino durante il concerto.

La voce e i suoni sono stati amplificati unicamente dalla tavola armonica del Resonance Piano, senza l’ausilio di altoparlanti e casse audio tradizionali.

Il limite di un pianoforte digitale è rappresentato dai sistemi di riproduzione sonora, i tradizionali altoparlanti delle casse audio, impossibilitati a rendere la voce naturale di un vero pianoforte acustico.
Resonance Piano è nato per restituire la sonorità naturale di un pianoforte acustico.

Inoltre, ha un ingombro ridotto. Con un peso minimo inferiore agli 80 kg, può essere trasportato da due persone senza la necessità di carrelli o carrucole. Infine, può diventare verticale ed essere installato sulla parete, offrendo un impatto visivo suggestivo.

M.C.

 

 

 

 

 

Continue reading Il Resonace Piano alla Design Week

Il 13 aprile si ri-pulisce il Parco della Pieve di Cavalese

È tempo di pulizie di primavera… anche al Parco della Pieve di Cavalese! Il Piano Giovani di Zona “Ragazzi all’opera” propone, infatti, un pomeriggio per ri-pulire insieme il Parco: appuntamento alle 14.30 di sabato 13 aprile all’entrata principale, dove ai partecipanti verrà fornito tutto il necessario per una raccolta dei rifiuti sicura. Sono invitati a partecipare giovani, adulti, famiglie… Tutti coloro che credono che sia importante mettersi in gioco in prima persona per cambiare le cose, anche nel proprio piccolo.

L’iscrizione è obbligatoria entro giovedì 11 aprile: è sufficiente comunicare la propria adesione inviando un’email all’indirizzo pgzvaldifiemme@live.it o telefonando al numero 349.4403622. In caso di maltempo l’evento sarà rinviato a data da destinarsi.

 

 

Continue reading Il 13 aprile si ri-pulisce il Parco della Pieve di Cavalese

Partono i lavori per la nuova sala parto

E’ stato sottoscritto il verbale di consegna dei lavori per la realizzazione della nuova sala operatoria dedicata alle emergenze ostetriche dell’ospedale di Cavalese, come anticipato dal direttore generale dell’Apss Paolo Bordon nel corso degli incontri con gli amministratori delle valli dell’Avisio. L’intervento a completamento della ristrutturazione del blocco travaglio-parto rientra nei lavori previsti per la riapertura del punto nascite dell’ospedale di Cavalese ed è volto al rispetto degli standard di qualità e sicurezza previsti dalle indicazioni ministeriali per i punti nascita.

 I lavori in appalto sono stati assegnati, con procedura negoziata con 20 ditte invitate, ad un raggruppamento temporaneo di imprese. L’importo complessivo previsto per la realizzazione dell’intervento è di 1.045.000 euro e l’aggiudicatario avrà da contratto 90 giorni da oggi per completare le opere previste.

Al termine dei lavori, che prevedono anche il rinnovo degli arredi e delle tecnologie, sarà completata la ristrutturazione del blocco travaglio parto, sviluppato su una superficie di 200 mq e dotato di due moderne e accoglienti sale per il parto fisiologico, di cui una con vasca, di una zona nido e di una sala operatoria ampia e versatile.

Continue reading Partono i lavori per la nuova sala parto

Tetraon: il mondo nascosto

Consueto appuntamento annuale del Museo Arte Contemporanea di Cavalese dedicato agli artisti che operano nelle valli dell’Avisio, ospita quest’anno nella sua quarta edizione una spettacolare mostra fotografica frutto del lavoro appassionato del “Gruppo Tetraon” di Tomaso Baldassarra, Daniele Dallabona, Silvio Luis Bejarano e Ivan Callovi. Si tratta di un nucleo di 34 scatti stampati su lastra Di-Bond che ritraggono gli aspetti più affascinanti e reconditi della fauna alpina, in particolare quella di Fiemme, che è luogo di ricerca privilegiato dal gruppo.

Gli animali, rettili, mammiferi, pesci, insetti e perfino gamberi di fiume sono qui ripresi mediante lunghi e studiati appostamenti rivelando gli aspetti stupefacenti e magici della loro esistenza e di ciò che raramente è dato di osservare anche agli occhi più allenati.

Un’occasione dedicata agli appassionati di fotografia e del mondo naturale, alle scuole di ogni ordine e grado, che potranno approfondire la conoscenza della natura tramite il profilo anche didattico della mostra, e a tutti i visitatori ospiti e valligiani che non potranno rimanere indifferenti di fronte al vivido ritratto della bellezza nascosta del nostro territorio.

INAUGURAZIONE: Sabato 6 aprile 2019, ore 17:30

APERTURA: dal 7 aprile al 9 giugno 2019

ORARI APERTURA: sabato e domenica dalle ore 15.30 alle ore 19.00

 EVENTI COLLATERALI

VENERDÌ 19 APRILE

> ore 21.00 Incontro con gli artisti

DOMENICA 5 e SABATO 18 MAGGIO

> ore 17.30 Visita guidata alla mostra in occasione dell’evento “Palazzi aperti”

VENERDÌ 7 GIUGNO

> ore 21.00 VIVERE AL LIMITE

La strategia di vita in alta montagna a cura di Ivan Callovi

Continue reading Tetraon: il mondo nascosto

E' Cavalese la dodicesima tappa del progetto nazionale dedicato allo Sport Integrato

Al via il più grande progetto nazionale che affronta il tema dell’integrazione sociale attraverso lo sport e che farà viaggiare per 40 giorni, a bordo di 4 pulmini, 72 atleti disabili e non – accompagnati da educatori e volontari – in ogni Regione italiana, per promuovere l’accoglienza delle diversità.

Il fischio di inizio del progetto, che ha ricevuto anche la medaglia del Presidente della Repubblica quale premio di rappresentanza, venerdì 15 marzo, presso la Sala del Carroccio del Comune di Roma in Via del Campidoglio, 1, con l’evento “Buon viaggio Carovana” dove il Responsabile Nazionale dell’Ufficio Progetti CSEN Andrea Bruni ha presentato i quattro equipaggi e il programma delle tappe in tutte le Regioni, ognuna delle quali prevede un incontro di accoglienza della Carovana e presentazione alla cittadinanza della Carta dei Valori dello Sport Integrato (con raccolta delle sottoscrizioni), una partita dimostrativa di Football Integrato e un seminario formativo gratuito rivolto a Docenti, Educatori Professionali, Assistenti Sociali, Tecnici sportivi, Istituzioni, Associazioni e singoli cittadini sul tema della cultura dell’accoglienza e dell’integrazione sociale.

“La Carovana rappresenta un’opportunità unica di riflessione, scambio e confronto sul mondo della disabilità e il nostro obiettivo è quello di coinvolgere quante più persone possibili in ogni regione portando a tutti il messaggio dell’integrazione sociale” ha commentato Francesco Proietti, Presidente dello CSEN Nazionale (Ente promotore del progetto da anni impegnato per lo Sport Integrato).

Dopo le tappe di Palermo, Reggio Calabria, Marsicovetere (PZ), Brindisi, Napoli, Riccia (CB), Pescara, Ascoli Piceno, Vignola (MO) e Vigasio (VR) e Lignano Sabbiadoro (UD), la Carovana farà tappa a Cavalese il 9 e 10 aprile, dove ad accogliere l’equipaggio ci saranno gli studenti dell’Istituto d’Istruzione “La Rosa Bianca” che, attraverso il percorso di alternanza Scuola-lavoro iniziato a ottobre scorso, hanno contribuito alla redazione della Carta dei valori dello Sport Integrato. L’importante documento, che raccoglie i principi e i valori guida per uno sport inclusivo, solidale e senza barriere, verrà presentato alla cittadinanza martedì 9 aprile, alle h. 17:00, presso l’Auditorium dell’Istituto d’Istruzione “La Rosa Bianca”.

L’indomani mattina, i 18 atleti si cimenteranno in una dimostrazione di Football Integrato, lo sport ispirato al calcio, al baskin e alla pallamano nato appositamente per mettere al centro la persona, indipendentemente dalle proprie capacità e competenze, e in grado di unire atleti disabili e non per il raggiungimento di un obiettivo comune – la vittoria – possibile solo grazie all’apporto di ogni singolo membro. Dalle 09:30 alle 13:00 lo spettacolo sarà fruibile liberamente da tutti presso il Palazzetto dello Sport di Cavalese, dove sarà allestito l’apposito campo da calcio dotato di due porte laterali in più.

“Il Football Integrato è lo sport capace di coinvolgere, sia da un punto di vista tecnico che emotivo, atleti con e senza disabilità – afferma Andrea Bruni, Responsabile dell’Ufficio Progetti CSEN Nazionale – questa disciplina rappresenta l’esempio di come ogni persona, messa nelle migliori condizioni, possa esprimere il massimo di sé stessa”.

Presso l’Auditorium dell’Istituto “La Rosa Bianca”, dalle 15:30 alle 19:30 si svolgerà il seminario gratuito rivolto a tutti coloro che vogliano arricchire il proprio bagaglio formativo con conoscenze in merito alla Carta dei valori dello Sport Integrato e stretegie operative per favorire l’integrazione sociale attraverso lo sport. Le lezioni, di tipo frontale e con lavori di gruppo, saranno tenute dal Responsabile, Project Manager, formatore ed educatore professionale Andrea Bruni e, ove possibile, da Assistenti sociali dell’albo Nazionale, Educatori Professionali ANEP e Operatori Sportivi FISDIR.

Durante il pomeriggio gli atleti della Carovana potranno anche rilassarsi e godersi le bellezze e particolarità del Comune che li ospita, accompagnati dagli studenti del percorso di alternanza che culmineranno così la loro esperienza a contatto con il mondo del volontariato, della disabilità e dell’integrazione attraverso lo sport.

Dopo quasi due mesi di viaggio, 6.000 km percorsi, 20 città italiane toccate e 4 equipaggi a darsi il cambio, l’ultimo pulmino rientrerà a Roma il 13 maggio e il progetto si concluderà con l’evento del 14 “Bentornata carovana”. Alla manifestazione finale saranno presenti tutti gli equipaggi che, insieme alle delegazioni degli studenti di tutte e 20 le Scuole partecipanti, consegneranno nelle mani del Presidente della Repubblica in persona le firme, raccolte durante le tappe e tramite il sito web, quali sottoscrizioni ufficiali dei valori della Carta e della volontà di portare l’attenzione su una tematica che in Italia fatica ancora un po’ a trovare il giusto spazio.

L’iniziativa, organizzata da CSEN Nazionale con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sarà seguita costantemente dal camper-regia dell’emittente Directa Sport, che permetterà a tutti di seguire l’evento grazie alle dirette streaming delle partite dimostrative di Football Integrato e alle interviste, ai video e alle immagini costantemente pubblicate sui canali social e sul sito web ufficiali.

Continue reading E’ Cavalese la dodicesima tappa del progetto nazionale dedicato allo Sport Integrato