Zack, fare canestro è stata una gioia!

In Val di Fiemme Federico Zazzeroni ha fatto canestro. Ed ha insegnato a fare canestro. Perché è anche grazie a lui se in valle si è scoperto il basket. Quando da Urbino si è trasferito tra le Dolomiti, ormai più di 10 anni fa, erano pochi coloro che si dilettavano con la pallacanestro. Ma si sa, simile chiama simile, così Zazzeroni è presto entrato in contatto con un gruppetto di appassionati, che di tiro in tiro, di palleggio in palleggio, di partita in partita, è cresciuto in numero e struttura. Oggi sono un centinaio i cestisti (o aspiranti tali) che gravitano attorno all’associazione Val di Fiemme Basket, che Federico ha fondato insieme a Luca Mich, Marco Tomaselli e Giuseppe Stilo. “Qui in valle ho trovato un terreno fertile. Quella che era una passione condivisa tra un gruppetto di amici è piano, piano, diventata una strutturata proposta sportiva alternativa alle discipline già diffuse in valle”, racconta.

“Il basket ha costruito il mio carattere – svela -. Mi ha insegnato che l’impegno, la fatica e la costanza premiano, nello sport come nella vita. Ho imparato che anche dagli ostacoli imprevisti, come è stato il mio infortunio, possono nascere nuove opportunità. Sono estremamente orgoglioso di essere riuscito a far passare il mio messaggio di passione per questo sport. Vedere oggi tanti bambini e ragazzi che si divertono a fare canestro è per me fonte di grande gioia”.

Oggi Zazzeroni insegna educazione motoria all’istituto “La Rosa Bianca” di Cavalese e Predazzo. L’amore per il basket non l’ha mai abbandonato. Quello che è venuto meno è il tempo da dedicare all’associazione. Per questo, pochi mesi fa, Zack, come lo chiamano gli amici, ha deciso di lasciare la presidenza dell’associazione Val di Fiemme Basket per ragioni personali. Al suo posto, Luca Mich, attivo e presente vice in questi anni di impegno.

Zazzeroni ha voluto mandare il suo saluto e il suo ringraziamento a quanti lo hanno affiancato in questo progetto sportivo, che ha permesso alla valle di scoprire una disciplina che sta riscuotendo sempre più seguito. Di seguito la sua lettera di dimissioni e di saluto.

“Cari amici, colleghi e sostenitori,

dopo 10 anni (dal 2008 ad oggi) passati nel direttivo di questa associazione, è ora per me di lasciare. Si tratta di una scelta familiare alla ricerca di una nuova visione di vita. Lascio l’associazione che ho contribuito a fondare con pochi soci e appassionati: adesso è diventata una realtà solida e ben identificata in tutto il territorio regionale. Non nascondo che sono stati anni impegnativi ed entusiasmanti, durante i quali ho potuto lavorare al fianco di persone preparate e professionali. Un cammino, insomma: impegnativo, ma ricco di soddisfazioni. Non si tratta di una scelta facile, tutt’altro!

Ringraziandovi per il sostegno avuto in questi anni, rivolgo a tutti voi un grande in bocca al lupo sperando che sia solo un arrivederci.

Grazie di cuore di tutto, è stata un’avventura bellissima!

Federico “Zack” Zazzeroni”

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento